Home 2020
2020
Numero 08 del 28 marzo 2020 | Stampa |


Editoriale

Anche nell'Igiene ci sarà un prima ed un dopo COVID-19

logoDopo questa tremenda crisi dovrà cambiare il nostro modo di vedere il mondo, un cambiamento di "Weltanschauung" sui servizi sanitari, la loro organizzazione e la loro implementazione a livello nazionale, regionale e aziendale, in ogni ambito e settore di attività: prevenzione, territorio, ospedale. Ci sarà un prima ed un dopo COVID-19. E niente potrà essere uguale a prima. Analizzare quanto fatto, mettere in evidenza criticità e punti di forza e formulare nuove idee e nuove proposte sarà uno dei compiti e delle responsabilità delle SItI... (...leggi tutto...)

Enrico Di Rosa
Coordinatore Collegio Operatori SItI


COVID-19

Sbrogiò: ecco le possibili spiegazioni della bassa letalità in Veneto

logoIn questo momento la grande differenza di letalità tra Lombardia e Veneto (circa 4 volte) può essere in parte spiegata dai numerosi tamponi fatti al personale sanitario (nella mia azienda ad ora siamo a circa il 20%, positivi 5.8%, e si prosegue con un criterio logico prioritarizzando i servizi più a rischio espositivo). Uno sforzo enorme, iniziato subito già 1 mese fa' (con il primo caso veneziano) perché avevamo già pronta la metodologia allestita giorni prima e applicata in numeri ridotti quando il tema era "cinese con tosse che arriva all'aeroporto" (presunta non circolazione virale in Italia). Questa azione e conseguente isolamento/quarantena di quasi 400 operatori ha permesso di limitare moltissimo il contagio intraospedaliero quando l'allerta era bassa e non tutto il personale attenzionato e con DPI come è ora. A questa azione da una settimana si è aggiunta l'offerta attiva di tamponi a farmacisti, MMG, PLS, CAI, SAI e operatori case di riposo. Azione in corso. Ora abbiamo in sorveglianza circa 2000 persone. Ma a seguito degli obblighi statali/regionali in corso (stare a casa) mi pare abbia un significato più clinico che di prevenzione di massa. Persiste confusione sul significato del test (molti lo invocano quasi fosse un vaccino per sempre e non colgono il significato di lettura istantanea di presenza/assenza virus) e quindi suo uso appropriato. Anche su dispositivi medici (mascherine) non è stata detta una parola definitiva.


COVID-19

Calo delle vaccinazioni nei Centri ASL. Tengono solo le obbligatorie

logoNon c'è un'indicazione nazionale ma molti centri vaccinali hanno ridotto l'operatività limitandola alle vaccinazioni obbligatorie. Dopo l'epidemia occorrerà tirare le fila soprattutto sulle vaccinazioni dell'adolescente, dell'adulto e dell'anziano che hanno risentito maggiormente di questa crisi del Sistema sanitario. Per non parlare degli appuntamenti spostati e differiti dai genitori a seguito dei provvedimenti di blocco delle attività.


COVID-19

Specializzazioni: verso un nuovo bando senza riaccreditamento?

logoLa paralisi nazionale sta avendo ripercussioni sul sistema universitario: oltre a lezioni e organi collegiali on-line non è ancora stato insediato il nuovo Osservatorio nazionale delle Scuole di specializzazione e non sono state aperte le procedure per l'accreditamento delle singole Scuole. L'ipotesi più probabile è che vengano assegnati i contratti tenendo in considerazione gli accreditamenti dell'anno 2019 (si spera con un congruo aumento di posti anche a seguito del maggior numero di laureati in questo anno accademico). Come noto è stata differita al 31 luglio 2020 la data di scadenza della presentazione delle domande per le abilitazioni nazionali universitarie.


