Home
Giugno 2017


Numero 25 del 30 giugno 2017 Stampa


Editoriale

Non solo vaccini: ecco il programma del 50° Congresso SItI

logoIn attesa dell'auspicata conversione del Decreto Legge Lorenzin sui nuovi obblighi vaccinali e delle conseguenze operative (per le quali la SItI si è resa pienamente disponibile) abbiamo optato per un numero di Igienisti on-line "vaccine-free" dopo le tante polemiche e le strumentalizzazioni delle ultime settimane. L'occasione ci permette di raccontare la follia dell'ultimo decreto interministeriale MIUR-Sanità sulle Scuole di specializzazione ma anche di diffondere il programma preliminare del 50° Congresso Nazionale della SItI di Torino in programma dal 22 al 25 novembre 2017.

Carlo Signorelli

50° Congresso Nazionale

Sei Plenarie e 12 Workshop: il Congresso di Torino prende corpo

logoTemi attuali e multidisciplinari con molti ospiti esterni per rappresentare l'apertura della nostra società scientifica verso altre discipline, istituzioni e più in generale stakeholders impegnati nelle strategie di sanità pubblica. Il programma preliminare del 50° Congresso Nazionale di Torino presenta sei sessioni plenarie dedicate a Healthy ageing, Salute delle migrazioni, Emergenze sanitarie, Urban Health, Vaccinazioni e Organizzazione dei servizi sanitari territoriali. Tra gli invitati un assessore regionale, un sindaco nonché rappresentanti di prestigiose istituzioni nazionali e internazionali. A corollario del programma 12 workshop proposti da Collegi, Consulte e Gruppi di lavoro della SItI, i simposi sponsorizzati e le tradizionali sessioni di comunicazioni brevi e poster per le quali la scadenza per l'invio degli abstract é stata fissata per il 9 settembre 2017. Tutte le informazioni sulle iscrizioni e invio degli abstract sul sito dedicato.

Specializzazioni

Le incongruenze del decreto per l'accreditamento. Slitta al 10 luglio il termine

logoIl recentissimo Decreto interministeriale recante gli standard, i requisiti e gli indicatori di attività formativa e assistenziale delle Scuole di specializzazione di area sanitaria, funzionale per l’emanazione del prossimo bando per l’accesso alle Scuole ha messo in crisi il sistema delle Scuole di Specializzazione. Infatti i nuovi standard di accreditamento, con nuovi requisiti e indicatori di performance, hanno palesato incongruenze e talvolta errori tali da non permettere ai Direttori di completare le procedure di accreditamento. Il MIUR è corso ai ripari prorogando dal 3 al 10 luglio la scadenza ma i problemi e le perplessità permangono. Critico il commento di Roberta Siliquini, Ordinario di Igiene a Torino e Presidente del CSS: "La piattaforma non tiene conto di alcuni attuali aspetti organizzativi e operativi del nostro SSN, le strutture da cui attingere non sono aggiornate. Il consiglio é comunque quello di inserire tutto quello che si ritiene utile per la rete formativa delle Scuole facendo ricorso alle note possibili in calce alla procedura. Esiste ormai la consapevolezza degli Enti preposti relativamente alle criticità del provvedimento che ha comunque buoni principi: confidiamo nel fatto che se ne terrà debito conto".

Specializzazioni

Il problema delle sedi delle Scuole di Igiene e la valutazione scientifica per i professori a contratto

logoI Direttori sanitari, i Direttori dei Dipartimenti di Prevenzione e tutti gli Operatori Sanitari che vorranno mantenere la funzione di professore a contratto nelle 34 Scuole di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva (vedi la distribuzione dei posti nel 2016) dovranno superare almeno uno dei tre indicatori (numero di pubblicazioni negli ultimi 5 anni, numero di citazioni e valore dell'Indice h negli ultimi 10 anni) dell'Abilitazione Scientifica Nazionale relativi ai professori associati nel Settore Scientifico Disciplinare di riferimento. E' una delle "innovazioni" volute dal Ministero che sta destando molte perplessità e dubbi sulla sua reale efficacia, con il rischio di perdere validissimi docenti e quella interazione con i servizi che è la forza delle nostre Scuole. Dibattuto in questi giorni anche il problema delle sedi delle Scuole di Igiene e Medicina Preventiva che il Decreto vorrebbe in ambiti del SSN ma con Direzioni universitarie, fatto raramente realizzabile. A tutt'oggi l'idea prevalente dei Direttori, coordinati da Gaetano Privitera è quella di ubicare le strutture di sede congiuntamente nelle Direzioni sanitarie aziendali delle Aziende Universitarie e nei Dipartimenti universitari dove afferiscono i professori di igiene in modo da poter soddisfare i numerosi requisiti strutturali e assistenziali. Ma prima del 10 luglio potrebbero esserci altre interpretazioni e "sorprese".

Attualità

Da Catania a Bruxelles per contenere l'antibiotico-resistenza

logoMercoledì 14 giugno, nell'Aula Magna "Santo Mazzarino" del Monastero dei Benedettini presso l'Università di Catania si è tenuto il Convegno dal titolo "La minaccia dell'antimicrobico-resistenza: dalla sorveglianza epidemiologica all'azione". Il Convegno, tra gli eventi celebrativi dei 25 anni di attività del GISIO-SItI, coordinato da Antonella Agodi, ha proposto una riflessione sullo scenario epidemiologico dell'antimicrobico-resistenza e delle infezioni correlate all'assistenza, sulle strategie europee e italiane, con un focus sull'impegno del GISIO e sul programma della Regione Sicilia. Leggi la nota sul convegno.
Il 27 giugno si è tenuto presso il Parlamento Europeo un incontro organizzato dagli eurodeputati Nicola Caputo e José Inácio Faria dedicato all'emergenza antibiotico-resistenza in Europa e alle strategie future di ricerca con l'intervento del Direttore dell'ECDC, di esperti europei e anche del Ministero della Salute Italiano. In rappresentanza delle Associazioni scientifiche europee (EUPHA) ha partecipato il Past-President della SItI Carlo Signorelli.

