Home 2015 Aprile 2015 Numero 14 del 14 aprile 2015
Numero 14 del 14 aprile 2015 Stampa

Editoriale

Da Verona una risposta autorevole degli operatori della prevenzione

logo

Se la Convention dei Direttori dei Dipartimenti di prevenzione doveva essere un banco di prova per l'applicazione del nuovo Piano Nazionale della Prevenzione e per un rilancio dei Dipartimenti la risposta è stata sicuramente positiva. La presenza del Direttore generale della Prevenzione Ranieri Guerra, del Presidente del Consiglio Superiore di Sanità e dei Presidenti di SItI, SIVeMP e SNOP hanno testimoniato l'interesse per il tema che risulta strategico nelle attuali politiche sanitarie italiane. E' emersa qualche apprensione per gli accorpamenti delle ASL in corso e per i modelli regionali di fantasia; ma le società scientifiche si sono impegnate ad elaborare documenti di indirizzo per garantire i requisiti minimi affinchè le attività di prevenzione previste dal PNP non vengano sacrificate.

Carlo Signorelli

Convention dei Direttori dei DP

Prevenzione più efficace con un Dipartimento ben organizzato

logologoSono state soprattutto le relazioni di Sandro Cinquetti e Fausto Francia a delineare le nuove strategie organizzative dei Dipartimenti di prevenzione per soddisfare gli obiettivi del Piano Nazionale della Prevenzione. Alla Convention dei Direttori di Dipartimento, tenutasi il 10 aprile nel Palazzo della Gran Guardia di Verona, la partecipazione e l'interesse sono stati rilevanti e maggiori rispetto alle precedenti edizioni; sottolineate dall'apertura del Sindaco di Verona Flavio Tosi e dal Direttore generale dell'ASL Maria Giuseppina Bonavina. In allegato il comunicato stampa di apertura, la rassegna stampa e un articolo apparso su l'Arena, quotidiano di Verona.

XII Rapporto Osservasalute

Il miglior sistema sanitario del mondo con meno risorse e poca prevenzione

logo

Il 30 marzo è stato presentato all'Università Cattolica di Roma il XII Rapporto Osservasalute. Il rapporto fotografa un Paese che su tutti i fronti della prevenzione (come seguire corretti stili di vita, sottoporsi a screening regolari, ridurre il fumo, fare pratica sportiva, tutelare la salute mentale) continua a fare acqua. Gli italiani stanno ancora bene, grazie anche a un SSN che è tra i migliori al mondo, ma preoccupano il perdurare di ampi gap territoriali che la crisi, ormai strutturale, ha acuito sia per la carenza di risorse disponibili sia per modelli di assistenza che mostrano profonda necessità di revisione. È in bilico la tenuta del sistema, avvertono dall'Osservatorio Walter Ricciardi e Alessandro Solipaca, a meno che non si inverta la rotta valorizzando quanto di buono del nostro SSN può essere salvato, diffondendo le best practices ed evitando eccessivi tagli alle risorse. Le soluzioni pensate e offerte fino a oggi non sono state sufficienti e, analizzando i dati raccolti dai 195 esperti di Osservasalute, "vale la pena di iniziare a ragionare su alcune proposte, emerse già da qualche anno, che prospettano sulla scorta di esperienze europee del welfare-mix un "secondo welfare" basato su sistemi, sostenuti con incentivi pubblici, in grado di intrecciare in modo virtuoso l'iniziativa privata e quella di natura associativa". In allegato un articolo de Il Sole 24Ore Sanità.

Rassegna stampa

Antobioticoresistenza: gli interventi di Graselli e Signorelli

logo

E' attuale il dibattito sull'antibioticoresistenza, un tema nell'agenda delle priorità del nostro Ministero della salute e della Commissione europea. L'Ufficio stampa della SItI segnala due contributi recentemente pubblicati su Il Sole 24Ore Sanità. L'8 aprile Aldo Grasselli (nella foto), analizza i rischi dell’antibioticoresistenza legata alle importazioni nel nostro Paese di prodotti animali e materie prime da paesi extra-UE sottolineando il ruolo cruciale dei Dipartimenti di Prevenzione delle Asl nel garantire la sicurezza alimentare e la protezione dei consumatori. Il Presidente della SItI Carlo Signorelli, in una nota pubblicata il 10 aprile, delinea una serie di "ricette" per invertire questa preoccupante tendenza.

48° Congresso Nazionale SItI

Ecco i risultati del sondaggio sui temi dei workshop. Ben 717 soci hanno risposto

logo

Se il buon giorno si vede dal mattino il 48° Congresso SItI di Milano è destinato ad avere successo tra i nostri soci. Ben 717 hanno risposto al sondaggio lanciato da Igienisti on-line sul gradimento dei temi dei workshop e delle tavole rotonde. I risultati indicano che gli argomenti più gettonati sono stati: "Lo sviluppo professionale del Medico Igienista nell’Assistenza Primaria" con più del 30% di preferenze, "Dieta mediterranea e longevità in salute: binomio evidence based?" con il 29% di preferenze e "L’integrazione delle Professioni Sanitarie: dalla sicurezza degli alimenti alla prevenzione nutrizionale" con quasi il 24% di preferenze. Tra i criteri finali di scelta, oltre all'interesse dei soci, anche (e soprattutto) il profilo scientifico delle proposte e dei relatori che sono stati valutati dal Comitato scientifico della SItI.

