Home 2018 Dicembre 2018 Numero 45 del 7 dicembre 2018
Numero 45 del 7 dicembre 2018 Stampa


Editoriale

Il Ministro scioglie il CSS. E The Guardian commenta

logoIl Ministro della Salute Giulia Grillo ha revocato le nomine dei componenti esterni del Consiglio Superiore di Sanità, massimo Organismo tecnico-consultivo del suo Dicastero, sfruttando una norma che si riconduce allo "spoil system". Decisione probabilmente legittima ma che accantona personalità scientifiche di rilevo tra cui la Presidente Roberta Siliquini - cui va la nostra solidarietà - che si erano impegnate nel lungo iter di approvazione del nuovo Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale. In attesa di ulteriori sviluppi, diamo notizia delle modalità con cui questa notizia è stata commentata in un articolo pubblicato sul quotidiano inglese The Guardian.


Attualità

Ecco gli indirizzi del Ministero per i prossimi anni

logoIl Ministero della salute ha pubblicato l'”Atto di indirizzo per l’anno 2019″. “La prima vera sfida da vincere – afferma il Ministro della Salute – è quella di migliorare la sostenibilità del SSN, riqualificando la spesa sanitaria, promuovendo nuove strategie e modalità di reperimento delle risorse, anche in una cornice comunitaria ed internazionale”. La politica sanitaria del prossimo triennio andrà ad incidere sulle seguenti macroaree: 1. prevenzione; 2. comunicazione; 3. politiche in materia di ricerca sanitaria; 4. politiche sanitarie internazionali; 5. promozione della qualità e dell’appropriatezza dell’assistenza sanitaria; 6. sistema informativo e statistico sanitario; 7. dispositivi medici, stupefacenti e altri prodotti di interesse sanitario; 8. promozione della salute pubblica veterinaria e della sicurezza degli alimenti; 9. politiche per l’efficienza gestionale.


Attualità

Un emendamento per ridurre la durata delle Scuole. Anzi no

logoIl Governo ha presentato un emendamento nella legge di bilancio che prevede l'abbreviazione di un anno della durata dei corsi di specializzazione, applicabile già dall'anno in corso, con la finalità presunta di colmare il gap formativo e risparmiare fondi da reinvestire in un numero maggiore di borse.
Il provvedimento sembra improvvisato: oggi uno specialista non può essere formato adeguatamente con un percorso inferiore ai quattro anni, e si produrrebbe un disallineamento con i curricula europei e i criteri UEMS che ci porterebbe fuori dall'Europa. I primi danneggiati sarebbero gli specialisti che non vedrebbero più riconosciuto il loro titolo all'estero, e tutto il faticoso percorso verso la qualità formativa e l'accreditamento andrebbe a gambe all'aria ! Il nostro coordinatore del Collegio, Roberta Siliquini, di concerto con gli altri rappresentanti nell'Intercollegio, ha inviato una lettera ai ministri in causa e alle altre parti interessate, sottolineando con forza gli aspetti sopra citati; non ci resta che augurarci che ci sia un forte movimento di opinione contrario e sperare in un ravvedimento operoso dei nostri governanti (a cura di G. Privitera).

EUPHA

E' la slovacca Iveta Nagyova l'incoming President di EUPHA

logoSi è chiusa a Lubiana l'11a Conferenza annuale di Sanità Pubblica con soddisfazione da parte degli organizzatori e dei partecipanti. Durante il Congresso c'è stata la nomina dell'incoming-President di Eupha per il biennio 2020-22 nella persona di Iveta Nagyova (nella foto) che lavora presso il Dipartimento di Social Medicine and Behavioural Medicine della Pavol Jozef Safarik University di Kosice, Slovacchia. Eletto anche il nuovo Segretario (l'olandese Marieke Verschuuren) mentre Carlo Signorelli è stato confermato nel ruolo di Tesoriere. In allegato il rapporto del rappresentante di EUPHAnxt (the next generation network) sul track dedicato a Infectious disease, vaccination, Global Health dove ci sono stati il maggior numero di contributi italiani.

 

