Messaggio
Numero 04 del 24 gennaio 2019 | Stampa |


Editoriale

La Sanità pubblica ... viaggia sempre più su Twitter

logoNell’era dei social la Sanità Pubblica ha scelto Twitter per veicolare informazioni, messaggi e opinioni. Lo hanno fatto da tempo le organizzazioni internazionali come @WHO, @CDCgov e @ECDC_EU, le associazioni scientifiche (@WFPHA_FMASP, @EUPHActs, @ASPHERoffice, @PublicHealth) e le professionalità più in vista a livello internazionale come @martinmckee, @natasha_azzmus, @hans_kluge e perfino il Direttore generale dell'OMS @DrTedros. La nostra comunità nazionale segue a ruota con qualche ritardo: @MinisteroSalute, @ISSalute_it, @Agenas_Salute e tutte le regioni hanno account attivi e utili per chi vuole essere informato in tempo reale; tra i professori ordinari di igiene ne sono stati censiti una ventina, i più attivi dei quali risultano @WRicciardi‏, @ProfLopalco e @RSiliquini ma anche gli associati @mariachironna, @MRGualano e @odoneanna. Twittano anche alcuni noti operatori di sanità pubblica come @carlofavaretti, @paolo_doc_it, ‪@PietroManzi, ‪@fabgemm e ‪@Enrico38063678 e le associazioni medico-scientifiche come @FIMPrevenzione, @FimmgNazionale, @SIPediatri e @AiopTweet ‏e non ultima la @SItI_Nazionale. Rilevante l'attività social sulle vaccinazioni (@vaccinarsiti, @flu_virus, @osservatorioin1, @iovaccino e molti altri) che hanno largamente surclassato gli account no-vax grazie soprattutto alla incessante attività di @RobertoBurioni. Risultano molto attivi, ovviamente, i più giovani igienisti, tra cui @drsilenzi, @Nemomnis, @pau_paren, @VoglinoVoglino, @toni_pastello e @dr_enricorosso‏, i quali, retwittando le più importanti notizie di attualità, ci aggiornano in tempo reale. Insomma seguendo questi indirizzi twitter le notizie viaggeranno più veloci sui nostri device.

@signorellicarlo

Organi collegiali

In corso le votazioni per la nuova Giunta. Bassa affluenza ai seggi

logoI Soci Operatori e Universitari, all'interno di ciascuna Sezione, sono chiamati questa settimana ad eleggere i quattro membri di Giunta appartenenti alla rispettiva componente secondo i calendari diffusi dalle singole Sezioni. Specializzandi e Professioni Sanitarie hanno già eletto, in base ai loro rispettivi Regolamenti, il Rappresentante in seno alla Giunta e, pertanto, non sono interessati dalle votazioni. Sul sito della nostra Società sono stati pubblicati gli elenchi delle candidature, dichiarate validamente presentate dal Comitato di Garanzia Nazionale, per le elezioni delle Rappresentanze Elettive per la componente dei Docenti universitari di discipline igienistiche e degli Operatori di prevenzione, di sanità pubblica e delle direzioni sanitarie in seno alla Giunta esecutiva. Sono stati pubblicati anche gli elenchi, divisi per Sezione regionale, delle due componenti dell'elettorato attivo, cioè i Soci ordinari che hanno diritto di voto poiché regolarmente iscritti nel 2017 ed entro il 31 dicembre per il 2018, così come previsto dall'articolo 7 dello Statuto.

 


Attualità

Presentato a Roma l'Osservatorio sulle politiche vaccinali

logoE' stato presentato a Roma il 22 gennaio il primo rapporto dell'Osservatorio per le politiche vaccinali, promosso e coordinato dal Past-President della SItI Michele Conversano ed alla presenza di numerosi esperti e noti colleghi. Da questa prima analisi è emerso il dato positivo dell’offerta pressoché uniforme di tutti i vaccini, grazie al PNPV, in tutto il Paese, mentre sono ancora variegate le modalità e le strategie di offerta dei vaccini, che potrebbero essere anche le cause delle diverse coperture vaccinali nelle Regioni ed anche tra ASL della stessa Regione, la mancanza di anagrafi vaccinali informatizzate regionali soprattutto per le vaccinazioni dell’adulto e dell’anziano e il non pieno coinvolgimento dei PLS e dei MMG già dalle fasi di organizzazione delle campagne vaccinali e in programmi di formazione strutturata e condivisa.
Il Rapporto è quindi solo un lavoro iniziale che può servire da base per individuare insieme alle altre società scientifiche e federazioni, a partire da quelle partecipanti al Board del Calendario della Vita, modelli organizzativi condivisi ed efficaci per raggiungere gli importanti obiettivi che vengono richiesti dal vigente PNPV.