48° Congresso Nazionale SItI

Scelto il titolo: ALIMENTARE LA SALUTE. Entro il 15 maggio gli abstract (scadenza tassativa)

logo

La Giunta della SItI ha scelto all'unanimità il titolo del prossimo Congresso nazionale di Milano: Alimentare la salute con il triplo significato di valorizzare le attività di prevenzione utili, di richiamare il tema principale di EXPO 2015 e di sottolineare l'interesse della nostra società scientifica per l'igiene e la sicurezza alimentare e nutrizionale. Attraverso il sito internet del Congresso all'indirizzo www.siti2015.org è possibile inviare gli abstract per il 48° Congresso Nazionale per partecipare alla selezione delle comunicazioni brevi, di alcuni workshop tematici e dei poster. Gli abstract verranno valutati dal Comitato scientifico anche in relazione alla selezione dei migliori per la pubblicazione in extenso sulla Rivista Epidemiologia & Prevenzione, come già accaduto per il 47° Congresso nazionale di Riccione. Sul sito congressuale sono disponibili anche tutte le altre informazioni come modalità e costi delle iscrizioni e prenotazioni alberghiere.

Crediti ECM ed espulsione dall'Albo

Il Ministero "taglia" il 60% dei medici competenti

logo

Il Ministero della Salute ha cancellato dal registro dei medici competenti circa 6mila degli oltre 10mila colleghi che si erano originariamente iscritti. Ciò per non avere acquisito i necessari crediti ECM previsti dal D.Lgs 81/2008 (150 crediti in tre anni, il 70% su temi di igiene e sicurezza sul lavoro). Tale provvedimento, oltre a costituire un precedente rilevante anche per altre specialità, dimezza il numero di figure professionali disponibili sul mercato togliendo di fatto a molte aziende la possibilità di utilizzare medici non più idonei a tale funzione. In attesa di eventuali provvedimenti del Ministero, auspicati da più parti (vedi comunicato ANMA), pubblichiamo una nota di Matteo Riccò (Segretario della Sezione Emilia-Romagna della SItI, specialista in igiene e medicina del lavoro e medico competente) che ripercorre le tappe dell'iter evidenziandone anche alcuni aspetti controversi. il tema della formazione per medici competenti è stato all'attenzione della SIti da diversi anni e verrà ripreso nell'ambito delle attività del Gruppo di lavoro coordinato da Paolo Durando.

Nuove nomine ASL

Antonio Ferro Direttore sanitario a Verona

logo

Continua l'impiego di colleghi igienisti nelle Direzioni sanitarie aziendali. Il collega Antonio Ferro (nella foto), già Direttore del Dipartimento di prevenzione di Este, è da pochi giorni il nuovo Direttore sanitario dell'ULSS 20 di Verona avvicendando un altro noto igienista, Massimo Valsecchi. A Ferro i complimenti e gli auguri di buon lavoro.

Nuove nomine Farmindustria

Nicoletta Luppi Presidente del Gruppo Vaccini

logo

Nicoletta Luppi, attualmente Presidente e Amministratore delegato di Sanofi Pasteur MSD, è il nuovo Presidente del Gruppo Vaccini di Farmindustria. Succede a Renato Soncini (Johnson & Johnson). Il Gruppo si propone, allineato al programma strategico dell’Associazione, di promuovere la cultura della vaccinazione a tutti i livelli. A Nicoletta Luppi gli auguri di buon lavoro della SIti con l'auspicio di continuare la proficua collaborazione su diversi progetti tra cui quello del portale vaccinarSì.

Quote di iscrizione SItI

Già 1360 iscritti nel 2015. Record Abruzzo-Molise (413). Le iscrizioni sono rinnovabili via internet

logo

La campagna iscrizioni alla SItI per l’anno 2015 è in corso e ha raggiunto la rilevante quota di 1360 adesioni con una distribuzione tra Sezioni Regionali che vede saldamente in testa l'Abruzzo-Molise (nella foto il Presidente Mario Lizza) con 413 soci seguita dalla Sezione Apulo-Lucana (246). Le quote associative per il 2015 sono rimaste invariate (60 euro soci ordinari e 40 euro per specializzandi, professioni sanitarie e under 35). Diversi sono gli eventi congressuali regionali e nazionali in programma, oltre che quelli a distanza (FAD), ai quali i soci potranno accedere. L'anno 2015 sarà caratterizzato dal 48° Congresso Nazionale della SItI organizzato congiuntamente alla 8th European Public Health Conference dal 14 al 17 ottobre a Milano.
Per rinnovare l’adesione alla SItI per il 2015 i Soci possono già da ora cliccare il link http://www.societaitalianaigiene.org/site/new/index.php/menu/iscrizione, dove è possibile scaricare il modulo che permetterà di pagare direttamente tramite il servizio di internet banking, senza dover effettuare quindi il pagamento diretto. Contestualmente è anche possibile iscriversi alla Società Europea di Sanità Pubblica (EUPHA) con un contributo aggiuntivo di 8 euro.