Corso di Erice

Il resoconto del Corso sulla valutazione dei servizi sanitari

logoSi è concluso il 23 Novembre scorso il 54° corso della Scuola Superiore di Epidemiologia e Medicina Preventiva “Giuseppe D’Alessandro”, quest’autunno dedicato all’impatto della valutazione sull’organizzazione dei servizi sanitari e sui loro esiti. Un corso molto impegnativo per i circa 40 partecipanti (specializzandi, operatori sanitari ed un ingegnere gestionale), che si sono impegnati sia nell’ascolto di un selezionato elenco di docenti (provenienti da Università, AGENAS, Agenzie sanitarie regionali, Direzioni di ASL, nonché economisti sanitari), che in seminari, lavori di gruppo ed esercitazioni pratiche di valutazione. Un successo riconosciuto da docenti ed allievi, il cui merito va ai due Direttori del Corso, Cesare Cislaghi e Francesco Di Stanislao. Tutti i partecipanti, a conclusione del corso, hanno stilato il tradizionale Erice Charter, documento che oltre ad incoraggiare ovunque nel SSN la valutazione, pone anche il problema ormai attuale di “valutare la valutazione”. Con il 54° corso la Scuola di Erice, aperta nel 1974 da Luigi Dardanoni, ed oggi affidata a Gaetano Maria Fara e Giuseppe Giammanco, ha dimostrato il suo ottimo stato di salute: 54 corsi in 45 anni, di cui ben 3 nel 2018, sui temi più rilevanti ed attuali della Sanità Pubblica (a cura di G. M. Fara)

 

International

Prossima conferenza a Marsiglia. Nel 2020 tutto il mondo a Roma

logoLa prossima Conferenza europea di sanità pubblica si svolgerà a Marsiglia dal 20 al 23 novembre del 2019. Il titolo (Building bridges for solidarity and public health) esplicita la volontà di trattare tematiche "mediterranee", legate anche ai fenomeni migratori dal Nord-Africa. La 13a edizione del 2020 coinciderà con il Congresso Mondiale di Sanità Pubblica assegnato all'Italia ed alla SItI congiuntamente ad EUPHA. Il titolo scelto (Public health for the future of humanity: analysis, advocacy and action) evoca le principali attività degli operatori di sanità pubblica in prospettiva mondiale.

 

International

Le Scuole di Igiene si aprono all'UE. In maggio summit a Erice

logoSi svolgerà presso la prestigiosa Scuola E. Majorana di Erice dal 26 al 29 maggio 2019 la riunione annuale dei Direttori Scuole europee di sanità pubblica dell'ASPHER che torna in Italia dopo 19 anni. L'organizzazione è affidata al Collegio dei Direttori delle 35 Scuole italiane di Igiene e medicina preventiva, coordinato da Gaetano Privitera e con l'egida della SItI. La novità di questa edizione è che la selezione delle relazioni per le otto sessioni plenarie e parallele avverrà considerando gli abstract che potranno essere inviati entro il 15 gennaio 2019. L'impostazione dei lavori dovrà privilegiare gli aspetti didattici e pedagogici relativi ai diversi aspetti della sanità pubblica

 

Organi collegiali

Aperte le candidature per i nuovi Organi collegiali della SItI

logoSi sono aperti i termini per la presentazione delle candidature per l'elezione delle rappresentanze elettive della Giunta, termini che scadranno il 16 dicembre 2018 alle ore 13.00. Dopo tale data il Consiglio delle Sezioni Regionali stabilirà la settimana delle elezioni prevista tra il 30esimo e il 60esimo giorno successivi. Si allega il Decreto del Presidente SItI ed il modulo per esprimere le candidature. Sulla base del nuovo Statuto è previsto un Comitato di Garanzia Nazionale per sovrintendere alla correttezza delle procedure elettorali, costituito dai Probiviri e da un rappresentante per ciascuna delle quattro componenti societarie.

 

I Tweet della settimana

La settimana della sanità italiana sui social

logoGli eventi della sanità italiana hanno avuto grande eco su Twitter; canale sia di diffusione virale di notizie, sia di amplificazione di parerei e opinioni; di tutti, leader e meno leader in un nuovo concetto digitale di democrazia che a volte non premia analisi e approfondimento. Segnaliamo con piacere alcuni tra i tanti scritti che hanno contestualizzato, approfondito e commentato la revoca delle nomine dei componenti non di diritto del Consiglio Superiore di Sanità e la radiazione dell' Assessore Venturi da parte dell’Ordine dei Medici di Bologna. Sempre in settimana, grande copertura social per il Simposio Internazionale Health and Climate Change, per il quale l' Istituto Superiore di Sanità è stato insignito di un premio dal Presidente della Repubblica Mattarella (a cura di A. Odone).

Campagna iscrizioni

Superati 2100 soci nel 2018, record della Sezione Apulo-Lucana

logoLa campagna iscrizioni alla SItI per l'anno 2018 prosegue, ed è stata raggiunta la quota di 2108 soci. Tra le Sezioni Regionali più numerose segnaliamo Apulo-Lucana (277), Triveneto (225), Lazio (221) e Lombardia (201). Tra le categorie gli operatori (974) precedono gli specializzandi in igiene (463), i docenti (321) e le professioni sanitarie (277). I Soci che non hanno ancora rinnovato la quota associativa per l'anno 2018 possono utilizzare il bollettino MAV ricevuto per posta o l'iscrizione on-line sul nostro sito istituzionale.