Messaggio
Numero 53 del 16 dicembre 2015 Stampa

Editoriale

Le Sezioni del sud rilanciano i Dipartimenti di prevenzione

logoLa 26a edizione del Congresso Siculo-Calabro sarà ricordata per il contesto invernale inusuale, per i rilevanti contenuti scientifici e per la larga partecipazione di soci tra i quali molti giovani. La concomitante presidenza di due operatori a capo delle Sezioni organizzatrici (Nicola Casuccio e Giuseppe De Vito) ha stimolato una proficua discussione sul futuro della prevenzione in Italia, sull'organizzazione dei Dipartimenti di prevenzione e sugli aspetti di ambiente e salute più che mai attuali. Peraltro su questo tema - come su quello della genomica in sanità pubblica - sono stati organizzati due importanti convegni in questi giorni sempre in Sicilia a testimonianza della vitalità scientifica delle università e dei Servizi territoriali dell'Isola.
Il prossimo importante appuntamento di valenza nazionale sarà a Lamezia Terme il 9 aprile per la III Edizione della Conferenza dei Direttori dei Dipartimenti di prevenzione che verrà organizzata come nelle precedenti edizioni in collaborazione con SNOP e SIMVEP. Sarà l'occasione per fare proposte sull'organizzazione e sulle dotazioni dei Dipartimenti di prevenzione (singoli o sdoppiati tra medici e veterinari) nell'ottica del riaccorpamento delle ASL in corso in molte regioni italiane.

Carlo Signorelli

Cambi di Statuto

L'Assemblea dei soci approva le modifiche dello Statuto

logoL'Assemblea generale dei Soci che si è tenuta presso l'Hotel Splendid La Torre di Mondello (Palermo) in occasione del XXVI Congresso Interregionale Siculo-Calabro venerdì 11 dicembre ha approvato il bilancio previsionale 2016 e apportato alcune modifiche statutarie già approvate all'unanimità dai Collegi e dal Consiglio delle Sezioni. Vedi testi modifiche e il nuovo testo dello Statuto SItI.

Organi collegiali

Sciacca (con Fara e Lagravinese) nominato tra i probiviri

logoL'Assemblea generale dei Soci ha nominato il professor Salvatore Sciacca (nella foto) quale membro del Collegio dei Probiviri. Sostituisce il compianto Giovanni Renga e affianca gli altri due membri nominati nell'Assemblea dei soci tenutasi il 17 ottobre a Milano: Domenico Lagravinese e Gaetano Maria Fara. Tra i compiti dei probiviri anche quello di dirimere eventuali questioni sui conflitti di interessi dei soci ai sensi del nuovo Codice Etico della SItI.

Prossimi Congressi

Il Congresso Apulo-Lucano e un incontro in Bocconi sulla prevenzione chiudono l'anno scientifico

logoUltimi appuntamenti scientifici dell'anno 2015. Il 18 dicembre si terrà a Bari il III Congresso regionale della SItI Apulo-Lucana dedicato a "La Prevenzione come elemento di sostenibilità del Sistema di Welfare: il ruolo dell’Igiene e della Sanità Pubblica" che si aprirà con una relazione del Presidente SItI Carlo Signorelli su "Il disegno strategico della prevenzione in Italia". Il 21 dicembre un gruppo di igienisti in rappresentanza della SItI parteciperà all'Università Bocconi di Milano a un Workshop interdisciplinare ad invito su "Prevenzione e diagnosi precoce: è possibile una collaborazione tra SSN e forme integrative?"

Convegno a Verona

La prevenzione utile in sicurezza alimentare e nutrizionale

logoSi è svolto il 9 dicembre organizzato dalla SItI Triveneto (Presidente Antonio Ferro, nella foto) in collaborazione con l'AUSL di Verona (dott.ssa Linda Chioffi) un interessante Convegno che ha inteso cogliere l'eredità di Expo 2015 “Nutrire il Pianeta, Energia per la vita” proponendo una riflessione sull’evoluzione della prevenzione. Nel corso della manifestazione si è riparlato dell’ipotesi di un museo dell’alimentazione a Verona. Leggi il commento di Emilia Guberti.

