Messaggio
Numero 44 del 12 novembre 2017 Stampa


Editoriale

Poche risorse e troppe attese: il contratto nazionale è incagliato

logoSenza addentrarci in un'analisi dettagliata e puntuale dell'Atto di indirizzo per il rinnovo del contratto di lavoro della dirigenza medica e sanitaria, riteniamo opportuno sottolineare due elementi che sembrano assumere un particolare rilievo critico anche alla luce dell'attuale contesto del SSN.
La prima questione riguarda le risorse economiche che sono decisamente inadeguate, come ha del resto ammesso lo stesso presidente del Comitato di Settore. In assenza di adeguate risorse è difficile immaginare, non solo di poter chiudere il rinnovo contrattuale, ma anche in concreto l'avvio della trattativa.
L’altro elemento di criticità è rappresentato dalle eccessive attese che si ripongono nel contratto. In conseguenza del “profondo riordino organizzatorio che si è verificato assieme, e a volte guidato, dall’oramai pluriennale condizione di contenimento delle risorse” si è concretamente realizzata una situazione di grande disomogeneità “dove, accanto ad una rivisitata struttura ospedaliera per acuzie, articolata funzionalmente e strutturalmente per dipartimenti, si stanno definendo nuovi modelli di assistenza, e dove il rapporto tra ospedale e territorio è segnato dalla coesistenza di strutture organizzate secondo i modelli preesistenti, magari con forti differenziazioni tra singole realtà regionali”. Pertanto l’Atto di Indirizzo auspica che “i rinnovi contrattuali diventino funzionali e strumentali ai processi di riorganizzazione in atto nel S.S.N.” e sappiano fornire “una corretta, coerente ed equilibrata soluzione per uniformare le disposizioni contrattuali al modificato quadro normativo”. Ma se è vero che il CCNL del 1996 rappresentò un strumento fondamentale per la concreta attuazione del nuovo SSN, innovando profondamente l’assetto giuridico e normativo dei rapporti di lavoro, è altrettanto vero che queste innovazioni scaturivano dal recepimento degli impulsi riformatori del D. Lgs 502/92.
Ora sembra invece che si voglia fare assumere al nuovo Contratto il ruolo e la valenza di volano dell’innovazione e soprattutto farne lo strumento per dare coerenza ed omogeneità ad un sistema esploso e frammentato nella realtà dei 21 sistemi sanitari. Il sistema ha certamente bisogno di essere innovato e di trovare coerenza ed omogeneità a livello nazionale per garantire la sua sostenibilità economica ed un’omogenea ed equa erogazione dei LEA, ma non può essere il CCNL lo strumento per ottenere questo risultato, in un'inversione di un fisiologico percorso che alla individuazione e al perfezionamento degli strumenti di attuazione deve necessariamente anteporre la definizione complessiva di un nuovo assetto dei Servizi Sanitari, mediante un percorso di riforma ragionato e organico.

Enrico Di Rosa

50° Congresso Nazionale

Ultimi due giorni per iscriversi. Si apre col Ministro il 22 novembre

logoSi chiuderanno lunedì 13 novembre le iscrizioni al 50° Congresso Nazionale SItI che si svolgerà a Torino dal 22 al 25 novembre (possibili tramite il sito internet congressuale o contattando la società organizzatrice Medicina Viva di Parma). Da quella data in poi sarà possibile solo l'iscrizione in sede congressuale. Alleghiamo il programma aggiornato al 10 novembre, che prevede, durante la cerimonia di apertura mercoledì 22 novembre alle ore 18, l'intervento del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin. A Torino sono attesi complessivamente oltre 1000 congressisti.

Ministero della Salute

Pubblicata la griglia di valutazione dei LEA 2015

logoE' stata recentemente pubblicato a cura della Direzione generale della Programmazione sanitaria del Ministero della Salute la cosiddetta "Griglia LEA", strumento principale per il monitoraggio e la verifica dell’effettiva erogazione delle prestazioni sanitari di diagnosi, cura e prevenzione su tutto il territorio nazionale mediante l’utilizzo di 135 indicatori. Nell'interessante pubblicazione si fa riferimento anche a indicatori dell'area della prevenzione (screening, coperture vaccinali, prevenzione veterinaria e nei luoghi di lavoro). Secondo il rapporto le regioni inadempienti risultano cinque: Campania, Puglia, Sicilia, Calabria e Molise. La Toscana ha fatto registrare il punteggio più elevato e continua ad emergere il grande divario Nord-Sud.