Attualità

L'aggiornamento sull'Osservatorio Italiano della Prevenzione (OIP)

logoIl tema dell'ultimo numero di “Tendenze nuove”, pubblicato dalla Fondazione Smithkline, è focalizzato sull’impegno pluriennale dedicato alla Medicina preventiva ed in particolare al progetto dell’“Osservatorio Italiano Prevenzione - OIP” uno strumento di indagine per la verifica dello stato di salute della prevenzione all’interno del SSN e nelle sue articolazioni regionali e aziendali. Leggi la nota.

Gruppi di lavoro

Screening oncologici: evidenze di efficacia e prospettive di sviluppo

logoI programmi di screening oncologici stanno vivendo negli ultimi anni un momento di particolare dinamismo in relazione, da una parte, alla necessità di valutare l’inserimento di nuove tecnologie e dall’altra di identificare percorsi che permettano il superamento delle barriere ad un accesso effettivo della popolazione. L’efficacia dei tre programmi di screening è stata già ampiamente dimostrata e discussa in letteratura, a riprova di ciò è la presenza nei Livelli Essenziali di Assistenza ed il richiamo nell’ultimo Piano Nazionale della Prevenzione 2014-2018 della realizzazione dei tre programmi su tutto il territorio nazionale. Nel documento allegato vengono trattati i principali punti di interesse in merito alle innovazioni per i tre programmi di screening nonché una sintesi dei dati delle coperture. Leggi il rapporto di Danilo Cereda (nella foto).

Sezione Sardegna

Successo dell'VIII Interregionale SItI Sardo-Ligure-Piemontese

logoAlla presenza di 190 delegati e con la regia del Presidente Regionale Gabriele Mereu (nella foto), si è svolto il 23-24 Giugno, nello splendido scenario della città di Cagliari, l’annuale Congresso SItI delle sezioni Sardegna, Liguria, Piemonte-Valle d’ Aosta. Quello che sul nascere era stato scherzosamente appellato come una riedizione in versione sanità pubblica del Regno Sardo-Piemontese, è stato anche quest’anno un evento scientifico che, oltre ad aver visto crescere i partecipanti, ha consentito un puntuale aggiornamento ed un serrato confronto tra i colleghi delle quattro regioni. Il congresso si è articolato su due intense giornate e ha trattato temi che hanno spaziato dalla vaccinoprofilassi all'epidemiologia delle malattie infettive, dall’igiene ospedaliera all’igiene degli alimenti, dall’igiene dell’ambiente alla modalità con cui i mezzi di informazione affrontano le tematiche relative alla prevenzione. Una delle novità è stata la sessione dedicata ai poster, un'occasione per allargare la partecipazione attiva dei soci finalizzata a porre a conoscenza di tutti le proprie esperienze scientifiche ed organizzative nell’ambito della sanità pubblica, con la premiazione del miglior elaborato che, premio che per l’ occasione è stato aggiudicato ad una collega della Regione Liguria. Tra i protagonisti il Presidente Nazionale SItI Fausto Francia, le figure più rappresentative del mondo accademico e territoriale delle tre Regioni e i Presidenti delle Sezioni Sarde della FIMMG, della SIP, e della FIMP. (a cura della Sezione SItI-Sardegna)

Sezione Toscana

Partenariato pubblico-privato in sanità: l’esperienza della Toscana

logoLa gestione dei quattro nuovi ospedali toscani (Massa, Lucca, Pistoia e Prato), realizzati in Partenariato pubblico-privato ed il ruolo della Rete Ospedaliera nella nuova organizzazione della sanità della Regione Toscana sono argomenti di grande attualità per le implicazioni economiche, organizzative, ed igienico sanitarie. Su tali temi il 21 giugno si è tenuto a Pistoia il convegno “La gestione degli ospedali in PPP (Partenariato Pubblico Privato). Il ruolo delle Direzioni di Presidio e della rete Ospedaliera”, promosso dalle sezioni Toscane della SItI e dell’ANMDO. All’incontro hanno partecipato numerosi tecnici e professionisti impegnati quotidianamente nella gestione del Sistema Integrato degli Ospedali Regionali che si sono confrontati sulle nuove sfide dell’integrazione fra strutture e ambiti fin qui separati, affrontando gli aspetti peculiari che caratterizzano il governo di strutture nuove, con grandi potenzialità tecnologiche e con regole di gestione particolarmente complesse. Una giornata che ha offerto una panoramica esaustiva sugli aspetti tecnici e scientifici correlati al complesso scenario della riorganizzazione delle rete ospedaliera in Toscana; apprezzata dai partecipanti anche la possibilità di un confronto critico alla presenza di una nutrita rappresentanza del partner privato. Riprova dell’impegno delle due società scientifiche nello stimolare la crescita culturale e professionale dei professionisti sanitarie. Non a caso, fra gli aspetti critici affrontati, ampio spazio è stato dato al tema della vaccinazione degli operatori sanitari e di quelli addetti ai servizi di supporto all’assistenza, con ampi riferimenti alla Carta di Pisa. Come primo risultato di questo impegno, dal Seminario del 21 giugno è nata la proposta di collaborazione fra le ASL e i partner privati per la stesura di un nuovo protocollo di sorveglianza sanitaria e copertura vaccinale per gli operatori dei provider di servizi. Un link per scaricare le presentazioni sarà a breve disponibile sulla pagina facebook della SItI-Toscana. (a cura di A.L. Carducci)

