Home Marzo 2017
Marzo 2017
Numero 12 del 29 marzo 2017 | Stampa |

Editoriale

Maxi Dipartimenti e nuovi LEA i focus di Senigallia

logoCari soci, ci siamo.
Venerdì 31 marzo, a Senigallia, si terrà la V edizione della Convention dei Direttori dei Dipartimenti di Prevenzione (DP) delle ASL. Due i temi principali: la gestione di strutture sempre più complesse e l’implementazione dei nuovi LEA. Il primo riguarda i livelli di governo dei DP alla luce delle leggi di riordino dei servizi sanitari adottate da varie regioni. Nella maggioranza dei casi si prospettano o si sono già realizzate fusioni; questo con la conseguenza di creare DP di dimensioni tali da interferire pesantemente con la funzionalità del sistema. E ciò per due principali motivi:
1) Per la prevenzione il target non è costituito solo dai cittadini/utenti come ad esempio per altri Dipartimenti territoriali, ma anche dai fattori di rischio o attività produttive presenti sul territorio. Mentre con l’accorpamento di due strutture ospedaliere si può fare economia di scala legata al fatto che i cittadini si spostano, le fusioni delle ASL non riducono il numero di allevamenti, di tetti in amianto, di scuole o di altre strutture soggette a vigilanza né ovviamente la superficie del territorio.
2) Il progressivo allontanamento della direzione del DP dal territorio indebolisce il rapporto con le amministrazioni locali ed in particolare con i sindaci e ne ostacola la stessa ragion d’essere, vale a dire l’integrare sui problemi locali i vari settori della prevenzione al fine di affrontare globalmente i problemi di salute.
Il secondo tema riguarda i nuovi LEA. Si tratta di un documento di ottimo livello che si attaglia in maniera migliore, rispetto al precedente, alle attività quotidiane dei dipartimenti. Tra gli aspetti positivi l’attestazione dell’importanza delle azioni di empowerment dei cittadini al fine di una migliore gestione della propria salute e l’importanza riconosciuta alle attività di vigilanza e controllo, ad esempio sulle strutture ad uso collettivo, sul REACH, sugli alimenti, sui luoghi di lavoro. Mi paiono forti riconoscimenti sia alle attività innovative di promozione della salute introdotte dagli igienisti in questi anni, sia alle attività tradizionali sulle quali però si deve aprire un dibattito su protocolli operativi innovativi, tendenti sia ad una categorizzazione del rischio, sia ad una diversificazione delle tipologie di intervento.

Fausto Francia

Convegno SIMPIOS a Pisa

Operatori sanitari: pochi si vaccinano. E Gelli saluta gli igienisti

logoUn sanitario su tre non crede ai vaccini e ne teme gli effetti collaterali. I risultati di una survey on line presentati a Pisa nell'ambito della Conferenza nazionale “Medice, cura te ipsum” organizzata il 27 e 28 marzo dalla Società italiana multidisciplinare per la prevenzione delle infezioni nelle organizzazioni sanitarie (SIMPIOS), con il patrocinio della SItI indicano che solo il 31,4% dei 2.250 operatori che hanno risposto al questionario si sono sottoposti alla vaccinazione antinfluenzale nella stagione appena conclusa. Inoltre, il 44% ritiene basso il proprio rischio di contrarre una malattia prevenibile con vaccino. Un tema ricorrente discusso nella due giorni pisana con relatori e moderatori di alto livello e l'intervento dell’Onorevole Federico Gelli. Dalla Conferenza il lancio della Carta di Pisa delle Vaccinazioni negli Operatori Sanitari, un documento di consenso da parte di SItI, SIMPIOS, SIMLII e le società scientifiche che hanno patrocinato l'evento. (a cura di P. Lopalco)

Sezioni regionali

A Cagliari il 23 e 24 giugno il congresso interregionale Sardo-Ligure-Piemontese

logoIl congresso si propone di fornire idonei strumenti per uno sguardo più corretto e di insieme al mondo della prevenzione e della salute pubblica per garantire un’ottimale gestione dei servizi erogati, nel rispetto delle normative vigenti. In particolare l'evento è rivolto ai professionisti della sanità che sinergicamente intendano migliorare le proprie competenze nelle attività di prevenzione vaccinale e delle malattie infettive, uniformando le procedure e ricercando tutti gli strumenti atti a porre in atto il PNPV 2017-19, con l’intento di raggiungere gli obiettivi indicati. Sempre nell’ambito del miglioramento delle conoscenze e delle competenze, saranno affrontati e discussi argomenti relativi all'igiene ospedaliera, ambientale e degli alimenti oltre che del rapporto tra il mondo della informazione e la corretta informazione. In allegato le norme per l'invio degli abstract (scadenza 22 maggio 2017) e i criteri di valutazione dei lavori. (a cura di G. Mereu)

