Home 2014
2014
Numero 43 del 14 dicembre 2014 Stampa

Editoriale

La sanità nel nuovo Titolo V: si rischia un altro pasticcio

logo

Una parte dei problemi che la nostra organizzazione sanitaria ha avuto negli ultimi 14 anni è da ascrivere all'infelice cornice legislativa del nuovo Titolo V che, introducendo per la tutela della salute il meccanismo della legislazione concorrente, ha aperto la strada a modelli regionali originali e talvolta innovativi ma anche a innumerevoli conflitti istituzionali, interminabili iter burocratici presso la Conferenza Stato-Regioni e disequità nelle offerte ai cittadini che il mondo della prevenzione ha visto ben rappresentate nelle "macchie di leopardo" delle politiche vaccinali.
Oggi il Titolo V si avvia - se il Governo Renzi non inciampa - a una revisione che supera la legislazione concorrente stabilendo compiti esclusivi della Stato e materie di completa gestione delle Regioni. Abbiamo da subito temuto che per la sanità (e più in generale per il settore socio-assistenziale) la suddivisione fosse non facile e foriera di interpretazioni stravaganti e non uniformi. Non ci stupisce quindi che la Commissione Affari Sociali della Camera abbia elencato alcune perplessità e proposte di integrazione. Ci stupisce un po' di più che concluda comunque con il parere favorevole al testo licenziato dal Senato quest'estate.

Carlo Signorelli

Gruppi di lavoro SItI

"Una proposta innovativa". Più Gruppi e 12 nuovi coordinatori (su 16)

logo

Saranno 16 i Gruppi di Lavoro della nostra Società Scientifica per il prossimo biennio guidati da 12 nuovi coordinatori e 4 conferme (Stefania Boccia, Paolo Bonanni, Margherita Ferrante e Cesira Pasquarella). E' stata questa la decisione della Giunta Esecutiva riunita a Venezia il 9 dicembre che ha deliberato anche i referenti di Giunta per ciascun gruppo proponendosi di chiudere entro la prossima riunione del 22 dicembre con gli obiettivi dei gruppi e la nomina dei board ristretti. A riguardo verranno interpellati sia i neo-coordinatori che i Presidenti dei Collegi e delle Consulte nonchè i Presidenti delle Sezioni regionali. Tra le novità assolute i gruppi di lavoro su HTA e Health Promotion e tre gruppi focalizzati sui tre sbocchi professionali principali degli specialisti in igiene e medicina preventiva che vedranno la partecipazione attiva anche dei medici in formazione. "Una proposta forte e innovativa - ha sottolineato il Presidente della SItI Carlo Signorelli - che allarga gli orizzonti delle attività scientifiche e formative della nostra società e coinvolge molti volti nuovi tra i quali un architetto, un neo-professore di medicina del lavoro, un neo-specialista che lavora in direzione sanitaria nonchè colleghi di provata esperienza professionale ai vertici di aziende sanitarie".

Lotta la Tabagismo

Pubblicato il manifesto dell'Endgame del tabacco in Italia

logo

Il 9 dicembre è stato lanciato il Manifesto dell'endgame ("fine corsa") del tabacco in Italia che è anche stato inviato a diverse istituzioni incluso il Consiglio Superiore di Sanità. Ben 24 società scientifiche e professionali di Sanità Pubblica italiane tra cui la SItI hanno elaborato e sottoscritto il Manifesto al fine di promuovere un programma graduale di interventi efficaci per ridurre l'uso di tabacco, e arrivare in 25 anni all’eradicazione del tabagismo (prevalenza di fumatori tra la popolazione generale inferiore al 5%). Le società scientifiche di Sanità Pubblica che hanno promosso questo Manifesto, invitano le istituzioni interessate - prime fra tutte il Ministero della Salute, il Ministero dell’Economia e Finanze, il Ministero delle Politiche Agricole, il Ministero dello Sviluppo Economico, oltre che la Presidenza del Consiglio - a un confronto sulla strategia per l’endgame in Italia, e si dichiarano fin d’ora disponibili a ogni collaborazione al fine di una sua rapida definizione. Il Presidente SItI ha identificato nella professoressa Maria Sofia Cattaruzza (Sapienza di Roma, nella foto) il referente del progetto per la nostra società.
Tutti i soci della SItI possono aderire al manifesto sul sito www.tobaccoendgame.it.

Organi collegiali SItI

Il 22 dicembre il Consiglio delle Sezioni e altre riunioni SItI

logo

SItI-day a Milano il 22 dicembre quando si terranno una serie di riunioni operative della SItI presso l'Università Statale e l'Ospedale Policlinico in questa sequenza: si inizia alle 10.30 con la riunione dei Direttori delle Scuole Specializzazione e con il Collegio degli operatori. Alle 12.00 si svolgerà il Consiglio delle Sezioni Regionali, alle 14.00 la Riunione dei nuovi coordinatori dei Gruppi di lavoro e alle 15.00 si chiuderà con la Giunta Esecutiva SItI.

