Messaggio
Numero 2 del 15 gennaio 2018 Stampa


Editoriale

Apre la Banca delle soluzioni. Cari soci, ora tocca a voi !

logoLa Banca delle soluzioni è aperta a tutti dal 1 gennaio. Per chi non si ricordasse in cosa consiste riassumo brevemente. Io penso che ogni Dipartimento di Prevenzione, ogni Direzione medica, ogni Distretto sanitario abbia prodotto documenti che possono essere di aiuto ad altri colleghi che nelle varie parti del Paese affrontano i medesimi problemi. Oserei dire che ciascuno di noi nel suo piccolo ha prodotto documenti di cui va particolarmente fiero e che ritiene possano rappresentare un utile elemento di riflessione o uno strumento di lavoro per altri. Bene! La Banca delle soluzioni si propone come un luogo virtuale in cui questi prodotti, che rappresentano il frutto del lavoro di tantissimi di noi, possono essere socializzati per aiutarsi a vicenda in un percorso di miglioramento globale. Sono stati individuati alcuni argomenti e per ciascuno di essi quattro aree di interesse. Chi vuole proporre documenti non deve fare altro che inviare una mail (o in alternativa utilizzare l'apposito modulo sul sito per l'invio del contributo) al coordinatore del gruppo di lavoro di riferimento che, dopo una valutazione non di merito, ma di congruità dell’argomento con le tematiche del proprio gruppo di lavoro, lo inserirà nella banca rendendolo visibile a tutti. Abbiamo a mio parere creato i presupposti per mettere in piedi un preziosissimo supporto alle nostre attività: ora tocca a voi, cari soci ,dare gambe all’iniziativa. Considerate la Banca delle soluzioni come un cassetto della vostra scrivania dove riponete gli strumenti di lavoro più preziosi. E soprattutto non siate timorosi: i documenti che riterrete di socializzare non devono essere metodologicamente ineccepibili o privi di imperfezioni. Devono rappresentare un apporto concreto - che nasce dalle vostre esperienze - ad una discussione virtuale che aiuterà tutti a crescere. Io ho grande fiducia in voi.

Fausto Francia

Novità 2018

Ecco le prime opportunità lavorative per igienisti. In Italia e all'estero

logoGrazie ai colleghi che, con tempismo ed entusiasmo, hanno raccolto il nostro invito pubblicato sullo scorso numero di IOL di segnalare opportunità lavorative per igienisti. La Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. continua ad essere a disposizione per queste utili iniziative:

CERCANSI MEDICI DI DIREZIONE SANITARIA - Primario Gruppo Ospedaliero privato cerca giovani medici specialisti in igiene e medicina preventiva per l'inserimento nelle direzioni sanitarie di strutture private accreditate con contratto AIOP. Saranno valutate positivamente esperienze formative e di tirocinio specifiche. Sede di lavoro: Milano e Lombardia. La Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. raccoglierà i CV degli interessati inviandoli al committente con la massima riservatezza.

ESPERTO DI MALATTIE TRASMESSE DA VETTORI PER L'ECDC - Segnaliamo la posizione vacante di responsabile del programma dell'ECDC (sede di lavoro Stoccolma) su "Emerging and Vector-borne Diseases" . La scadenza del bando è il prossimo 22 gennaio.

BANDI PER VARIE FIGURE PROFESSIONALI ALL'ECHA - La Direzione generale della Prevenzione del Ministero della Salute ci chiede di divulgare i bandi per due figure professionali (Scientific Officer e Facilities Programme Officer) da candidare alla selezione da parte della European Chemicals Agency con sede a Helsinki.

 

Novità 2018

Igienisti on-line ha cominciato a twittare

logologoIl nuovo profilo Twitter di Igienisti on-line, a cui invitiamo tutti ad iscriversi, amplificherà e anticiperà le notizie più rilevanti per il vasto mondo dell'igiene e della sanità pubblica italiana, incluse le professioni sanitarie. I primi tweet di questa settimana hanno riguardato la segnalazione della pubblicazione del primo numero del 2018 di Igienisti on-line; la proposta dell'Emilia-Romagna e del Piemonte sui vaccini obbligatori per i medici ospedalieri; un'intervista a Ilaria Capua pubblicata da Il Foglio sull'utilità del vaccino antinfluenzale.

