Home 2012
2012
Numero 38 del 28 dicembre 2012 Stampa

Editoriale on-line. Salviamo il Servizio Sanitario Nazionale

Abbiamo un vanto nazionale, cerchiamo di non distruggerlo. Pur con tutti i problemi, la difficile sostenibilità finanziaria e le inaccettabili differenze regionali, il nostro SSN è una conquista che permette di garantire universalità ed equità delle attività di prevenzione, di diagnosi e di cura con due punti percentuali di PIL in meno rispetto a Francia e Germania e con indicatori sanitari da primato mondiale. Si dice che hanno cambiato anche gli inglesi da cui ci siamo ispirati. Questo fatto non ci deve condizionare: l'importante per l'Italia è trovare la ricetta giusta in quanto la politica dei tagli lineari è a fine corsa e sta rischiando di far implodere il sistema. La Società Italiana di Igiene e la grande maggioranza dei suoi Soci (vedi sondaggio) ritiene che le due proposte politiche che aleggiano in queste settimane non siano auspicabili: i superticket rischiano di far pagare due volte alle fasce di reddito alte il SSN e di depistare in modo disordinato verso il privato (oggi molte prestazioni private sono già competitive con i ticket); l'apertura verso i fondi integrativi gestiti da assicurazioni apre prospettive di mercato ma richiederebbe una riforma radicale del sistema. Ci chiediamo se ne valga la pena.
Nella sua lunga storia la SItI ha annoverato tra i suoi Soci più rappresentativi Giovanardi e Seppilli, padri ispiratori del SSN. Oggi riteniamo che il SSN debba essere salvato a tutti i costi con scelte strategiche e opportune operazioni finanziarie; e a riguardo i nostri Soci ritengono che ci sia ancora molto da fare per recuperare risorse. Solo così possiamo dare impulso e valorizzare le politiche di prevenzione, difendere le attività dei nostri servizi e la nostra storia. Con questo auspicio auguriamo a tutti Buon 2013.

Carlo Signorelli

 

La parola ai Soci su SSN, SIAN e RSSP

- Il futuro dei SIAN (E. Alonzo & Gruppo alimenti)
- SIAN-Toscana: di male in peggio (G. Bonaccorsi)
- Alleanza tra pubblico e privato per il SSN (G. Pelissero)
- A proposito della Relazione sullo stato sanitario (V. Carreri)
- SSN, Università e ambiente nell'Agenda Monti (G.M. Fara)


Organi SItI riuniti a Milano: nominato il Comitato scientifico

La Giunta esecutiva e il Consiglio delle Sezioni Regionali (CSR) della SItI si sono riuniti a Milano il 18 dicembre presso il Centro Congressi della Fiera, sede del Congresso Nazionale SItI del 2015 e della European Public Health Conference. Notevole la partecipazione di quasi tutti i Presidenti delle Sezioni regionali.
Tra le decisioni prese il parere favorevole sul Regolamento del Comitato scientifico e la nomina dei membri che sono Rossella Coppola (coordinatore, nella foto), Alessandro Zanetti, Paolo Villari, Roberto Gasparini, Mario Lizza, Luca Sbrogiò e Pierluigi Lopalco. Per quanto riguarda i gruppi di lavoro - in vigore il nuovo Regolamento - sono stati al momento nominati solo i board ristretti dei gruppi Vaccini e Alimenti (nuovo coordinatore sarà Emilia Guberti). Dopo la raccolta delle proposte da parte dei gruppi uscenti e delle Sezioni regionali la Giunta provvederà a nominare tutti gli altri nella riunione del 22 gennaio. Il 19 dicembre si sono riuniti sempre a Milano il Collegio degli operatori di sanità pubblica e delle direzioni sanitarie e la Consulta delle professioni sanitarie.


Nuove regole per l'accesso alle specializzazioni?

Potrebbero a breve essere introdotte nuove regole per l'accesso alle scuole di specializzazione dell'area medica: la Direzione generale per l'Università del MIUR ha infatti inviato al CUN per un parere formale una bozza per la riforma del sistema formativo post laurea. In sintesi, il documento prevede l'introduzione di 85 quesiti a risposta multipla scelti da un archivio nazionale non noto (una prima parte, pari a 70, su argomenti inerenti al corso di laurea in Medicina e Chirurgia e una seconda parte, pari a 15, differenziata per tipologia di scuola). Inoltre, i titoli potrebbero essere valutati con l'attribuzione di un punteggio massimo fino a 15 punti, 10 dei quali sulla base del voto di laurea e 5 in funzione degli anni impiegati per il conseguimento della laurea. Novità anche nella composizione delle Commissioni locali: tre componenti potrebbero essere di nomina ministeriale. Infine, la graduatoria potrebbe essere su base macroregionale (come per l'ammissione a Medicina) o nazionale.