COVID-19

Due nuovi documenti ISS su ambienti indoor e autopsie

logoSi segnala che nella sezione “Pubblicazioni” de sito dell’ISS è disponibile una nuova sezione dedicata al COVID-19. In particolare si segnalano due nuovi rapporti tecnici:
- Rapporto ISS COVID-19 n. 5/2020. Indicazioni ad interim per la prevenzione e gestione degli ambienti indoor in relazione alla trasmissione dell’infezione da virus SARS-CoV-2. Versione del 23 marzo 2020. Gruppo di Lavoro ISS Ambiente e Qualità dell’aria indoor. 2020, ii, 7 p. Rapporti ISS COVID-19 n. 5/2020
- Rapporto ISS COVID-19 n. 6/2020. Procedura per l’esecuzione di riscontri diagnostici in pazienti deceduti con infezione da SARS-CoV-2. Versione del 23 marzo 2020. Gruppo di Lavoro ISS Cause di mortalità 2020, ii, 7 p. Rapporti ISS COVID-19 n. 6/2020.


COVID-19

Prossimi congressi tra annullamenti, posticipi e edizioni digitali

logoLa paralisi nazionale sta avendo ripercussioni sul sistema congressuale nazionale e internazionale non solo per le cancellazioni ma anche per la crisi economica degli operatori del settore. Ieri è stato diffuso un elenco di importanti congressi internazionali con l'elenco delle cancellazioni, dei posticipi (alcuni ottimistici) e delle "conversioni digitali". La SItI prenderà decisioni nelle prossime settimane dopo avere constatato l'evoluzione epidemica. Fino a luglio 2020 non risulta confermato alcun convegno "on-site" mentre si segnala il primo webinar specifico sulla risposte dell’igiene all'emergenza.

Note di soci, brevi news e curiosità

Ferro: serve sistema di sorveglianza epidemiologica

logoVi propongo di attivare al più presto un sistema di sorveglianza epidemiologica del COVID-19 sul modello di quello utilizzato per l’influenza. A questo proposito il sistema di sorveglianza epidemiologica dell’influenza ci dimostra che il numero di casi sta diminuendo e l’incidenza si sta attualmente collocando all’interno della soglia di bassa intensità (incidenza casi nella 10° sett. del 2020, infatti, è pari a 4,26 casi/1000 abitanti) e nelle prossime settimane sarà assolutamente ininfluente (Antonio Ferro).

Cinquetti: una proposta per azioni nell'immediato

logoAlcune considerazioni: 1. la strategia di Venezia di prepararsi per tempo é stata ottima e ha dato risultati; 2. la potenzialità di esecuzione dei tamponi non é illimitata e quindi servono criteri; 3. in questa fase epidemica ogni caso di ILI (febbre-tosse), va considerato Covid; ormai si può utilizzare l’acronimo CLI (Covid Like Illness), cui andrebbe prescritto l’isolamento a domicilio (mai in ospedale!). Il tampone, per questi casi, non aggiunge molto in termini preventivi e pochissimo in termini terapeutici. Eventualmente può servire per dichiarare il soggetto guarito alla fine dei 14 giorni; 4. é utile la somministrazione estesa del tampone in ambito sanitario, agli operatori asintomatici attivi, potenziali ‘grandi diffusori’, per toglierli dall’assistenza (con i problemi che ne derivano, tuttavia); 5. solo i MMG organizzati in gruppi reggono l’urto di questa vicenda; i singoli, salvo rari casi, "vacillano"; 6. contrariamente a ciò che propongono i media, la pandemia Covid si contrasta con gli strumenti della Public Health, soprattutto con le misure contumaciali, e non della clinica (Sandro Cinquetti).

In Emilia-Romagna terapia domiciliare ai sospetti (in attesa del tampone)

logoVi segnalo un filmato prodotto dal Dipartimento di Prevenzione di Bologna che mostra l’evoluzione nel tempo dei casi locali. A Bologna si è deciso di aggredire i paucisintomatici segnalati dai MMG con i quali sono stati creati sistemi di segnalazione rapidi di sospetta malattia infettiva. Su consulenza degli infettivologi viene immediatamente attivata una terapia anticorona domiciliare (antivirali, antireumatoide, clorochina) , la più indicata nello specifico. Sono gli infermieri dell’assistenza domiciliare a portare il farmaco. Il DP ha il compito della sorveglianza tenendo i rapporti col paziente e con il MMG. Tutto ciò a prescindere dal tampone che spesso rallenta l’inizio del percorso terapeutico (Fausto Francia).

Protocollo per la prevenzione e la sicurezza dei lavoratori della Sanità

logoIl presente protocollo costituisce un addendum al Protocollo "di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2 negli ambienti di lavoro", sottoscritto il 14 marzo 2020 tra le parti sociali, su invito del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri competenti (Gennaro De Pasquale).

Bagnasco: vaccino antipneumococco protettivo?

logoQualcuno sa qualcosa sull'ipotesi che in Germania il numero di morti sia inferiore anche per effetto di una diffusa vaccinazione antipneumococcica tra gli anziani? E dell'indicazione a vaccinare in corso di epidemia? La Merkel infatti è stata vaccinata (da un medico infetto, ma questo non c'entra) (Gabriele Bagnasco).

Task force a Modena e Padova

logologoA UNIMORE è stata organizzata una task force di Sanità pubblica per rispondere agli utenti e alla città sui problemi relativi al Coronavirus di nostra pertinenza. Sta avendo un grande successo. L'Università di Padova coordina progetti correlati al COVID-19 in ambito epidemiologico, clinico-assistenziale e tecnologico. Attualmente si sta modellando la mole di dati raccolti nell'epicentro dell'epidemia (Paola Borella, Vincenzo Baldo).

Il COVID-19 colpisce anche un'igienista

logologoE' deceduta per polmonite da Coronavirus la collega Vincenza Amato, medico del servizio di igiene e sanità pubblica presso l'ATS di Bergamo che aveva recentemente collaborato per un progetto CCM su Urban Health con i colleghi igienisti del Politecnico di Milano. Sentite condoglianze alla famiglia.


Iscrizioni

Prosegue la campagna iscrizioni 2020 con la nuova quota per i neo iscritti

logoI Soci in regola con la quota associativa hanno ricevuto nella propria casella di posta elettronica l'invito al rinnovo per il 2020. Le quote associative non sono state modificate:
- 60,00 euro per la quota ordinaria;
- 40,00 euro per la quota juniores riservata ai nati dopo il 1° gennaio 1984, agli Specializzandi, Dottorandi, Assegnisti, Borsisti e Operatori delle Professioni Sanitarie tecniche della prevenzione, infermieristiche, ostetriche, tecnico-sanitarie e riabilitative.
Inoltre da quest'anno è prevista la quota di 20,00 euro per i nati dopo il 1° gennaio 1984, Specializzandi, Dottorandi, Assegnisti, Borsisti, Operatori delle Professioni Sanitarie tecniche della prevenzione, infermieristiche, ostetriche, tecnico-sanitarie e riabilitative e Studenti non lavoratori dei Corsi di Laurea che si iscrivono per la prima volta o che si iscrivono nuovamente dopo aver perso la qualifica di socio (non iscritti nel 2018 e 2019).
I nuovi Soci o i Soci che non hanno ricevuto l'invito al rinnovo possono iscriversi accedendo al modulo online dopo aver validato il proprio indirizzo email.


Twitter

L'iceberg COVID, i posti in terapia intensiva e la tragedia di NY

logoIn tanti pubblicano dati e teorie sull'epidemia di COVID-19 attualmente in corso. Il professore di Pediatria inglese Debby Bogaert ha raffigurato le differenze nelle notifiche tra Regno Unito e Germania logo con la teoria dell'iceberg e le differenze rispetto ai posti letto di terapia intensiva in 4 paesi europei. Andrea Silenzi documenta la tragedia epidemica di New York mentre Walter Ricciardi sottolinea la necessità di misure dure per mitigare la diffusione di cassi.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 8