Politiche vaccinali

Effetto Fluad, nuove risoluzioni UE e Manifesto di Erice

logo

All'indomani del "caso Fluad" la SItI, con le altre società scientifiche che hanno collaborato al Calendario per la Vita, ha sottoscritto un comunicato stampa di rassicurazione sull'efficacia e sicurezza della vaccinazione antinfluenzale. Negli stessi giorni (1 dicembre) il Consiglio della UE, con un decisivo impulso del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, ha approvato una risoluzione che ribadisce l'importanza delle politiche vaccinali nei paesi della UE e la necessità che l'approccio sia globale includendo aspetti formativi, apporti dei diversi stakeholders (tra cui università e comunità scientifiche), condivisione delle strategie col personale sanitario, trasparenza degli studi e introduzione di nuovi vaccini quando esistono solide evidenze scientifiche. Di queste importanti novità, della possibile sospensione dell'obbligo vaccinale in altre regioni oltre al Veneto e dei nuovi calendari regionali si è parlato il 9 dicembre in un convegno a Venezia, organizzato da Regione, ULSS 17 e SItI Triveneto, che ha visto tra gli altri la partecipazione di Gianni Rezza (Istituto Superiore di Sanità), Carlo Signorelli (Presidente della SItI) e Francesca Russo (Regione del Veneto).
Sul quanto mai attuale dibattito scientifico sui vaccini segnaliamo anche un recente supplemento de Il Sole 24-Ore sulla vaccinazione anti-HPV e il Manifesto di Erice, elaborato da docenti, tutor e discenti di un corso residenziale sui sistemi vaccinali tenutosi dal 24 al 27 novembre presso la Scuola Ettore Majorana che ha visto autorevoli partecipazioni.

EUPHA

L'elogio di McKee a Ricciardi dopo il passaggio delle consegne

logo

Durante la 7a edizione della Public Health Conference, tenutasi a Glasgow dal 19 al 22 novembre, c'è stato il passaggio di consegne tra il presidente uscente Walter Ricciardi (Roma) e il nuovo presidente EUPHA Martin McKee (Londra). E proprio il neo-Presidente ha voluto dedicare all'amico e collega uscente un editoriale sullo European Journal of Public Health che ne traccia il profilo scientifico e istituzionale e riassume, in un inglese raffinato, i principali obiettivi raggiunti durante il suo mandato in chiave di sviluppo della sanità pubblica in Europa.

EuroNet MRPH

Riunione a Lisbona degli specializzandi europei in sanità pubblica

logo

Sabato 6 Dicembre si è svolto a Lisbona il 3° Meeting 2014 di EuroNet MRPH (Medical Residents in Public Health). La Delegazione Italiana era composta da Noemi Michela Longone, Salvo Parisi, Marco Rosa e Francesco Soncini e da un folto gruppo di colleghi intervenuti come “observer”. Tutti hanno partecipato ai gruppi di lavoro, tra i quali Funds and Grants, Residencies Comparison ed International Health Electives, e collaborato alla programmazione delle strategie future del Network. Nel 2015 l’Italia ricoprirà la posizione di Communication Lead, con l’obiettivo di perfezionare strumenti e metodologie comunicative, oltre che divulgare i risultati del lavoro compiuto. EuroNet MRPH continuerà inoltre a facilitare lo svolgimento di tirocini per specializzandi in Igiene e Medicina Preventiva nelle più importanti organizzazioni internazionali, strutture ospedaliere e di ricerca di eccellenza. Il Meeting di Lisbona si è concluso con i saluti di Rocìo Zurriaga (Spagna), e di Bernardo Gomes (Portogallo), rispettivamente Presidente e Tesoriere nel 2014. Per ulteriori informazioni riferirsi al sito www.euronetmrph.org o scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Milano 2015

Ultimi giorni per le iscrizioni low di Milano 2015. Da gennaio le nuove quote di iscrizione

logo

La macchina organizzativa di Milano 2015 è già in moto da alcuni mesi. Si tratta di un appuntamento scientifico che si connota per più di un elemento di unicità. Anzitutto il 48° Congresso Nazionale si svolgerà in concomitanza con la 8th European Public Health Conference, promossa da EUPHA, che rappresenta l’appuntamento scientifico più rilevante a livello internazionale per le tematiche della sanità pubblica. Un parallelismo congressuale, ospitato presso il modernissimo MiCo, che si terrà nel periodo di apertura di Expo. Già nella brochure di presentazione distribuita a Riccione era prevista la possibilità di iscrizioni a basso costo ai due eventi (299 euro, che scendono a 199 per giovani, specializzandi e operatori delle professioni sanitarie). Un'offerta da non perdere considerando che dal 1 gennaio le quote associative saranno di 400 euro + IVA per i soci ordinari e 300 euro + IVA per le categorie agevolate (specializzandi e professioni sanitarie)

Iscrizioni SItI anno 2014

Soci record a 2577! Ultimi giorni per rinnovare le quote

logo

Il rinnovo delle quote associative della SItI per il 2014 potrà avvenire in tutte le banche e uffici postali utilizzando il MAV che è stato inviato per posta a tutti i nostri soci. Le quote di iscrizione sono di 60 euro per i soci ordinari e 40 euro per le categorie che fruiscono della riduzione. I nuovi iscritti (e coloro che non avessero ricevuto il MAV corretto) possono compilare il form di iscrizione che permetterà la generazione di un avviso di pagamento MAV da pagare on-line tramite carta di credito o, se previsto, tramite il servizio offerto dal proprio istituto di Internet Banking. Il MAV può essere inoltre stampato e pagato presso tutti gli sportelli bancari oppure presso tabaccherie e ricevitorie Lottomatica abilitate. Al momento i soci iscritti alla SItI per il 2014 sono 2577 (record degli ultimi 25 anni!) con una distribuzione per sezione regionale che mostra il consueto primato della Sezione Abruzzo-Molise (477 soci), seguito da Lombardia (252), Lazio (250), Campania (235), Triveneto (221), Apulo-Lucana (210).

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 45