Messaggio
Numero 31 del 6 dicembre 2013 Stampa

Il tormentone degli ECG per lo sport. Dov'è l'evidenza?

L’effettuazione di un elettrocardiogramma “di prevenzione” per i cittadini che svolgono attività sportive non agonistiche rappresenta un grave ostacolo alla promozione della attività fisica, non controbilanciato da una provata tutela della salute degli interessati. E' per questo che stigmatizziamo la recente notizia secondo la quale esperti della FNOMCEO avrebbero redatto un documento che prevede questo accertamento suppletivo a carico dei soggetti sani e a loro spese.
In un periodo di grande difficoltà economica per le famiglie si introdurrebbero così ulteriori barriere nei confronti degli stili di vita sani mediante l'imposizione di un esame strumentale oneroso e non in grado di fornire risposte adeguate all’obiettivo di prevenzione. Recenti eventi dimostrano infatti che nemmeno accertamenti ben più approfonditi sono in grado di scongiurare le morti improvvise degli atleti. Il mondo scientifico si sta quindi interrogando sull’efficacia reale delle visite preventive per le attività non agonistiche e ludico-ricreative, che peraltro non sono ben definite da leggi e regolamenti. In tale contesto questa iniziativa appare a mio avviso inopportuna.

Fausto Francia

 

SItI e altre società di sanità pubblica: "prudenza sulla e-cig"

"Non sappiamo se la sigaretta elettronica possa rappresentare uno strumento innovativo per contrastare l'abitudine al fumo e riteniamo che il suo utilizzo non debba essere normato da interessi economici". È quanto riportato in una lettera aperta sottoscritta da quattro società scientifiche dell'area di Sanità pubblica (Associazione italiana di Epidemiologia, Federazione Italiana della Pneumologia, Società Italiana di Tabaccologia e SItI) ed inviata al Ministro della Salute, ai Presidenti di ISS e CSS e ai Presidenti delle Commissioni parlamentari competenti. "Abbiamo assistito in questi ultimi mesi ad una girandola di provvedimenti sulla sigaretta elettronica - si afferma nella lettera - e la ricerca è solo alle fasi iniziali; tuttavia c’è un forte sospetto che la e-cig, proprio perché meno rischiosa, diventi la prima tappa del percorso di iniziazione al tabagismo da parte dei giovani, e che ciò possa rappresentare l’escamotage adottato dai fumatori per continuare ad assumere nicotina anche nel luoghi vietati al fumo tradizionale".

 

Scadono le iscrizioni low-cost al 47° Congresso Nazionale

Per il 47° Congresso Nazionale SItI che si svolgerà a Riccione dal 1 al 4 ottobre 2014 sono diverse le novità organizzative e scientifiche: anzitutto saranno due le Sezioni coinvolte e ben sette le sedi accademiche che collaboreranno alla redazione del Programma scientifico, assieme alla Giunta Nazionale e al Comitato scientifico della SItI. La scelta di Riccione nasce per facilitare le esigenze logistiche dei partecipanti e per garantire una maggiore sostenibilità dei costi dell'organizzazione, degli sponsor e dei partecipanti. Entro questa settimana sono ancora possibili le iscrizioni low-cost istituite con l'obiettivo di incentivare la partecipazione al più importante evento di sanità pubblica dell'anno. Per specializzandi, dottorandi, giovani under40 e professioni sanitarie il costo sarà di soli Euro 99 mentre per tutti gli altri sarà di euro 149. Queste iscrizioni a prezzo ridotto comprendono la partecipazione ai lavori congressuali, il diritto a presentare abstract, il cocktail di benvenuto, i buoni per i coffee break, l'accreditamento ECM, la borsa congressuale con gli atti in formato elettronico. Esclusi cena sociale e lunch che potranno anche essere acquistati in un secondo tempo. Per ulteriori informazioni leggere la brochure informativa o contattare la Segreteria SItI (06-5203492).

