Home 2017 Dicembre 2017 Numero 50 del 5 dicembre 2017
Numero 50 del 5 dicembre 2017 Stampa


Editoriale

Quello strano indicatore che aumenta anche post-mortem

logoPremesso che personalmente provo una certa irritazione per l'indice di Hirsh (detto anche h-index) pari almeno a quella per i punti della patente di guida, che pure hanno influito, in modo rilevante, sul decremento dell'incidentalità stradale. Ma il dato di fatto, inconfutabile, è che oggi quell'indicatore bibliometrico oggettivo è divenuto il metro, quasi unanimemente riconosciuto, per valutare produzioni scientifiche, carriere e capacità di svolgere ricerca scientifica, elemento essenziale non solo per l'università ma anche per le carriere del SSN, della Dirigenza sanitaria e degli enti di ricerca pubblici e privati. Non è un caso che siano state fissate soglie minime di h-index per presentare i Progetti di ricerca finalizzata al Ministero da parte di ASL, AO e IRCCS (≥18), per diventare Professore Ordinario (≥11 per l'igiene) o Associato (≥7), per essere nominato Commissario di concorso (≥12) e perfino per insegnare come Professore a contratto nelle Scuole di Specializzazione (≥7). E pur essendo state riscontrate oggettive “penalizzazioni" per alcuni filoni di ricerca e un dilagante fenomeno di "doping" per incrementare forzosamente l'h-index principalmente attraverso le autocitazioni e citazioni incrociate (pratiche da reprimere o, meglio, da prevenire), dobbiamo rassegnarci: questo strano indicatore ci accompagnerà per molti anni ancora, essendo scientificamente dimostrato che aumenta anche post-mortem. Con buona pace di chi, ancora oggi, fa finta che non esista o, peggio, che sia una discriminante inaccettabile in un contesto scientifico.

Carlo Signorelli

Università

Leadership rosa: in Cattedra sei nuove professoresse di Igiene

logoTra novembre e dicembre sono entrati in servizio attivo logosei nuovi professori universitari del SSD MED/42 (Igiene generale ed applicata), tutti del gentil sesso. Si tratta di Pamela Barbadoro (Associata ad Ancona, h≥12, nella foto in alto a sinistra), Annalisa Bargellini (Associata a Modena e Reggio Emilia, h≥17, nella foto in alto a destra), Beatrice Casini logo(Associata a Pisa, h≥15, nella foto al centro a sinistra), Chiara logoDe Waure (Associata a Perugia, h≥22, nella foto al centro a destra), Marina Isidori (Ordinaria a Napoli-Vanvitelli, h≥23, nella foto in basso a sinistra) e Anna Odone (Associata presso l'università Vita-Salute San Raffaele di Milano, h≥15, nella foto in basso alogo destra). Nel caso di De Waure e Odone si è trattato anche di logotrasferimenti di sede, rispettivamente da Roma-Cattolica e da Parma.
Il 1 novembre sono invece usciti dal servizio attivo cinque professori ordinari: Marisa Arpesella (Pavia), Gabriella Aggazzotti (Modena e Reggio Emilia), Mario Cocchioni (Camerino), Giorgio Gilli (Torino) e Mirella Pontello (Milano); e due associati Wally Baffone (Urbino) ed Enrica Guidi (Ferrara). A loro un saluto affettuoso con la certezza che continueranno, per molti anni ancora, a partecipare alla vita della nostra prestigiosa comunità scientifica. Alle nuove professoresse i migliori auguri per una brillante carriera.

Istituto Superiore di Sanità

Ricciardi e la notte delle stelle per celebrare la ricerca sanitaria

logoE' stata una serata da ricordare quella di lunedì 4 dicembre presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma dove è stato presentato il volume “ISS: il contributo italiano alla ricerca per la salute” con le fotografie di Oliviero Toscani e con i testi del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, Paola De Castro, Angelo Del Favero, Sir Muir Gray, Bill Gates e il premio Nobel Eric Chivian. La serata, condotta da Tiberio Timperi, ha visto gli interventi di Elena Sofia Ricci, Ennio Fantastichini e Mimmo Locasciulli che ha recitato alcuni dei suoi brani più intensi. Il tutto sotto la regia del Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità Walter Ricciardi (nella foto col conduttore Tiberio Timperi).