50° Congresso Nazionale SItI

I risultati del sondaggio sui temi congressuali

logoIl 50° Congresso Nazionale SItI entra nel vivo. Dopo la scelta delle sei sessioni plenarie da parte della Giunta vi presentiamo i risultati del sondaggio delle ulteriori 14 proposte pervenute da Collegi, Consulte e Gruppi di lavoro. Hanno risposto ben 352 soci con 262 risposte complete. Tra i temi più graditi dai soci quelli su ambiente e salute, health literacy, ristorazione collettiva e innovazione nella pratica vaccinale. Leggi tutti i risultati. Le sei sessioni plenarie del Congresso saranno dedicate rispettivamente a Healthy Ageing, salute delle migrazioni, dimensione urbana, vaccinazioni, igiene nell'organizzazione dei servizi ed emergenze in sanità pubblica. La Giunta effettuerà le scelte finali nella prossima riunione del 30 marzo a Senigallia. Il video di presentazione è disponibile on-line in formato webm, wmv o mp4.

Gruppi di lavoro

Il GISIO si riunisce al Ministero. I complimenti di Maraglino

logoIl 16 marzo, presso la sede del Ministero della Salute, si è riunito il Gruppo di lavoro GISIO per la prima riunione del biennio alla presenza di molti componenti e con alcuni collegati in videoconferenza, accolti dal Direttore dell’Ufficio V - Prevenzione delle malattie trasmissibili e profilassi internazionale, Francesco Maraglino che ha espresso l’apprezzamento per il lavoro del GISIO evidenziandone l’attività nota e importante su temi strategici sui quali il Ministero è molto attivo. Dopo il passaggio delle consegne tra Cesira Pasquarella e Antonella Agodi (nella foto), i ringraziamenti al Presidente SItI e alla Giunta nazionale, nonché al Direttore di Igienisti on-line, la riunione è stata condotta congiuntamente dal nuovo Coordinatore e dai past Coordinatori Mura e Pasquarella. Il programma del GISIO, articolato in quattro punti principali, è stato oggetto di intenso dibattito, dal Progetto SPIN-UTI 2016-2017, al Progetto “Choosing wisely-Igiene ospedaliera”, in collaborazione con ANMDO, dal Piano Nazionale di Contrasto all’Antimicrobico-Resistenza (PNCAR) 2017-2020, Ministero della Salute alle collaborazioni intra- ed inter-societarie. Stefania Iannazzo e Paolo D’Ancona, esperti del GISIO, hanno sottolineato l’intensa collaborazione del Ministero con le società scientifiche coinvolte nella stesura del PNCAR, e il ruolo fondamentale del GISIO, anche a seguito dei consigli scaturiti dalla country visit dell’ECDC nel gennaio scorso.

Gruppi di lavoro

Il GISIO rilancia la sfida creativa sull'igiene delle mani

logoFacendo seguito al successo dello scorso anno, che ha visto vincitori della Sfida nazionale gli studenti dell'Università di Bari, anche quest'anno il GISIO ha lanciato la sfida creativa sul tema dell'Igiene delle mani, finalizzata a promuovere la realizzazione, da parte degli studenti universitari, di messaggi efficaci sul tema “Clean Care is Safer Care”. L’iniziativa è indirizzata agli studenti dei Corsi di Laurea in Medicina, Odontoiatria e delle Professioni sanitarie. Gli studenti partecipanti potranno lavorare singolarmente o in gruppo, e produrre manifesti, locandine, video, o altro materiale di promozione della pratica dell'igiene delle mani. I lavori verranno giudicati in base alla correttezza del messaggio, impegno produttivo, qualità grafica, originalità, potenziale impatto sui destinatari e utilizzabilità per una campagna. Ciascuna sede premierà il vincitore in occasione della Giornata Mondiale per l'Igiene delle mani del 5 maggio. I vincitori a livello locale parteciperanno alla Sfida nazionale, la cui premiazione si svolgerà durante il 50° Congresso SItI di novembre.
Faranno parte delle commissioni i rappresentanti del SISM (Segretariato Italiano Studenti Medicina), membro effettivo dell’ IFMSA (International Federation of Medical Students’ Associations), riconosciuta come Associazione Non Governativa presso le Nazioni Unite. Hanno già aderito le sedi di Bari, Catania, Chieti, Messina, Milano, Napoli Federico II, Parma, Pavia, Roma Cattolica, Roma Tor Vergata (sede Albania) e Sassari, ma le adesioni sono ancora aperte. L’invito è stato diffuso dal Presidente del Collegio dei docenti della SItI Roberta Siliquini, a tutti i Colleghi, che possono contattare Francesco Auxilia ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) e Antonella Agodi ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) per informazioni e adesioni.