Rinnovo iscrizioni SItI

Già 1695 iscrizioni. I non iscritti riceveranno il MAV cartaceo

logoLa campagna iscrizioni alla SItI per l’anno 2017 ha fatto registrare 1695 iscritti per l'anno in corso (di cui 1431 regolarmente registrati). Le regioni con più soci sono l'Abruzzo-Molise con 510, l'Apulo-Lucana con 221 e la Sardegna con 176.
I Soci non ancora iscritti riceveranno nei prossimi giorni il MAV cartaceo. Le quote associative sono rimaste invariate: 60,00 euro quella ordinaria; 40,00 euro per i Soci juniores (nati dopo il 1° gennaio 1981), Specializzandi e per tutte le Professioni Sanitarie. Diversi sono gli eventi congressuali regionali e nazionali in programma, oltre ai corsi a distanza (FAD), ai quali i Soci potranno accedere gratuitamente o con agevolazioni.
Per i nuovi Soci o per i Soci che non hanno ricevuto comunicazioni per il rinnovo (probabilmente per una email o indirizzo errato nell'archivio della segreteria), è on-line la pagina iscrizioni sul sito istituzionale, dove poter aggiornare le informazioni di contatto e ricevere le coordinate per effettuare il bonifico tramite il proprio internet banking. Il Socio potrà contestualmente iscriversi (o integrare la quota) alla Società Europea di Sanità Pubblica (EUPHA) con un contributo aggiuntivo di 8,00 euro.

 
Numero 24 del 20 giugno 2017 Stampa


Editoriale

I rischi della strumentalizzazione politica sui temi scientifici

logoCi siamo più volte rallegrati col Ministero della Salute per avere inserito le politiche vaccinali tra le priorità dell'agenda di Governo. I tre anni di duro lavoro stanno producendo alcuni risultati come l'aumento, per il secondo anno consecutivo, della copertura dell'antinfluenzale. Assistiamo in questi giorni alla trasformazione degli indirizzi vaccinali nazionali in un argomento di divisione politica e la cosa ci spaventa. Non vorremmo che le evidenze scientifiche che continuiamo a produrre, fossero piegate ad esigenze di compromessi politici in fase di conversione parlamentare del decreto Lorenzin. La SItI farà proposte migliorative in sede ministeriali e di Commissioni parlamentari sui contenuti tecnici e organizzativi, ma intende ribadire che occorrono scelte chiare, coerenti e graduali che non confondano le famiglie e non mettano in tilt i Centri vaccinali.

Fausto Francia

Decreto Legge Lorenzin

Ricciardi: la via dell’obbligo è necessaria. Le repliche e i comunicati

logo"I dati di copertura vaccinale del 2016 - afferma il Presidente dell'ISS Walter Ricciardi in un editoriale pubblicato su ISS news - mettono in evidenza che poca strada è stata fatta per risalire la china delle coperture vaccinali in Italia. La cultura della vaccinazione stenta ad affermarsi nel nostro paese nel suo significato più profondo e cioè quello della prevenzione e tutela della salute di tutti. Ed è proprio l’analisi approfondita di questi dati a dimostrare la necessità delle misure urgenti espresse dal recente decreto che impone l’obbligo della vaccinazione a tutti i bambini, salvo certificate controindicazioni. Un’esigenza che riguarda anche regioni virtuose come il Veneto dove, nel 2007, è stato sospeso l’obbligo vaccinale costruendo un sistema di monitoraggio sulle vaccinazioni promuovendo un’adesione consapevole all’offerta vaccinale. Questo sistema, però, non è riuscito a impedire un livello insoddisfacente di copertura proprio sulle vaccinazioni obbligatorie, che è infatti inferiore di oltre un punto rispetto alla media nazionale. Se questo accade nel contesto di una regione dove c’è una particolare attenzione alla comunicazione e promozione della vaccinazione ciò significa che senza interventi mirati e omogenei sul territorio nazionale il rischio di un ulteriore calo delle coperture, e quindi la dispersione di anni di campagne pubbliche di prevenzione, è molto elevato". In allegato l'articolo completo di Ricciardi, la rassegna curata dall'Ufficio Stampa con i comunicati della SItI e altri interventi su questo dibattuto tema.

Decreto Legge Lorenzin

La Circolare esplicativa del Ministero e il nuovo numero verde

logoE' stata pubblicata l'11 giugno scorso la preannunciata Circolare del Ministero della Salute che chiarisce come applicare il Decreto Legge Lorenzin che ha ampliato a 12 le vaccinazioni obbligatorie. Viene chiarito che il decreto riguarda anche i minori stranieri non accompagnati e viene data la spiegazione delle vaccinazioni necessarie per coorte di nascita. Nel frattempo il Ministero della Salute ha attivato il numero verde (1500) per fornire informazioni sulle nuove misure introdotte dal Decreto legge n. 73 del 7 giugno scorso. Nella prima giornata ci sono state 1000 telefonate. (Leggi la nota di Stefania Iannazzo).

Attualità

Il GIMBE presenta la carta degli sprechi. Ma il Ministro non ci sta

logo"Nella sanità pubblica ogni 10 euro spesi se ne potrebbero risparmiare 2, per un totale di 22 miliardi e mezzo, su una spesa annua 2016 che è stata di 112,5 miliardi." Questo il più eclatante dato inserito nel 2° Rapporto annuale GIMBE sulla sostenibilità del SSN presentato qualche giorno fa. Secondo il Rapporto si potrebbe intervenire su sei capitoli, dal taglio delle prestazioni inutili alla lotta alle frodi, dall'estensione dei costi standard negli acquisti a un'organizzazione più efficiente della prevenzione. Questi dati hanno visto una puntuale replica del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin sul Corriere della Sera: "il dato degli sprechi in sanità appare azzardato applicato alla realtà del SSN".

Specializzazioni

Ecco il Decreto sugli standard delle Scuole. Ancora molti dubbi

logoCon il ritardo già annunciato è stato pubblicato il Decreto interministeriale recante gli standard, i requisiti e gli indicatori di attività formativa e assistenziale delle Scuole di specializzazione di area sanitaria, funzionale per l’emanazione del prossimo bando per l’accesso alle Scuole. Esso contiene i nuovi standard di accreditamento con requisiti e indicatori di performance individuati dall’Osservatorio nazionale della formazione medica specialistica, frutto di un intenso lavoro di confronto con gli attori istituzionali coinvolti nel processo di riforma. Vi sono molte apprensioni sulla reale possibilità che in pochi giorni (entro la fine del mese di giugno) tutti i direttori delle Scuole d'Italia possano inserire i nuovi dati richiesti al fine dell'accreditamento. Quanto al bando ci dovrebbe essere una graduatoria ‘unica’ nazionale che sostituirà le 50 distinte graduatorie attuali con Regolamento attualmente trasmesso al Consiglio di Stato.

Regione Lombardia

Premi di eHealth4all all'ATS Città Metropolitana di Milano

logoLa 2a edizione del premio nazionale “eHealth4all” ha assegnato la targa d’argento per la migliore applicazione informatica per la prevenzione all’App Infostranieri per la salute (disponibile su Play store ed App Store). Si tratta di una App in 10 lingue che fornisce informazioni e supporto agli stranieri per il disbrigo di pratiche relative al permesso di soggiorno, ricongiungimento famigliare, cittadinanza. La sezione salute, curata da ATS Città Metropolitana di Milano, offre informazioni nell’ambito di alcune tematiche di prevenzione, con il duplice obiettivo di favorire il coinvolgimento dello straniero e di facilitare l’accesso ai servizi e alle prestazioni di prevenzione. Oltre alle schede informative sulle principali malattie infettive, l’utente può autovalutare il proprio rischio in relazione alla TB e inviare direttamente i risultati al servizio malattie infettive dell'ATS. L’App contiene inoltre il calendario vaccinale aggiornato con la sequenza per fasce d’età, utile anche alla luce del recentissimo DL Lorenzin. Alla stessa ATS è stato assegnato anche il terzo premio per la App Buon App@Eat, che vede coinvolte le associazioni APeS Segrate e Agesci Lombardia nella creazione di menù sani ed equilibrati per famiglie e comunità giovanili.

Congresso Nazionale

Aperte le iscrizioni al Congresso Nazionale. Abstract entro il 9 settembre

logoCon l'invio di una newsletter a tutti i soci si sono aperte ufficialmente le iscrizioni e la possibilità di inviare abstract per il 50° Congresso Nazionale della nostra società scientifica che si svolgerà a Torino dal 22 al 25 novembre 2017. Per le iscrizioni a quota ridotta il termine è il 30 luglio mentre per l'invio degli abstract il 9 settembre. Tutte le informazioni sul Congresso di Torino sono pubblicate sul sito www.siti2017.it.

Rinnovo iscrizioni SItI

Già 1621 iscrizioni. I non iscritti riceveranno il MAV cartaceo

logoLa campagna iscrizioni alla SItI per l’anno 2017 ha fatto registrare 1621 iscritti per l'anno in corso (di cui 1431 regolarmente registrati). Le regioni con più soci sono l'Abruzzo-Molise con 503, l'Apulo-Lucana con 186 e la Sardegna con 167.
I Soci non ancora iscritti riceveranno nei prossimi giorni il MAV cartaceo. Le quote associative sono rimaste invariate: 60,00 euro quella ordinaria; 40,00 euro per i Soci juniores (nati dopo il 1° gennaio 1981), Specializzandi e per tutte le Professioni Sanitarie. Diversi sono gli eventi congressuali regionali e nazionali in programma, oltre ai corsi a distanza (FAD), ai quali i Soci potranno accedere gratuitamente o con agevolazioni.
Per i nuovi Soci o per i Soci che non hanno ricevuto comunicazioni per il rinnovo (probabilmente per una email o indirizzo errato nell'archivio della segreteria), è on-line la pagina iscrizioni sul sito istituzionale, dove poter aggiornare le informazioni di contatto e ricevere le coordinate per effettuare il bonifico tramite il proprio internet banking. Il Socio potrà contestualmente iscriversi (o integrare la quota) alla Società Europea di Sanità Pubblica (EUPHA) con un contributo aggiuntivo di 8,00 euro.