Ministero della salute

Oltre 350 domande per l'elenco delle società scientifiche

logoSono circa 360 le domande pervenute nei termini al Ministero della Salute per l'inserimento nell'elenco delle società scientifiche e associazioni tecnico-professionali accreditate per poter stendere linee guida ai sensi della Legge Gelli e del DM del 2 agosto 2017. Tra queste naturalmente anche la SItI che ha documentato l'iscrizione del 38.8% dei professionisti specialisti in igiene e medicina preventiva. Lo affermano fonti non ufficiali che sottolineano la difficoltà del lavoro di selezione essendo stati riscontrati diversi vizi formali sia nei termini di presentazione che di presenza di requisiti essenziali.

Premi

Award a Palombi per i Master sulla sicurezza internazionale

logoPochi giorni fa Leonardo Palombi, Ordinario di Igiene all'Università di Roma Tor Vergata, ha ricevuto il prestigioso "The Hague" Award, promosso annualmente dalla Organizzazione per la Proibizione delle Armi Chimiche (OPCW) tra le 93 nazioni firmatarie. Si tratta di un importante riconoscimento per i due Master sulla sicurezza di Tor Vergata ed un segnale di come il mondo dell'Igiene italiana sappia interpretare le nuove domande di formazione in ambito safety e security e grandi emergenze. Tra l'altro i master in Protezione da eventi CBRNe (chimici, biologici, radiologici, nucleari ed esplosivi), unici in Europa, sono "Nato selected" e riconosciuti dall'OSCE. Felicitazioni sono pervenute dal Ministero degli Esteri nella persona del ministro Angelino Alfano. Ricordiamo che l'OPCW raccoglie paesi di tutti i continenti rappresentanti il 98% della popolazione mondiale. Complimenti e auguri a Palombi per le future iniziative.

Corsi & Congressi

Dal Convegno su terremoto e salute nasce l'idea di un progetto CCM

logoSabato 2 dicembre si è svolto presso il Dipartimento MeSVA dell'Università dell'Aquila, organizzato da Leila Fabiani, un convegno nell’ambito della convenzione con l’ASR Abruzzo sull’analisi dei dati correnti per evidenziare gli effetti sulla salute del terremoto del 2009, che ha avuto due focus di discussione: il primo sull’adeguatezza del sistema socio sanitario a fronteggiare i ricorrenti disastri sia nell’immediato sia, ancor più, negli effetti di medio e lungo termine e il secondo sui dati epidemiologici. Tra gli intervenuti Carlo Signorelli, Daniela D'Alessandro, Jolanda Grappasonni, Stefano Necozione e Luigi Bisanti, oltre al Direttore del Dipartimento di Prevenzione dell’ASL Domenico Pompei, al DG dell'Azienda Sanitaria Locale Rinaldo Tordera e dell'Agenzia Sanitaria Regionale Abruzzese Alfonso Mascitelli. L'interessante convegno si è chiuso con l'ipotesi di presentare, nel 2018, un Progetto al CCM per implementare la ricerca scientifica, coordinare gli interventi formativi e la stesura di protocolli e linee guida nel segno di un'adeguata "prepardness" su tutte le emergenze di sanità pubblica.

Corsi & Congressi

Ecco la Carta sull'Health Literacy del 51° Corso di Erice

logoSi è concluso con grande soddisfazione di tutti i partecipanti il 51° Corso della Scuola di Epidemiologia di Erice dedicato alla Health Literacy, con particolare attenzione al contrasto della Vaccine Hesitancy. I docenti, anche stranieri, non si sono risparmiati durante le lezioni frontali e le discussioni ed i lavori di gruppo sono stati molto vivacizzati da parte degli allievi, composti da specializzandi di igiene e di pediatria e da numerosi operatori, tra cui diversi assistenti sanitari. A conclusione si è approvato un documento propositivo, lo “Erice 51 Charter”, di cui la versione in lingua inglese è stata proposta ad una rivista internazionale. (a cura di G.M. Fara)

Congresso Nazionale SItI

Tutti gli abstract sul Volume degli Atti Congressuali

logologoTutti gli abstract divisi per sezioni tematiche nonché i riassunti delle relazioni presentate nelle sessioni plenarie del 50° Congresso Nazionale SItI di Torino sono state formattate e raccolte nel Volume degli Atti del 50° Congresso SItI che verrà inserito nella raccolta presente nel sito internet della nostra Società Scientifica.

Rinnovo iscrizioni SItI

I soci SItI salgono a 2643. Ecco come rinnovare la quota

logoLa Segreteria ha aggiornato l'elenco dei soci che hanno rinnovato la quota per l'anno 2017. A oggi sono 2643; le sezioni più numerose sono Abruzzo-Molise (550) Apulo-Lucana (313) e Triveneto (234). I non iscritti possono rinnovare la quota con il MAV postale o via internet. Dal prossimo numero Igienisti on-line sarà inviato solo ai soci in regola con la quota associativa 2017.