Congresso SItI-ANMDO-SIMM

Un convegno intersocietario sul Lean Management a Torino

logoIl 7 Novembre si è svolto a Torino il Convegno Regionale “Modelli di Lean Management ed impatto nelle Aziende Sanitarie” aperto con i saluti di Silvio Falco, Presidente SIMM Piemonte, di Roberta Siliquini (nella foto), Coordinatore del Collegio Docenti della SItI, e di Franco Ripa, Presidente ANMDO Piemonte e Valle d’Aosta. Nella prima sessione sono intervenuti Bacci, Matt e Rafele, professori in ambito ingegneristico ed economico, esperti di lean management aziendale, che hanno trattato gli aspetti metodologici, le opportunità, i rischi e l’impatto della gestione “snella” dei processi aziendali nel contesto sanitario. Durante la tavola rotonda sono intervenuti Bedogni, Boraso, Grossi e Zanetta che si sono confrontati sui modelli organizzativi aziendali in termini di riduzione dei costi e miglioramento della qualità dell’assistenza. Infine, sono state presentate interessanti esperienze operative di modelli lean nel sistema aziendale (M. Matera), in ospedale (R. Arione), nei percorsi di postacuzie (F. Gamna), in prevenzione (R. Siliquini) e nella gestione dei farmaci (F. Cattel). La giornata si è conclusa con l’intervento del Presidente SIMM Giuseppe Massazza che ha fornito stimolanti spunti di riflessione come il tema del Value e dell’eliminazione degli sprechi, il coinvolgimento attivo di tutti gli attori dei diversi processi che intervengono nell’assistenza, nell’ottica emergente del mettere il paziente al centro del percorso di cura.

51° Corso di Erice

Un successo il Corso su Health Literacy e Vaccine Hesitancy

logoGrande soddisfazione tra i 35 allievi ed i 23 docenti della Scuola superiore di Epidemiologia di Erice, che ha affrontato l'attuale tema di cui al titolo durante il 51° corso tenutosi dal 5 al 9 Novembre scorso, approfondendo in particolare l'influenza dell'emotività e degli automatismi mentali sul comportamento. Fondamentale per l'approfondimento è stata la multidisciplinarietà del corpo docente, composto da igienisti, psicologi ed esperti di comunicazione, ma anche l'eterogenea composizione degli allievi: oltre ai numerosi specializzandi di Igiene, una folta rappresentanza di pediatri e di assistenti sanitari; tutti hanno contribuito alla stesura del documento finale (Erice 51 Charter), destinato ad una rivista internazionale. Nel 2018 la Scuola terrà tre corsi: Responsabilità penale dell'operatore della prevenzione; Prevenzione del Doping e Promozione della salute; Valutazione dell'operatività dei Servizi Sanitari. Nel maggio del 2019 Erice ospiterà invece la prestigiosa Riunione annuale dei 100 Direttori delle Scuole di Sanità Pubblica d’Europa (ASPHER). (a cura di G.M. Fara)

Specializzandi

Gli allievi delle Scuole di Parma, Pavia e San Raffaele in visita al CDC

logoUn gruppo di 13 specializzandi delle Scuole di Specializzazione in igiene e medicina preventiva delle Università di Parma, Pavia e Vita-Salute San Raffaele (Milano), assieme ai loro direttori, hanno partecipato, dal 4 all'8 novembre, alla Conferenza Annuale della Associazione Americana di Sanità Pubblica (APHA) e visitato i Centers for Disease Control (CDC) di Atlanta (USA). La Scuola di Parma organizza annualmente la visita a istituzioni internazionali favorendo la partecipazione degli allievi della Scuola.

Specializzandi

Prossima riunione di EuroNet MRPH a Lisbona a fine novembre

logoI giovani professionisti di sanità pubblica consolidano le loro relazioni internazionali. Dal 30 Novembre al 2 Dicembre 2017 è stato programmato il Winter Meeting 2017 di Euronet MRPH, network europeo degli Specializzandi in Sanità Pubblica. I rappresentanti dei 12 Paesi si riuniranno in Portogallo, a Lisbona, per consolidare le collaborazioni internazionali già esistenti e per proseguire attivamente i progetti di ricerca in corso. (a cura di G. Voglino)

Recensioni

La congiura dei somari, il secondo libro di Burioni, già in ristampa

logoDopo “Il vaccino non è un’opinione” Roberto Burioni, Ordinario di Microbiologia all’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano pubblica un altro libro (editore Rizzoli) che affronta il tema dell’antivaccinismo e delle teorie scientificamente errate, ribattute con argomentazioni eleganti e grande autorevolezza. Vi alleghiamo una recente recensione pubblicata sul quotidiano “Il Foglio” del 6 novembre che traccia anche una breve biografia dell’autore divenuto negli ultimi due anni un grande “influencer” sulle vaccinazioni.

Recensioni

L'igienista Faino pubblica un romanzo su Ambiente e Alzheimer

logoAmori, questione ambientale e malattia di Alzheimer nel nuovo romanzo del socio SItI Alessandro Faino. "Il giardino degli amori perduti" è una cartolina di Taranto, la “città dei due mari”, come si mostrava fino al 1960, quando cominciò a prendere vita il IV Centro Siderurgico italiano. È pure il piccolo podere di Cataldo Stefani, sopravvissuto agli espropri dell’Italsider e in cui il maestro di scuola ex operaio dei cantieri navali svela al figlio Pietro l’incanto del mondo e le afflizioni dei sogni contrastati

Rinnovo iscrizioni SItI

I soci SItI salgono a 2589. Le istruzioni per rinnovare le quote

logoLa Segreteria ha aggiornato l'elenco dei soci che hanno rinnovato la quota per l'anno 2017. A oggi sono 2589; le sezioni più numerose sono Abruzzo-Molise (547) Apulo-Lucana (312) e Triveneto (233). I non iscritti possono rinnovare la quota con il MAV postale o via internet.