Home 2015 Marzo 2015 Numero 8 del 3 marzo 2015
Numero 8 del 3 marzo 2015 Stampa

Editoriale

Nuovi LEA, sarà la volta buona?

logo

Il LEA dovrebbero rappresentare il perno dell'equità delle prestazioni del nostro SSN. Non a caso la prima (e fino ad oggi unica !) versione fu approvata nel 2002, all'indomani della modifica del Titolo V della Costituzione che apriva la travagliata stagione della legislazione concorrente in sanità. Da allora sono state proposte diverse modifiche e integrazioni dei LEA con bozze che sono finite tutte nelle maglie del doppio reticolo della Conferenza Stato-Regioni e del Ministero dell'Economia e quindi inesorabilmente bloccate. In queste settimane il Ministro Lorenzin (nella foto) ci ha riprovato e sta cercando di concordare con le Regioni un'integrazione dei LEA sostenibile economicamente. "La scommessa è alta" ha affermato lo stesso Ministro e anche noi siamo convinti che la strada sia in salita.
Ad un primo esame non ci pare che ci siano stravolgenti novità nei nuovi LEA sulla Prevenzione collettiva e sanità pubblica, salvo lo scontato inserimento dei vaccini già previsti dal PNPV 2012-14, peraltro già scaduto e in attesa di una rivisitazione. Anche se i nuovi LEA dovessero essere approvati, permarrà per la prevenzione una situazione ibrida in cui saranno solo le regioni più lungimiranti e organizzate a introdurre prestazioni di provata efficacia eliminando quelle inutili e obsolete, con il rischio in questo modo di accentuare le disomogeneità territoriali, uno dei maggiori problemi del nostro Servizio Sanitario Nazionale. E se da un lato esiste la necessità di garantire prestazioni uniformi a livello nazionale, dall’altro si fatica a rimpiangere la complessa gestione centralistica dello Stato.

Carlo Signorelli

Vaccini e autismo

In Appello ribaltata la sentenza di Rimini: nessun rischio di autismo

logo

Non esistono evidenze scientifiche che il vaccino MPR provochi l’autismo. La Corte d'Appello di Bologna ha ribaltato la discussa sentenza del giudice del lavoro di Rimini che, nel 2012, aveva riconosciuto il risarcimento a un bambino autistico vaccinato dalla ASL nel 2002. La sentenza di primo grado di Rimini (peraltro senza la costituzione in giudizio del Ministero della salute) era stata utilizzata come giurisprudenza in molte cause civili per danni che sono state avviate successivamente, ed ha contribuito al crescente fenomeno della "vaccine hesitancy" con ripercussioni sulle coperture (e sulla salute della popolazione). Su questa sentenza riportiamo il Comunicato stampa della SItI e un commento di Antonio Ferro.

Governo

Stop all'Agenzia nazionale per le ispezioni del lavoro

logo

Sullo scorso numero di Igienisti on-line veniva segnalata la possibile proposta del Governo di varare un DDL per istituire una nuova Agenzia in attuazione dell'art. 1 comma 7 della legge n. 183/2014 (Jobs Act) che prevede la “razionalizzazione e semplificazione dell'attività ispettiva, attraverso misure di coordinamento ovvero attraverso l'istituzione, ai sensi dell'art. 8 del D.Lgs. 300/99, di una Agenzia unica per le ispezioni del lavoro, tramite l'integrazione in un'unica struttura dei servizi ispettivi del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, dell'INPS e dell'INAIL". Ebbene il governo ha preso tempo sull'istituzione di una sola struttura per ispettori INPS, INAIL e del Ministero del Lavoro anche sotto la pressione dei sindacati. CGIL e SNOP avevano mostrato molte preoccupazioni per la possibile duplicazione dei sistemi di vigilanza, e con forte rischio di inefficacia degli interventi. Aggiungiamo che il punto da chiarire è il coordinamento con le attività ispettive già svolte egregiamente dalle ASL. Ma la sensazione è che la partita sia solo rinviata.