Attualità

Report OMS sui migranti: “Non portano malattie, arrivano sani"

logo Il giorno 21 gennaio, a Ginevra, Zsuzsanna Jakab, Direttrice Regionale dell'Ufficio Europeo dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha presentato il primo rapporto OMS sulla salute dei migranti e dei rifugiati in Europa. Il documento, prodotto dal Programma Migrazioni e Sanità Pubblica dell'OMS/Euro guidato da Santino Severoni, è stato coordinato dal giovane medico igienista Paolo Parente e realizzato in collaborazione con l'Istituto Nazionale Salute, Migrazioni e Povertà (INMP). Il rapporto si basa sui dati di oltre 13mila documenti raccolti nei 53 paesi della regione europea Oms. Diverse le evidenze raccolte e i falsi miti sfatati come il numero dei migranti, che oggi in tutta la regione sono circa il 10% della popolazione, mentre in alcuni paesi europei la popolazione pensa che siano 3 o 4 volte di più. Inoltre, che "i migranti portino malattie", è un altro assunto privo di evidenza, mentre è forte il rischio che la loro salute peggiori una volta arrivati nei paesi di destinazione a causa delle cattive condizioni in cui vivono. Sistemi sanitari accessibili e migrant-friendly possono ridurre il carico di nuove malattie della popolazione migrante. Parole-chiave del rapporto sono: prevenzione, a cominciare dai vaccini per i quali resta l’indicazione a seguire, anche per i migranti, i calendari vaccinali dei paesi di destinazione, e integrazione, attraverso la massima inclusione delle persone che arrivano nei servizi di assistenza.


Attualità

In Veneto i medici esclusi dalla direzione del distretto

logo La delibera dell'Azienda n.6 Euganea taglia fuori la professione medica dalla funzione organizzativo-gestionale di una struttura. Il 10 gennaio 2019 infatti il Direttore Generale ha pubblicato una delibera con cui indice la selezione per due incarichi di direzione di Distretto, riservandoli a dirigenti dell’area Professionale e Tecnico Amministrativa. CARD Italia e SItI, a firma dei presidenti Gennaro Volpe e Italo Angelillo (nella foto) hanno espresso lo sconcerto dei loro associati, che vedono in questa decisione, non chiaramente giustificata ed in odore di illegittimità, una palese ed incomprensibile chiusura verso i dirigenti sanitari.


Specializzandi

Prima riunione a Roma della nuova Consulta con obiettivi ambiziosi

logoVenerdì 18 e sabato 19 gennaio si è riunita la Consulta degli Specializzandi, alla Sapienza presso il Dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive (foto). La seduta, presieduta dal nuovo coordinatore Andrea Barbara (Roma Cattolica), ha visto la numerosa e coinvolgente partecipazione di quasi 60 giovani provenienti da oltre 30 sedi di Scuole di Specializzazione. Dopo i saluti degli accademici di Roma Paolo Villari e Gaetano Maria Fara, del Past-President SItI Carlo Signorelli e le testimonianze di Claudio Costantino (Coordinatore 2012-2014) e Rocco Guerra (Segretario 2014-2016), durante la due giorni Francesco Bencivenga (Napoli Vanvitelli) è stato eletto Delegato al Collegio Operatori. L’Aquila è stata votata come sede ospitante della VI edizione delle Giornate degli Specializzandi (giugno 2019) ed è stato dato il benvenuto alla sede di Foggia, nuova entrata nella famiglia della Consulta. Si sono, inoltre, gettate le basi per proficui gruppi di lavoro (dalla salute dei migranti all’emergenza, dall’etica alla direzione ospedaliera, dai bisogni formativi in specializzazione alla medicina competente) nell’ottica di collaborazione con i gruppi senior e con altre realtà associative.


Professioni sanitarie

De Pasquale guida la nuova Consulta nel segno della continuità

logoSi è riunito presso la sede nazionale lo scorso 19 gennaio il nuovo direttivo della Consulta delle Professioni sanitarie, eletto al 51° Congresso tenutosi a Riva del Garda. Approvando la relazione del Coordinatore Nazionale Gennaro De Pasquale si è concordato di sviluppare con impegno quanto svolto dal precedente gruppo dirigente, in particolare sulla direttrice dell'impegno delle professioni nella realizzazione di eventi in collaborazione con le Sezioni regionali, valorizzando i lavori elaborati dalle diverse figure professionali impegnate nel campo della prevenzione. Grande attenzione verrà rivolta ai corsi di laurea ed ai loro studenti, creando un apposito gruppo di lavoro ed impegnando la SItI alla ricerca di nuovi strumenti di aggregazione nell'ambito universitario.