Abilitazioni universitarie

On-line i primi risultati: entro il 3 aprile la chiusura dei lavori

logoE' iniziata oggi la pubblicazione sul sito del MIUR dei primi risultati delle nuove Abilitazioni Scientifiche Nazionali (ASN) cui sono interessate decine di ricercatori e professori associati. Mentre si attende per la prossima settimana la pubblicazione dei risultati per il Settore concorsuale 06/M1 - che include l'igiene generale ed applicata (MED/42) - registriamo la pubblicazione degli esiti del Settore concorsuale 06/M2 che include la medicina del lavoro e la medicina legale. Queste le percentuali di abilitazioni attribuite rispetto ai candidati: 58% per le II fasce e 84% per le I fasce con alcuni volti noti dell'igiene italiana che hanno ottenuto l'abilitazione alla prima fascia: Paolo Durando (nella foto) e Giuseppe La Torre.

Specializzazioni

Contratti persi: il Consiglio di Stato ordina al MIUR la trasparenza

logoLo scorso anno Igienisti on-line ospitò una nota del collega Paolo Bonanni che lamentava la svantaggiosa situazione dei contratti delle Scuole di specializzazione andati perduti a causa del contorto meccanismo dell'esame nazionale. Ora il Consiglio di Stato, con una sentenza inattesa, ha dato ragione al ricorso di un giovane medico dichiarando nullo il provvedimento del MIUR con il quale si negava al medico escluso l'iscrizione in presenza di rinunce nella stessa sede e ordinando al MIUR l'iscrizione e l'esibizione delle graduatorie e dei contratti persi e non riassegnati. Negli ultimi concorsi con graduatoria nazionale sono numerosi i posti vacanti per una dubbia gestione delle graduatorie da parte del Ministero. Il tutto è avvenuto alla vigilia del nuovo bando (programmato per il 30 aprile 2017).

Opportunità professionali

VaccinarSì cerca un collaboratore igienista

logoSarà presto pubblicato un bando per un medico igienista che dovrebbe aiutare VaccinarSì nello sviluppo delle attività nella Regione del Veneto e della comunicazione in tema vaccinale. "Sarebbe opportuno - sottolinea Antonio Ferro, coordinatore del progetto - poter investire su un professionista di qualità e a riguardo vi chiedo di far girare il bando ed eventualmente di segnalarmi persone interessate per un colloquio preliminare".

Quote di iscrizione SItI

Già 1000 iscrizioni nel 2017: ecco come rinnovare le quote

logoLa campagna iscrizioni alla SItI per l’anno 2017 è iniziata da poche settimane con già 1002 iscritti per l'anno in corso. Le quote associative sono rimaste invariate: 60,00 euro quella ordinaria; 40,00 euro per i Soci juniores (nati dopo il 1° gennaio 1981), Specializzandi e per tutte le Professioni Sanitarie. Diversi sono gli eventi congressuali regionali e nazionali in programma, oltre ai corsi a distanza (FAD), ai quali i Soci potranno accedere gratuitamente o con agevolazioni. L'anno 2017 sarà caratterizzato dal 50° Congresso Nazionale della SItI che si svolgerà a Torino dal 22 al 25 novembre (guarda il video di presentazione disponibile on-line in formato webm, wmv o mp4).
Per rinnovare l’adesione alla SItI i Soci hanno ricevuto nei giorni scorsi una email con il link d'accesso alla scheda on-line, dove poter aggiornare le informazioni di contatto e ricevere le coordinate per effettuare il bonifico tramite il proprio internet banking. Il Socio potrà contestualmente iscriversi alla Società Europea di Sanità Pubblica (EUPHA) con un contributo aggiuntivo di 8,00 euro.
Per i nuovi Soci o per i Soci che non hanno ricevuto la mail per il rinnovo (probabilmente per una email di contatto errata o non più attiva nell'archivio della segreteria), è on-line la pagina iscrizioni sul sito istituzionale.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 3