 
Numero 23 del 9 giugno 2017 Stampa


Editoriale

Salvatore Barbuti festeggiato dagli allievi al Congresso di Bari

logoIl Maestro e gli allievi sul Palco del Convegno "Unipneumo 2017 - IL NUOVO PIANO DI PREVENZIONE VACCINALE: TRASFORMARE IN OPPORTUNITÀ LE SFIDE SANITARIE" di Bari hanno commosso un'affollata platea accorsa per la due giorni pugliese in cui sono dibattute tematiche di prevenzione e sanità pubblica con particolare riguardo all'attualissimo tema vaccinale che ha visto la pubblicazione del Decreto Legge Lorenzin che estende gli obblighi vaccinali alla popolazione da 0 a 16 anni. Leggi l'intervento di Barbuti.

Carlo Signorelli

Decreto Legge Lorenzin

Pubblicato il Decreto legge sugli obblighi vaccinali. Con le spiegazioni

logoIl 7 giugno 2017 è stato pubblicato il decreto legge 73/2017 sull'estensione dell'obbligo vaccinale. La principale novità riguarda le vaccinazioni classificate come obbligatorie che passano da 4 (anti-poliomielite, anti-difterite, anti-tetano ed anti-epatite B) a 12 e comprendono anti-pertosse; anti-Haemophilus influenzae tipo b; anti-meningococcico B; anti-meningococcico C; anti-morbillo; anti-rosolia; anti-parotite e anti-varicella. Secondo quanto previsto nel Decreto, le vaccinazioni sono obbligatorie per i minori di età compresa tra 0 e 16 anni, nei limiti e secondo le specifiche indicazioni contenute nel PNPV 2017-19 relativo a ciascuna coorte di nascita. Questo l'approfondimento diffuso dal Ministero.

Decreto Legge Lorenzin

SItI: un plauso al Ministro. Da oggi al lavoro sugli aspetti organizzativi

logoQuesto il comunicato della Giunta SItI all'indomani del Decreto Legge Lorenzin: "La Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (SItI) esprime apprezzamento al Decreto Legge Lorenzin e, più in generale, alle politiche vaccinali del Ministero della Salute che hanno avuto, in varie fasi, il supporto delle società scientifiche inclusa la SItI. I preoccupanti dati sul calo delle coperture vaccinali...". Leggi tutto il comunicato. Il Decreto Legge approda dalla prossima settimana in Parlamento per la conversione in legge. A riguardo segnaliamo l’intervento della Presidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato Emilia Grazia De Biasi (PD) che affronta diversi aspetti delle attuali politiche vaccinali italiane

Vaccinazioni

Il Ministero pubblica i dati del 2016: coperture ancora in calo

logoSono stati pubblicati oggi sul sito del Ministero della Salute i dati sulle coperture vaccinali dell’età pediatrica e dell’adolescente riferiti all’anno 2016. Nel 2016 le coperture vaccinali a 24 mesi per anti-difterica, anti-polio, anti-tetanica, anti-epatite B sono ancora al di sotto del valore del 95%, con un valore medio nazionale (93,3%) di poco inferiore a quello del 2015 (93,4%) ma con un trend in diminuzione in alcune regioni. In calo anche le coperture medie per pneumococco (88,4% nel 2016 vs 88,7% nel 2015). Le coperture nei confronti del meningococco C sono cresciute di 4 punti percentuali passando da 76,6% nel 2015 a 80,7%, in aumento rispetto al 2015 anche le coperture nei confronti di morbillo e rosolia che passano dall’85,3% del 2015 all’87,3%, ancora lontano dall’obiettivo di eliminazione. I dati di copertura, presentati per singolo antigene sono a disposizione, per regione a 24, 36 mesi, 5-6 anni e per la prima volta anche a 16 e a 18 anni.

Vaccinazioni

La Carta di Pisa "buca" i media. Ecco la rassegna stampa

logoLa Carta di Pisa, sottoscritta da circa 30 operatori e ricercatori e sette Società e Associazioni medico-scientifiche tra cui la SItI, ha individuato alcune iniziative da mettere in atto al fine di migliorare le coperture vaccinali negli Operatori sanitari che includono una serie integrata di interventi che vanno dalle campagne di informazione, al coinvolgimento attivo dei medici competenti delle aziende sanitarie, ad attività di sensibilizzazione fino alla possibilità di istituire obblighi mirati ove le altre iniziative non ottengano i risultati auspicati. Questa la ricca rassegna stampa.

Pubblicazioni

On-line il rapporto AIFA sugli effetti avversi dei vaccini

logoL’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha pubblicato il Rapporto sorveglianza post-marketing dei vaccini per gli anni 2014 e 2015. L’obiettivo principale della pubblicazione è di informare in maniera corretta e trasparente sui vaccini, una risorsa preziosa per la salute pubblica, la cui efficacia è attestata dalle evidenze scientifiche. Alla data del 31 dicembre 2016 le segnalazioni avverse a vaccini, con insorgenza nel 2014, sono state 8.873 (18% del totale delle segnalazioni a farmaci e vaccini) e corrispondenti a un tasso di 48,9 segnalazioni per 100.000 dosi, mentre le segnalazioni relative al 2015 sono state 3.772 (9% del totale), con un tasso di 18,8 per 100.000 dosi. Le segnalazioni di sospetta reazione avversa con esito fatale sono state 69 (0,8% del totale) nel 2014, scese a 9 casi (0,2%) nel 2015. "Le reazioni avverse segnalate attraverso i sistemi di vigilanza passiva - spiega il report Aifa - rappresentano dei sospetti e non la certezza di una relazione causale tra prodotto medicinale (vaccino) somministrato ed evento avverso".