 

Alimentazione ed equità sociale: il Congresso della SItI-Emilia fa il pieno

Sono stati ben 170 i partecipanti a Bologna il 25 novembre scorso al Convegno della SItI Regionale dedicato ad Alimentazione, salute, ambiente ed equità sociale che ha visto la partecipazione di numerosi esperti tra i quali il Presidente SItI Michele Conversano, Alberto Mantovani (ISS), Vittorio Krogh (Ist. Tumori) Annamaria Colacci (ARPA Emilia-Romagna) oltre a una significativa rappresentanza di operatori dei servizi (tra cui Guberti, Francia, Carreri e Toni) e professori di igiene di diverse sedi universitarie (Bonaccorsi, Borella, Fara, Triassi, Vinceti e Signorelli). A conclusione del congresso è stato diffuso un documento di sintesi. Nella foto il Presidente della SItI-Emilia Pierluigi Macini.

 

Congresso mondiale sui vaccini a Genova in aprile

La sezione Liguria della SItI sta collaborando per la parte scientifica all'organizzazione del 9th WORLD CONGRESS ON VACCINES, IMMUNISATION AND IMMUNOTHERAPY (WCVII), che si terrà a Genova il 29 e 30 aprile 2014. E' possibile presentare contributi scientifici sui vari topics previsti (http://www3.sympatico.ca/kurstak/) da inviare per conoscenza anche al Segretario della Sezione Liguria Paolo Durando ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )

 

Le professioni sanitarie a confronto. Convegno a Padova il 1 febbraio

Sabato 30 novembre si è svolto a Roma il 1° incontro del Direttivo della Consulta delle Professioni Sanitarie SItI. La partecipazione attiva dei membri, presenti per la quasi totalità (13 su 14), ha reso la lunga giornata interessante e ricca di proposte. Tra queste un convegno che si svolgerà il 1 febbraio 2014 a Padova dal titolo "Dare sviluppo alla prevenzione: professionisti a confronto" che ha l'obiettivo di dare visibilità alle criticità, proposte, opportunità attuali e future per i professionisti Assistenti sanitari e Tecnici della Prevenzione nell'odierno panorama italiano. Il progetto è nato in collaborazione con la Sezione Triveneto della SItI per rivalutare le professioni della IV Classe quali operatori privilegiati per mandato e formazione nell'ambito della prevenzione in genere. Nella foto il Coordinatore della Consulta Anna Fabbro.

 

DP di Taranto coordina gli interventi di sicurezza nei luoghi di lavoro

L’11 novembre i Ministri del lavoro e dell’ambiente hanno sottoscritto un protocollo che prevede una serie di importanti azioni di tutti gli enti deputati ai controlli in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro e - particolare interessante - saranno coordinati dal Servizio di Prevenzione nei Luoghi di Lavoro del Dipartimento di Prevenzione.

 

Progetto internazionale con l'ASL di Brescia

L'ASL di Brescia partecipa al prestigioso progetto internazionale "Improving Crisis Communication Skills in Health Emergency Management" (Health C), finanziato dall'UE nell'ambito del Lifelong Learning Programme. Il progetto, condotto da un gruppo di partner europei (Aarhus Social and Healthcare College - Danimarca, Artica Telemedicina - Spagna, ASL Brescia, European Hospital and Healthcare Federation HOPE - Belgio, Inovamais - Portogallo e l'Università Ludwig-Maximilians di Monaco - Germania) mira a comprendere le sfide poste dalla comunicazione della crisi durante le emergenze sanitarie e a trovare loro soluzioni efficaci.

 

Soci SItI a quota 2367. Ultimo sollecito per versare la quota del 2013

II soci in regola con la quota associativa sono saliti a 2367. Per i ritardatari il rinnovo delle quote per il 2013 potrà avvenire utilizzando il MAV inviato a tutti oppure compilare il form di iscrizione che permetterà la generazione di un avviso di pagamento MAV. Le quote di iscrizione sono di euro 60 (ordinaria) con riduzione a euro 40 per i soci nati nel 1977 e anni successivi e per Assistenti sanitari, Infermieri e Tecnici della prevenzione.
Si ricorda che IGIENISTI ON-LINE viene attualmente inviato solo ai soci in regola con la quota sociale per l'anno 2013.

 

I prossimi appuntamenti congressuali

Ecco gli appuntamenti di interesse igienistico già programmati per la fine del 2013 e l'anno 2014: