Home Maggio 2019
Maggio 2019
Numero 13 dell'8 maggio 2019 | Stampa |


Editoriale

Quel vento di sanità pubblica che investe l'Europa

logoAlla vigilia delle elezioni europee percepiamo una diffusa volontà di portare all'attenzione dei più alti vertici istituzionali vari temi che riguardano la sanità pubblica, come la copertura sanitaria universale, il potenziamento dei servizi sanitari, la lotta all'antibiotico-resistenza ed alla vaccine hesitancy fino ai rischi dei cambiamenti climatici ed ai vantaggi di vivere in città "sane". In un recente editoriale pubblicato sullo European Journal of Public Health il Direttore OMS-Euro uscente, Zuszanna Jakab, enfatizza i risultati raggiunti con la Coalition of Partners e le sfide future. EUPHA, la più importante società scientifica europea di sanità pubblica - che vede la SItI tra i componenti più attivi - ha pubblicato un documento di indirizzo per i prossimi membri del Parlamento Europeo, mentre la 12a Conferenza Europea di Marsiglia (20-23 novembre) fa registrare il record di abstract inviati (2025!) e di workshop proposti (150). Un altro classico appuntamento, la Riunione annuale dei direttori delle Scuole di Sanità Pubblica europee dell'ASPHER, organizzata quest'anno dalla SItI ad Erice dal 26 al 29 maggio, fa registrare il record assoluto di partecipanti, con un "sold out" che metterà a dura prova le strutture del Centro Majorana e del caratteristico comune medioevale siciliano. Eventi internazionali come la European Immunization Week, la European Public Health Week e la giornata mondiale OMS del lavaggio delle mani catalizzano sempre più l'attenzione del mondo scientifico, dei media e delle istituzioni. Per non parlare di articoli, documenti, linee-guida di cui sentiamo parlare continuamente e di cui cerchiamo di dare notizia sulla nostra Newsletter. Insomma, a fronte di equilibri politici instabili e di un'economia che non decolla, la spinta verso scelte politiche di sanità pubblica s