Gruppi di lavoro

Riunioni, proposte e grande partecipazione

logo

Quasi tutti i 16 Gruppi di lavoro (GdL) della SItI, nominati a fine anno, hanno effettuato o programmato le loro riunioni di insediamento. E' stata segnalata da parte di tutti i coordinatori una grande partecipazione, tanta voglia di lavorare e di impegnarsi in progetti scientifici. Tra questi segnaliamo la proposta di adesione alla FESIN (GdL alimenti e nutrizione), la predisposizione di un allegato al calendario vaccinale per la vita con indicazione dei target di coperture ottimali (GdL vaccini), un incontro operativo con la SIMPIOS (GdL GISIO), l'organizzazione di un corso residenziale a Erice sull'attività fisica (GdL Scienze Motorie), la redazione di un volume sull'ambiente costruito con linee guida per la casa sana (GdL Edilizia) e proposte molto articolate dei Gdl in Igiene del lavoro e Direzioni sanitarie. Nel frattempo la Giunta Nazionale ha integrato o avvicendato alcuni componenti del GdL dopo richiesta specifica di talune Sezioni: sostituzione di Schiavone con Remigio Prudente e aggiunta di Annalaura Carducci (GdL Igiene del lavoro), inserimento di Gianni Pieroni (GdL Direzioni sanitarie), Erica Leoni e Orazio Claudio Grillo (GdL GSMS), Vincenza La Fauci (GdL disuguaglianze), Antonino Delia (GdL alimenti e nutrizione).

Sezione Campania

Maria Triassi Presidente della Sezione

logo

Dopo il commissariamento dello scorso dicembre, sabato 28 febbraio si è svolta in Sezione Campania l'Assemblea che ha portato all'elezione del Presidente di sezione per il biennio in corso (Maria Triassi, nella foto), del vicepresidente (Maria Grazia Panico) e dei membri del direttivo (solo cinque sui sette posti disponibili: Vincenzo Pontieri, Raffaele Palombino, Giuseppe Longo, Rosanna Ortolani, Paolo Montuori). Il nuovo Presidente ha ringraziato i numerosi partecipanti dichiarando di "volersi impegnare per dare il giusto impulso alla Sezione e per profondere tutte le energie per unificare le anime della Sezione affinché, attraverso un dialogo costruttivo, possano essere recuperate anche quelle forze universitarie e professionali che a questo momento nella vita della Sezione hanno ritenuto di non partecipare. Ovviamente con l’indispensabile contributo degli Organismi Nazionali, per il bene della Società, della Disciplina che rappresenta e degli iscritti tutti." L'Assemblea è stata preceduta da lettura magistrale del dottor Donato Greco, già Direttore del Dipartimento di prevenzione del Ministero della salute, su Germs spillover, il meccanismo che sta dietro ad emergenze e riemergenze infettive.

Sezione Calabria

Successo della Giornata di studio di Catanzaro

logo

Il 28 febbraio si è tenuta al Campus Universitario “Salvatore Venuta” sito a Catanzaro la III Giornata di Studio, organizzata dalla Sezione Calabria della SItI. L’evento, aperto a tutti i soci SItI, si è proposto di attivare e consolidare momenti di conoscenza, di informazione sul piano scientifico, pedagogico e professionale e di individuare le direttive scientifiche generali della Sezione con lo scopo di promuovere la ricerca igienistica applicata. Sono pervenuti più di 30 contributi scientifici, 29 dei quali sono stati presentati oralmente da Igienisti Ospedalieri e del Territorio, Medici in formazione, Tecnici della prevenzione e altri professionisti di Sanità Pubblica. Le Sessioni Tematiche sono state moderate da Anita Arcuri (Responsabile del Centro Vaccinale di Gioia Tauro-Rosarno) e Maria Antonietta Greco (Responsabile SOD del Presidio Ospedaliero “De Lellis” di Catanzaro) e hanno riguardato: Malattie infettive e prevenzione, Igiene degli alimenti e della nutrizione, Ambienti di vita e di lavoro e Salute umana, Epidemiologia dei servizi sanitari, Prevenzione delle malattie cronico-degenerative. Al termine delle presentazioni, i Discussant - Maria Pavia (Ordinario di Igiene a Catanzaro, nella foto) e Giuseppe De Vito (Presidente della Sezione SItI) hanno coordinato un approfondito dibattito che ha consentito di discutere ed analizzare criticamente i contributi presentati, condividendo le rispettive attività scientifiche e professionali. I contributi scientifici pervenuti sono stati pubblicati in formato elettronico.