Attualità

Tribunale di Napoli: niente panino libero a scuola

logoNiente "panino libero" a scuola: il diritto alla libertà di scelta individuale del genitore non può ledere altri diritti fondamentali della collettività, in questo caso scolastica. Lo ha stabilito il tribunale di Napoli, che il 26 maggio si è espresso contro la possibilità di portare il pasto da casa per la refezione a scuola "ritenendo che al diritto alla libertà di scelta individuale del genitore vadano contrapposti altri diritti fondamentali della collettività, anch'essi di rango costituzionale, come il diritto all'uguaglianza e alla salute e la partecipazione a una comunità sociale, quale appunto quella scolastica". Una posizione quella del Tribunale di Napoli opposta rispetto alle sentenze di Torino relativamente alle quali SItI si era espressa (vedi IOL del 4 ottobre 2016) sottolineando “ possibili rischi di natura igienico-sanitaria e nutrizionale rispetto al fenomeno della malnutrizione, del sovrappeso e dell'obesità infantile che è uno dei maggiori problemi sanitari del nostro Paese. (a cura di E. Guberti)

Attualità

Discussione sul "secondo pilastro" del SSN

logoE' stato presentato a Roma il 7 giugno (Welfare Day 2017) il Rapporto Censis - Rbm Assicurazione Salute alla presenza del Ministro della Salute. Esso si basa su un'indagine effettuata dal Censis su un campione rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne (1.000 interviste). ll modello “Assicurazione Sociale Integrativa” alla francese, istituzionalizzato ed esteso a tutti i cittadini garantirebbe finanziamenti aggiuntivi al Fsn per oltre 21 mld l’anno. Nonostante questi dati, frutto di un sondaggio su un campione della popolazione italiana, il SSN continua però ad essere ritenuto soddisfacente dalla maggioranza degli italiani.

Corso Leadership

Ecco i vincitori delle Borse per il corso di leadership in sanità pubblica

logoEcco l'elenco dei giovani igienisti vincitori delle 12 borse di studio della SItI per partecipare al primo Corso di Leadership in Sanità Pubblica che si svolgerà a Roma nell'autunno del 2017: Messano Giuseppe (31a., Vicedirettore san. Roma), Trucchi Cecilia (33a. Univ. di Genova), Odone Anna (33a. Univ. di Parma), Restivo Vincenzo (34a. Univ. di Palermo), Gualano M. Rosaria (35a. Univ. di Torino), Battisti Francesca (35a. Regione Toscana), Gaeta Maddalena (35a. Univ. di Pavia), Bert Fabrizio (35a. Univ. di Torino), Napolitano Francesco (38a. Univ. Campania), Siddu Andrea (40a. CCMR Veneto), Alicino Cristiano (36a. Univ. di Genova), Ziglio Andrea (32a. Ospedale di Rovereto). I partecipanti sono stati 61. I piazzati dal 12° al 24° posto della graduatoria approvata dalla Giunta della SItI potranno fruire dell'iscrizione al corso a costo agevolato.

Congresso Nazionale

Aperte le iscrizioni al Congresso Nazionale. Abstract entro il 9 settembre

logoCon l'invio di una newsletter a tutti i soci si sono aperte ufficialmente le iscrizioni e la possibilità di inviare abstract per il 50° Congresso Nazionale della nostra società scientifica che si svolgerà a Torino dal 22 al 25 novembre 2017. Per le iscrizioni a quota ridotta il termine è il 30 luglio mentre per l'invio degli abstract il 9 settembre. Tutte le informazioni sul Congresso di Torino sono pubblicate sul sito www.siti2017.it.

Rinnovo iscrizioni SItI

Già 1579 iscrizioni. I non iscritti riceveranno il MAV cartaceo

logoLa campagna iscrizioni alla SItI per l’anno 2017 ha fatto registrare 1579 iscritti per l'anno in corso (di cui 1431 regolarmente registrati). Le regioni con più soci sono l'Abruzzo-Molise con 488, l'Apulo-Lucana con 174 e la Sardegna con 163.
I Soci non ancora iscritti riceveranno nei prossimi giorni il MAV cartaceo. Le quote associative sono rimaste invariate: 60,00 euro quella ordinaria; 40,00 euro per i Soci juniores (nati dopo il 1° gennaio 1981), Specializzandi e per tutte le Professioni Sanitarie. Diversi sono gli eventi congressuali regionali e nazionali in programma, oltre ai corsi a distanza (FAD), ai quali i Soci potranno accedere gratuitamente o con agevolazioni.
Per i nuovi Soci o per i Soci che non hanno ricevuto comunicazioni per il rinnovo (probabilmente per una email o indirizzo errato nell'archivio della segreteria), è on-line la pagina iscrizioni sul sito istituzionale, dove poter aggiornare le informazioni di contatto e ricevere le coordinate per effettuare il bonifico tramite il proprio internet banking. Il Socio potrà contestualmente iscriversi (o integrare la quota) alla Società Europea di Sanità Pubblica (EUPHA) con un contributo aggiuntivo di 8,00 euro.

 
Numero 22 del 4 giugno 2017 Stampa


Editoriale

In attesa del Decreto... e delle risorse per i servizi vaccinali

logoA oltre due settimane dalla delibera del Consiglio dei Ministri siamo ancora in attesa di leggere il Decreto Legge Lorenzin sull'estensione degli obblighi vaccinali che, si dice, sia ormai alla firma del Presidente della Repubblica. Ma più passa il tempo e più aumentano i dubbi legati al mancato coinvolgimento dei servizi vaccinali nella gestione dei prevedibili iperafflussi, in relazione anche all'approvazione del nuovo Piano di prevenzione vaccinale 2017-19. Chi sta scrivendo la Circolare applicativa annunciata dal Ministro ha mai lavorato in un centro vaccinale ? Ed è a conoscenza dei mille problemi pratici che si porranno ? Non vorremmo che non si ponesse questi problemi perché l'orientamento è quello di portare l'implementazione del decreto fuori dai centri vaccinali ! Sono dubbi da chiarire subito così come il fatto che noi operatori riteniamo che questo sia il momento giusto per investire nei Dipartimenti di Prevenzione. Siamo sicuramente disposti a sostenere il Ministero se però il Ministero ci sostiene, ci consulta e ci coinvolge nelle scelte.