Università

Una dozzina di PRIN impegnano gli igienisti universitari. Scadenza prorogata al 16 gennaio

logoTante, molto interessanti ma forse troppe per ambire tutte al finanziamento le proposte che stanno presentando i colleghi universitari nell'ambito del bando per i Progetti di Ricerca di Interesse Nazionale (PRIN) 2015 la cui scadenza è stata prorogata al 16 gennaio 2016. Tra i progetti in fase di elaborazione uno sulle vaccinazioni (Icardi, Bonanni, Vitale, Tanzi, et al.), uno sui meccanismi patogenetici degli inquinanti atmosferici (Izzotti, Brandi, Monarca et al.), uno sull'igiene ospedaliera e le antibioticoresistenze in Sanità pubblica (Zotti, Agodi, Brusaferro, Mura, Pasquarella et al.), uno sulla promozione alla salute per le vaccinazioni (Contu, Fabiani con colleghi di Perugia, Firenze e Padova), uno su HTA (Romano-Spica, Gasparini, Liguori, Piana et al.), uno sulla prevenzione dell'obesità pediatrica (Fantini, Signorelli, Damiani, Faggiano et al.), uno sull’Urban Health (Capolongo, D’Alessandro, Cattaruzza et al.), uno sulla metodologia di gestione degli studi osservazionali (Boccia, Angelillo, Pavia, Villari, et al), uno sulle acque reflue e la diffusione delle resistenze microbiche (Privitera et al.) uno sull’organizzazione dei servizi sanitari con riguardo ai costi (Siliquini, Barbone, et al), uno per i giovani ricercatori sul meningococco (De Waure et al.) e altri ancora in fase di pianificazione.

Lettera sul BMJ

"Nuovo Piano Vaccini basato su evidenze scientifiche"

logoA un articolo del giornalista Michael Day pubblicata il 16 novembre sul British Medical Journal (BMJ) ha replicato la SItI con una lettera pubblicata il 14 dicembre sullo stesso BMJ che sottolinea come la nuova proposta di Piano Nazionale per la Prevenzione Vaccinale 2016-18, elaborata da un Gruppo di lavoro del Ministero della salute, sia basata su chiare evidenze scientifiche, che i nuovi vaccini suggeriti dal calendario per la vita siano già offerti in alcune regioni italiane e che il nuovo Piano si pone ambiziosi obiettivi di efficacia, sicurezza ed equità in linea con le raccomandazioni dell'OMS e della UE.

Curiosità

Una Sentenza del TAR su idoneità ed equivalenza dei vaccini

logoPubblichiamo la sentenza n 864/2015 del TAR delle Marche relativamente alla equivalenza tra i due vaccini antipneumococco per l'infanzia. Al di là del contenzioso commerciale (sul quale non ci esprimiamo) e del rischio di ulteriori sequele dopo le modifiche delle schede tecniche dei due vaccini successive al contenzioso marchigiano, facciamo notare come la sentenza entri nel merito della differenza tra idoneità ed equivalenza di due vaccini al fine della scelta della procedura amministrativa da adottare.

Soci SItI

Ultime settimane per rinnovare la quota associativa 2015

logoIGIENISTI ON-LINE viene inviato solo ai soci in regola con la quota associativa per l'anno 2015. Nel frattempo gli iscritti sono saliti a 2865. Per coloro che vogliono rinnovare o sottoscrivere l’adesione per il 2015 si può sempre utilizzare il modulo online, che permette di generare il MAV pagabile direttamente tramite il servizio di internet banking. Le quote associative sono rimaste invariate per il 2015 (60 euro per i soci ordinari e 40 euro per specializzandi, professioni sanitarie e under-35).