HPV: crescono (lentamente) le coperture

Avanti adagio. Al 30 giugno 2012 la copertura del 70% per 3 dosi di vaccino HPV è stata raggiunta per la coorte 1997 da 11 Regioni, per la coorte 1998 da 9 Regioni e per la coorte 1999 solo da 5 Regioni. E' quanto emerge dal Rapporto semestrale dell'ISS sullo stato di avanzamento della campagna vaccinale.
Sul tema HPV segnaliamo altre pubblicazioni: un aggiornamento del Rapporto dell'ECDC sull'introduzione nei paesi UE del vaccino (settembre 2012) ed il Quaderno de Il Sole 24 Ore Sanità (10 dicembre 2012) intitolato "La vaccinazione contro l’HPV: un passo avanti nel ridurre diseguaglianze nella società" a cura della Fondazione Giovanni Lorenzini, disponibile sul sito internet della Fondazione (www.lorenzinifoundation.org/). Questo Quaderno rappresenta l’evoluzione del precedente, pubblicato nel Maggio 2010, dal titolo “Protezione della salute del cittadino nella società: il modello HPV”, scaricabile dallo stesso sito, ed affronta il tema della vaccinazione HPV universale, allargata cioè al sesso maschile.


Parte il progetto vaccinar.SI contro i web "spazzatura"

La SItI ed in particolare il suo Gruppo vaccini sarà impegnata attivamente in un progetto per contrastare la disinformazione diffusa su web riguardo le pratiche vaccinali. Molte famiglie si affidano infatti sempre più alle informazioni disponibili e diffuse su internet e, purtroppo, la divulgazione di dati inesatti e della disinformazione in ambito medico ha creato un danno di immagine e di credibilità per la Sanità Pubblica. In Italia la recente indagine sui determinanti del rifiuto dell’offerta vaccinale promossa dalla Regione Veneto ha evidenziato come associazioni contrarie alle vaccinazioni, internet e passaparola sono le fonti non-istituzionali più frequentate dai genitori che non vaccinano.
Il progetto vaccinar.SÌ della SItI, con la collaborazione di Farmindustria, intende approntare una misurata e verificabile informazione sul web, rendendola usufruibile agli utenti e a tutti gli operatori sanitari coinvolti nelle attività vaccinali. La SItI ritiene fondamentale appoggiare questo progetto garantendone così una immediata ed efficace divulgazione. Il referente del progetto è il dottor Antonio Ferro, Direttore del Dipartimento di prevenzione dell'ULSS di Este.


Equipe vaccinale assassinata in Pakistan

Altre vittime tra il personale inviato da UNICEF e OMS in Pakistan per condurre una campagna vaccinale antipolio. La settimana scorsa un'infermiera, un autista e un medico sono stati assassinati durante una missione a Peshawar, città a nord del Paese. A seguito del tragico episodio le organizzazioni internazionali hanno sospeso le attività vaccinali dilazionando ulteriormente il termine per l'eradicazione della poliomielite.


Nuova Newsletter della SItI Lazio

La Sezione Lazio ha pubblicato la prima Newsletter indirizzata a tutti gli iscritti della Sezione per incrementare la partecipazione dei Soci, pubblicizzare gli eventi sociali e rinvigorire in una Regione commissariata le attività di promozione della salute, di prevenzione delle malattie e, più in generale, di sanità pubblica. Al Presidente Paolo Villari i complimenti per l'iniziativa e gli auguri di buon lavoro.


Gentili confermato al vertice della CARD

Secondo mandato al vertice della CARD (Confederazione Associazioni Regionali di Distretto) per Gilberto Gentili, 54 anni, Direttore del Distretto sanitario di Senigallia confermato all'unanimità al vertice dell'Associazione. Antonio Trimarchi (Presidente Card-Veneto) è stato confermato in uno dei due ruoli di vicepresidenza mentre Gennaro Volpe (Presidente Card-Campania) è stato eletto al posto di Anselmo Madeddu oggi impegnato come Direttore Sanitario della Asl di Siracusa. Ai nuovi vertici gli auguri di Buon Lavoro da parte della SItI.


I principali appuntamenti scientifici del 2013

Ecco l'elenco degli appuntamenti scientifici dei prossimi mesi di cui abbiamo ricevuto fin qui notizia. Si invitano gli organizzatori delle altre manifestazioni di darne comunicazione alla redazione di IGIENISTI ON-LINE. Il Consiglio delle Sezioni Regionali del 18 dicembre cercherà di compilare un calendario di massima di tutte le manifestazioni SItI nazionali e regionali dell'anno 2013. Tutti i corsi di formazione e i convegni di interesse igienistico sono pubblicati anche sul sito internet della SItI.

 


Buon Anno a tutti i Soci. La Segreteria riapre il 2 gennaio

Il Presidente e la Giunta Nazionale rivolgono a tutti i Soci i migliori auguri per il 2013.
La Segreteria SItI nazionale sarà chiusa fino al 2 gennaio.


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 38