Fausto Francia

Vaccinazioni

La Carta di Pisa e le azioni per alzare le coperture negli operatori

logoLe evidenze correnti dimostrano come l’adesione alla vaccinazione fra gli operatori sanitari (OS) sia largamente insoddisfacente, così come l’elevato numero di casi di morbillo e lo sconfortante tasso di adesione all'anti-influenzale dimostrano. Dopo il Convegno "Medice cura te ipsum", tenutosi il 27 e 28 marzo scorso, circa 30 operatori e ricercatori e sette Società e Associazioni medico-scientifiche hanno sottoscritto la Carta di Pisa, individuando alcune iniziative da mettere in atto al fine di migliorare le coperture vaccinali negli OS:
- Riconoscere il valore della vaccinazione negli OS
- Ribadire il ruolo degli OS nel raggiungimento dell’obiettivo di eliminazione di morbillo e rosolia nel quadro degli accordi internazionali
- Attuare azioni mirate alla formazione e consapevolezza dei rischi infettivi negli OS
- Introdurre forme di promozione della vaccinazione e forme di incentivazione adeguate al contesto di lavoro degli OS.
- Introdurre forme di obbligo laddove altre azioni mirate al raggiungimento degli obiettivi di copertura non abbiano funzionato
- Migliorare la sorveglianza delle coperture vaccinali
- Implementare progetti di ricerca multidisciplinari sui temi della sorveglianza e della prevenzione delle malattie prevenibili vaccinazioni.

Specializzandi

A Bologna 180 voci vivaci per le Giornate degli Specializzandi

logoDal 25 al 27 maggio si sono tenute a Bologna le Giornate degli Specializzandi. Durante la 3 giorni 180 giovani professionisti hanno dibattuto delle sfide che si prospettano nella nostra disciplina, in ambito accademico come sul territorio, passando per il mondo ospedaliero. Non sono mancati focus sull'urban health, sull'economia sanitaria e sui network internazionali. La qualità degli ospiti e dei lavori presentati dagli stessi specializzandi evidenzia la vivacità della componente giovane della nostra società. La manifestazione è stata aperta con l'intervento del Direttore della Scuola di specializzazione di Bologna (M.P. Fantini), del Direttore generale dell'AOU S. Orsola (A. Messori) e del Direttore sanitario dell'AUSL di Bologna (A. Fioritti). (a cura di G. Voglino)

Sorveglianza sanitaria

Un nuovo DPCM riordina i registri e altri sistemi di sorveglianza

logoSono 31 i sistemi di sorveglianza e 15 i registri di patologia di rilevanza nazionale individuati dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 12 maggio 2017 con lo scopo di riordinare e regolamentare più dettagliatamente la materia. L’obiettivo dichiarato è quello di garantire un sistema attivo di raccolta sistematica di dati anagrafici, sanitari ed epidemiologici per registrare e caratterizzare tutti i casi di rischio per la salute, di una particolare malattia o di una condizione di salute rilevante in una popolazione definita.

Omeopatia

"Anche la SItI apra il dibattito sulle cure omeopatiche"

logoUno dei fatti di cronaca più tristi degli ultimi giorni, la morte di un bambino di 7 anni per le complicanze di un'otite media bilaterale trattata con rimedi omeopatici, ha dato il "la" al dibattito pubblico su questa cosiddetta medicina alternativa. Tra le riflessioni degne di nota quelle di Pierluigi Lopalco e il passaggio in tre step di Guido Silvestri, già noto per aver recentemente collaborato con il Movimento 5 Stelle come esperto, consulente a titolo gratuito, con la dichiarata finalità di forzare il movimento di Beppe Grillo ad una univoca e scientificamente ineccepibile posizione sui vaccini. Silvestri, nel terzo ed ultimo dei suoi recenti interventi sull'omeopatia, richiama le società scientifiche ad una netta presa di posizione. La posizione della SItI pare scontata... o forse è il caso di aprire il dibattito? (a cura di D. Fiacchini)

Tabagismo

Celebrata la giornata mondiale senza tabacco. Invia i tuoi contributi

logoIl 31 maggio è stata celebrata il World No Tobacco Day e il tema scelto quest’anno dall'OMS è stato “Tabacco: una minaccia per lo sviluppo”. Con ciò si è voluto ricordare che l'uso di tabacco è una minaccia per le persone, le società, l’ambiente. Infatti causa malattia e morte evitabili; impoverisce le famiglie e le economie nazionali per gli elevati costi sanitari associati alle patologie fumo-correlate; determina diminuzione della produttività; peggiora le disuguaglianze e aggrava la povertà. Il tabacco è una minaccia anche per l’ambiente perché la sua coltivazione richiede grandi appezzamenti di terreno con conseguenti deforestazioni, grandi quantità di pesticidi e fertilizzanti e il suo consumo produce enormi quantità di rifiuti solidi. Tra le diverse attività organizzate si segnala il convegno promosso dall'ISS in collaborazione con il Ministero della Salute, l’Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri” e la Societa’ Italiana di Tabaccologia. La Commissione Prevenzione Tabagismo della SItI invita tutti i soci ad inviare al seguente indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. immagini e video relativi agli eventi eventualmente organizzati. L’iniziativa è finalizzata ad aumentare la consapevolezza dei danni causati dal tabacco e a contribuire alla sua de-normalizzazione nella società, nell’ottica del perseguimento del “Tobacco Endgame”. (a cura di M.S. Cattaruzza)