Trovalavoro

Bando per il Direttore del Dipartimento di Prevenzione di Trento

logoI colleghi dell'Azienda sanitaria di Trento ci hanno chiesto di dare ampia diffusione dell'Avviso pubblico per l'acquisizione della disponibilità al conferimento dell’incarico di Direttore del Dipartimento di Prevenzione dell'Azienda per i Servizi Sanitari della Provincia Autonoma di Trento. La posizione era occupata fino allo scorso anno dal collega Marino Migazzi e successivamente assegnata a Sandro Cinquetti, che però ha rinunciato all’incarico.

 

Note di soci, brevi news e curiosità

ALSP riprende i lavori con un convegno e la Young Academy

logoIl 1° febbraio 2019 alle ore 10:00 si terrà all’Università di Pavia un incontro organizzato dall’Accademia Lombarda di Sanità Pubblica (ALSP) e dedicato a temi ambientali di grande attualità come inquinamenti atmosferici e rifiuti. Parteciperanno il bocconiano Edoardo Croci, i docenti di igiene ambientale Stefano Capolongo e Daniela D’Alessandro, altri colleghi delle ATS e universitari. Il convegno verrà chiuso con la comunicazione dell'elenco giovani membri dell’Accademia selezionati per partecipare a un percorso formativo denominato “Young Academy of Public Health”.

Un sito della UCSC per conoscere meglio la medicina di precisione

logoCome integrare medicina personalizzata e prevenzione? A questa domanda ha dato un’autorevole risposta la Commissione Europea che ha deciso di dedicare al progetto "Personalized Medicine and the Prevention of Chronic Diseases” (PRECeDI), coordinato da Stefania Boccia (nella foto), Ordinario di Igiene all’Università Cattolica, un’apposita pagina del proprio sito web, al fine di diffondere e far conoscere questa esperienza di “success story”.

Lorenzo Mantovani Editor di un prestigioso volume

logoPubblicata da Oxford University Press la 3 edizione del prestigioso Textbook of Cardiovascular Medicine della European Society of Cardiology, attualmente il manuale mondiale di riferimento di medicina cardiovascolare. A Lorenzo Mantovani, (nella foto), Associato di Igiene all'Università Bicocca e Direttore del Centro di Ricerca sulla Sanità Pubblica, è stato affidato il ruolo di Editor della Sezione "Economics and Cost Effectiveness" del manuale, coordinando un gruppo di colleghi statunitensi e britannici, oltre che di altri soci SItI dell'Università Bicocca (Fabiana Madotto e Lucia D'Angiolella).

I Tweet della settimana

Notizie di sanità pubblica dall’Italia e dal Mondo

logoI tre libri della collana di politica di salute su "organizzazione e finanziamento dei servizi sanitari pubblici in Europa" sono resi disponibili come file PDF dall'OMS/Europa. Sempre dall’OMS vengono diffusi i "5 facts on vaccines”. Mentre il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella ritiene che dobbiamo ribadire che la sicurezza sul lavoro è un diritto fondamentale di cittadinanza. Infine segnaliamo una sentenza della Corte di Cassazione che ha respinto il ricorso di genitori che collegavano le vaccinazioni all'autismo. Non è la prima volta, ma è comunque importante (a cura di Anna Odone).

Campagna iscrizioni

2118 soci SItI nel 2018. Drastico calo nella Sezione Abruzzo-Molise

logoLa campagna iscrizioni alla SItI per l'anno 2018 si è conclusa con 2118 soci (553 in meno rispetto al 2017). Drastico calo nella sezione Abruzzo-Molise che passa dai 550 soci dell'anno 2017 ai 92 del 2018. Tra le Sezioni Regionali più numerose nel 2018 segnaliamo l'Apulo-Lucana (279), il Triveneto (227), il Lazio (223) e la Lombardia (203). Tra le categorie calano gli operatori, che passano da 1207 a 979, e le professioni sanitarie, che da 548 diventano 281; stabili i docenti (322 contro i 329 del 2017) e gli specializzandi (463 contro i 454 del 2017).