Attualità

Il Senato approva all'unanimità le ricette per il futuro del SSN

logoLa Commissione Igiene e sanità del Senato ha approvato all'unanimità il documento conclusivo dell'indagine sullo stato di salute del SSN iniziato nel 2013. Decine di audizioni, approfondimenti, analisi di dati e confronti per verificare la sostenibilità del servizio sanitario con particolare riferimento alla garanzia dei principi di universalità, solidarietà ed equità. Il documento ritiene che la sostenibilità della spesa possa e debba essere affrontata come una sfida di pubblica priorità nella riallocazione delle risorse per soddisfare al meglio i bisogni della popolazione. Nel documento nessuno spunto polemico né proposte eclatanti ma solo dieci considerazioni conclusive da lasciare all’attenzione dei partiti e delle forze politiche in vista della prossima campagna elettorale: dalla necessità di investimenti alla quantificazione della spesa out-of-pocket, dalla gestione dei rischi alla lotta alla corruzione. La prevenzione - si legge nel documento - può contribuire in maniera significativa non solo alla salute della popolazione ma anche alla sostenibilità del sistema; la maggior parte degli interventi sugli stili di vita e dei programmi di screening e vaccinali producono effetti consistenti non solo nel medio-lungo periodo ma anche nel breve, soprattutto se si considera una prospettiva più ampia che supera l’ambito dei costi sanitari diretti e indiretti ma considera anche l’ambito sociale.

Tecnici della prevenzione

La lungimiranza della SItI e la grande opportunità di oggi

logoContinuiamo il viaggio per capire meglio le prospettive future delle professioni sanitarie dopo l'approvazione della nuova legge sugli Ordini professionali, con particolare riferimento agli Assistenti sanitari e ai Tecnici della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro. A riguardo intervengono Gennaro De Pasquale (Puglia, nella foto), Vice-coordinatore della Consulta delle Professioni sanitarie, che ricorda la lungimiranza della SITI nel seguire scientificamente l'attività delle professioni sanitarie della prevenzione discutendo argomenti come il task shifting che sono poi divenuti anche di interesse ministeriale con la creazione di un Gruppo di lavoro del quale facciamo parte. Mario Poloni (Lombardia) ricostruisce i passaggi legislativi che hanno portato alla creazione dei nuovi Ordini e Albi professionali sottolineando anche le grandi opportunità e tutele per i Tecnici della prevenzione sul fronte delle attività libero-professionali, praticate da più della metà dei laureati. La SItI organizzerà in primavera due eventi scientifici su questi temi e pubblicherà con piacere altri contributi su questo tema d'attualità.

50° Congresso Nazionale

On line il filmato del Congresso di Torino e gli atti definitivi

logoLa Società Organizzatrice Medicina Viva ha prodotto un breve filmato sui momenti principali del 50° Congresso nazionale SItI, svoltosi a Torino dal 22 al 25 novembre. Molti di voi si ritroveranno nelle riprese dei momenti più significativi dell'ultimo Congresso Nazionale che ha riscosso interesse e consensi. Sempre on-line il PDF della pubblicazione ufficiale degli Atti Congressuali, regolarmente registrati con codice ISBN.

Sezione Sardegna

VaccinarSì sbarca anche in Sardegna

logoDiamo il benvenuto ad un’attesa e importante novità ossia la piena operatività del portale regionale di informazione medica e scientifica sulle vaccinazioni: VaccinarSì in Sardegna. Le finalità sono quelle di monitorare la fiducia del pubblico nei programmi vaccinali e le sue necessità informative sviluppando un sistema di decisione assistita per le vaccinazioni tramite il sito VaccinarSì.org e altri siti e social network, specificamente dedicati alle vaccinazioni. Il progetto, coordinato dal gruppo di lavoro con referente Paolo Castiglia, coadiuvato da Andrea Cossu, Antonella Arghittu nonché i medici in formazione specialistica in Igiene e Medicina Preventiva delle università di Sassari e Cagliari. Il comitato scientifico ed il Panel di esperti, oltre ad aver contribuito a vagliare e produrre il materiale informativo, saranno i garanti di qualità. VaccinarSì in Sardegna si dimostra pertanto un mezzo di comunicazione importante, attraverso il quale sarà possibile informare gli utenti circa le indicazioni sulle malattie prevenibili con vaccinazioni e potrà supportare gli operatori nelle loro attività di counselling. Nell’augurio che il sito possa sempre garantire la continuità della sua operatività non possiamo non rimarcare quanto questa lodevole iniziativa dia lustro alla nostra regione ed alla nostra sezione. (a cura di G. Mereu)

Soci

Il 2017 chiude con 2671 soci. In calo le Sezioni del Sud

logoIl numero totale dei soci SItI nell’anno 2017 è stato di 2671, con un calo del 14% rispetto al 2016. L’andamento è stato variabile nelle diverse Sezioni con cali consistenti in Campania (-51%), Calabria (-44%), Sicilia (-41%) e Apulo-Lucana (-27%). Si è viceversa registrato un notevole incremento in Sardegna (+52%) e Friuli Venezia-Giulia (+24%).