Task shifting ed esperienze

Il 12 giugno a Taranto la prima giornata delle professioni sanitarie

logo

La Consulta delle Professioni Sanitarie organizza la prima edizione de "La giornata delle Professioni Sanitarie" il 12 giugno a Taranto. Sarà un convegno caratterizzato da interventi che vedranno coinvolte direttamente le professioni sanitarie afferenti alle varie classi di laurea. Si parlerà di task shifting, dei contributi che ciascun professionista apporta nei propri ambiti di competenza, di confronti esperienziali. Sarà anche un'ulteriore occasione per far conoscere la Consulta e per far avvicinare i diversi professionisti alla SItI. L'evento è organizzato dalla Consulta (nella foto il coordinatore Anna Fabbro) in collaborazione con la Sezione Apulo Lucana della SItI e con l'ASL di Taranto quale provider per l'accreditamento ECM.

48° Congresso Nazionale SItI

I temi delle plenarie e le regole per i workshop

logo

La Giunta della SItI, su proposta della Sezione Lombardia, ha scelto i temi delle quattro sessioni plenarie del 48° Congresso Nazionale SItI in programma a Milano dal 14 al 17 ottobre, in contemporanea con la 8th European Public Health Conference. Due plenarie tratteranno argomenti tradizionali e legati alle tematiche di Expo: sicurezza alimentare, globalizzazione, nuove epidemie (Coordinatori: E. Guberti, M. Pontello) e ambiente e salute (Coordinatori: M. Conversano, F. Donato); sessione dedicata alla memoria del compianto ex Presidente della SItI Cesare Meloni che verrà moderata da Vittorio Carreri e Gabriele Pelissero. Altre due plenarie trattano temi più innovativi: E-health per la prevenzione (Coordinatori: F. Auxilia, S. Cinquetti) e "Health threats" ed equità di accesso ai servizi sanitari (Coordinatori: G. Icardi, A. Zanetti). Tutte le altre sessioni saranno "bottom-up" con la possibilità di proporre entro il 15 marzo workshop e tavole rotonde da parte delle Sezioni Regionali della SItI, dei Collegi, delle Consulte e dei Gruppi di lavoro. Per tutte le informazioni è attivo il sito internet del Congresso all'indirizzo www.siti2015.org dove tutti i soci potranno trovare informazioni e istruzioni per l'invio degli abstract e per le iscrizioni.

Quote di iscrizione SItI

Iscrizioni 2015 rinnovabili via internet

logo

La campagna iscrizioni alla SItI per l’anno 2015 è in corso. Le quote associative sono rimaste invariate per il 2015 (60 euro soci ordinari e 40 euro per specializzandi-professioni sanitarie-under 35). Diversi sono gli eventi congressuali regionali e nazionali in programma, oltre che quelli a distanza (FAD), ai quali i soci potranno accedere. L'anno 2015 sarà caratterizzato dal 48° Congresso Nazionale della SItI organizzato congiuntamente alla 8a Public Health Conference di EUPHA dal 14 al 17 ottobre a Milano.
Per rinnovare l’adesione alla SItI per il 2015 i Soci possono già da ora cliccare il link http://www.societaitalianaigiene.org/site/new/index.php/menu/iscrizione, dove è possibile scaricare il modulo che permetterà di pagare direttamente tramite il servizio di internet banking, senza dover effettuare quindi il pagamento diretto. Contestualmente è anche possibile iscriversi alla Società Europea di Sanità Pubblica (EUPHA) con un contributo aggiuntivo di 8 euro. (Nella foto il Segretario generale della SItI Stefania Boccia).