Professioni sanitarie

Indagine su "Chi è l'Assistente Sanitario". E per i TP prospettive internazionali

logoI recenti avvenimenti riguardanti le "finte vaccinazioni" in Friuli e in Veneto ad opera di un'Assistente sanitaria, hanno portato gli studenti del Corso di Laurea in Assistenza Sanitaria dell'Università di Padova a mettere su carta alcune riflessioni su questa figura professionale, sulla sua formazione e sul futuro professionale. Proponiamo volentieri i risultati ai lettori di Igienisti on-line. Sul fronte dei Tecnici della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro (TP) viene presentato un quadro complessivo dei corsi, dei nuovi presidenti o coordinatori e dei posti assegnati dal Ministero della Salute nell'ultimo anno accademico. Nel frattempo alcuni Corsi si stanno attivando per programmi di scambio internazionali Erasmus, sollecitati dai rettori per aumentare l'internazionalizzazione degli Atenei. Gli interessati a queste iniziative possono inviare una mail a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Congresso Nazionale

Aperte le iscrizioni al Congresso Nazionale. Abstract entro il 9 settembre

logoCon l'invio di una newsletter a tutti i soci si sono aperte ufficialmente le iscrizioni e la possibilità di inviare abstract per il 50° Congresso Nazionale della nostra società scientifica che si svolgerà a Torino dal 22 al 25 novembre 2017. Per le iscrizioni a quota ridotta il termine è il 30 luglio mentre per l'invio degli abstract il 9 settembre. Tutte le informazioni sul Congresso di Torino sono pubblicate sul sito www.siti2017.it.

Rinnovo iscrizioni SItI

Già 1560 iscrizioni nel 2017. Ecco come rinnovare la quota

logoLa campagna iscrizioni alla SItI per l’anno 2017 ha fatto registrare 1560 iscritti per l'anno in corso (di cui 1412 regolarmente registrati). Le regioni con più soci sono l'Abruzzo-Molise con 488, l'Apulo-Lucana con 174 e la Sardegna con 163.
Le quote associative sono rimaste invariate: 60,00 euro quella ordinaria; 40,00 euro per i Soci juniores (nati dopo il 1° gennaio 1981), Specializzandi e per tutte le Professioni Sanitarie. Diversi sono gli eventi congressuali regionali e nazionali in programma, oltre ai corsi a distanza (FAD), ai quali i Soci potranno accedere gratuitamente o con agevolazioni. Per rinnovare l’adesione alla SItI i Soci hanno già ricevuto una e-mail con il link d'accesso alla scheda on-line, dove poter aggiornare le informazioni di contatto e ricevere le coordinate per effettuare il bonifico tramite il proprio internet banking. Il Socio potrà contestualmente iscriversi alla Società Europea di Sanità Pubblica (EUPHA) con un contributo aggiuntivo di 8,00 euro.
Per i nuovi Soci o per i Soci che non hanno ricevuto la mail per il rinnovo (probabilmente per una email di contatto errata o non più attiva nell'archivio della segreteria), è on-line la pagina iscrizioni sul sito istituzionale.

Note di soci, brevi news e curiosità

Nelle ultime settimane sono pervenute alla redazione di Igienisti on-line da parte di soci numerose segnalazioni, contributi e note varie di interesse per la vita societaria e per alcuni nostri soci. Ve li proponiamo in forma sintetica con alcuni allegati. Grazie a tutti per la collaborazione.


logoVACCINARSINPUGLIA - È disponibile online il sito www.vaccinarsinpuglia.org, portale di informazione medica e scientifica a cura dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” e dell’OER-Puglia, collegato al sito nazionale Vaccinarsi.org della SItI.


logoCOMPLIMENTI A VINCETI - Complimenti al collega di Reggio Emilia Marco Vinceti, che è stato recentemente nominato a capo di un gruppo di lavoro dell'EFSA (l’Authority per la Sicurezza Alimentare della UE) per la ricerca “Added Sugars” sugli effetti dell’assunzione di zuccheri.


logoTRAINEESHIP ALL'EFSA - Diffondiamo con piacere, soprattutto a beneficio dei colleghi più giovani, l'opportunità di questa call con cui l'Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) che ha sede a Parma bandisce posti per giovani tirocinanti interessati ai temi.


logoNUOVO PRESIDENTE ASPHER - Si è insediata durante il meeting annuale tenutosi a Rennes dal 31 maggio al 2 giugno la nuova Presidente dell'ASPHER Katarzyna Czabanowska, docente all'Università di Maastricht. Le 34 Scuole di Igiene italiane sono rappresentate dalla SitI.


logoCERCASI MEDICI COMPETENTI - Azienda privata che opera nel Triveneto sta cercando medici competenti per visite di idoneità, sopralluoghi e riunioni da inserire in un team di esperti. Gli interessati possono inviare il CV all'email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .


logoAUGURI - Riceviamo la segnalazione che Elvira D’Andrea, specialista in Igiene alla Sapienza, ha conseguito a pieni voti il Master in Public Health discutendo una tesi sul possibile screening precoce del tumore polmonare. Complimenti anche dagli altri Alumni igienisti di Harvard.