Home 2013 Settembre 2013 Numero 18 del 22 settembre 2013
Numero 18 del 22 settembre 2013 Stampa

Specialità: tante perplessità sulla graduatoria nazionale

Il Governo ha incluso nel Decreto Legge 104 del 9 settembre una norma che prevede la graduatoria unica nazionale per l'ammissione alle Scuole di specializzazione nel nome della trasparenza e del merito dei candidati. Dopo aver letto i commenti entusiastici di alcune associazioni (ed evidentemente condivisi dal Ministero) ci permettiamo di riassumere una serie di criticità che seguono i commenti di autorevoli Direttori già pubblicati su IGIENISTI ON-LINE, che meriterebero forse una più attenta riflessione nelle sedi istutuzionali, prima di compiere il passo finale:
1 - la cosiddetta norma "antibaroni" costringerà almeno una metà degli specializzandi italiani a risiedere fuori sede con notevole aumento delle spese e minori opportunità di svolgere tirocini nelle strutture sanitarie dove potrebbero auspicare un inserimento professionale;
2 - la maggiore equità delle graduatorie è tutta da dimostrare e comunque ottenibile (e in parte già ottenuta) con meccanismi di assegnazione dei punteggi meno discrezionali;
3 - il titolo di specialista è nazionale ma è indubbio che una Specialità come Igiene e medicina preventiva, ad alta valenza organizzativa, si adatta ai modelli di assistenza sanitaria regionale che sono molto diversi tra loro rendendo per il neo-specialista più difficile l'inserimento professionale in una realtà regionale diversa da quella dove ha svolto le attività formative;
4 - non osiamo pensare alle difficoltà organizzative dell'esame, alle complicazioni burocratiche, alla gestione delle richieste di trasferimento e di convenzionamento delle strutture esterne alla Scuola e alle omogenizzazione dei punteggi per i titoli (come tesi e ADE) che dovrebbero essere gestiti da commissioni uniche nazionali.

Carlo Signorelli

 

Graduatoria unica: il commento di Romano e un sondaggio on-line

Il governo ha previsto nel DL 104 pubblicato in Gazzetta il 12 settembre la formazione di una graduatoria unica nazionale per l'accesso alle scuole di specializzazione in medicina, attraverso una modifica al D.Lgs 368/1999. Saranno i vincitori del concorso a scegliere la sede di specializzazione in base all'ordine ottenuto nella graduatoria. Cristiano Alicino, presidente nazionale per il 2012/2013 della Confederazione nazionale delle associazioni dei medici specializzandi - FederSpecializzandi, ha espresso «soddisfazione enorme, anche perché nei mesi scorsi ci siamo battuti a lungo perché si realizzasse una riforma di questo tipo, che valorizzasse il merito effettivo degli studenti e garantisse la totale trasparenza del concorso.
Gabriele Romano, rappresentante dei Direttori delle Scuole di Igiene e medicina preventiva in seno al CUN, ricorda che furono a suo tempo avanzate alcune proposte: il mantenimento a livello locale della prova e della commissione giudicatrice; un sistema oggettivo di costituzione dei quesiti con bibliografia di riferimento nota; la valutazione da parte della commissione locale del curriculum di studi e generale del candidato e del suo voto di laurea secondo parametri oggettivi e valutabili; la possibilità da parte degli atenei di acquisire risorse e posti aggiuntivi da parte di Enti pubblici (comprese le Regioni) e privati, purché inserite nel bando emanato dall'ateneo prima del concorso.
Ma cosa ne pensano i nostro soci? IGIENISTI ON-LINE lancia un sondaggio on-line. Rispondi anche tu.

 

Governo ricorre contro Legge edilizia dell'Emilia-Romagna

Su proposta del Ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Graziano Delrio, il Consiglio dei Ministri ha deliberato l’impugnativa alla Legge Regione Emilia Romagna n.15 del 30/07/2013 “Semplificazione della disciplina edilizia” in quanto conterrebbe numerose disposizioni in contrasto con i principi statali in materia di governo del territorio e, pertanto, viola l’art. 117, 3 comma, della Costituzione”. Questo problema era stato sollevato sullo scorso numero di IGIENISTI ON-LINE con la pubblicazione di una lettera di Andrea Signorini, qualificatosi come libero cittadino ma in realtà tecnico di prevenzione in un'AUSL dell'Emilia-Romagna. Ha espresso viva soddisfazione per la decisione del Governo Fausto Francia, Direttore del Dipartimento di prevenzione della AUSL di Bologna. Su questa vicenda pubblichiamo anche un parere articolato di Antonio Faggioli, ex ufficiale sanitario di Bologna e socio onorario della SItI che riassume le norme igienico-sanitarie in edilizia e commenta la compatibilità della Legge Regionale ER 15/2013 con il quadro normativo vigente.

 

Mancano 25 giorni al 46° Congresso Nazionale SItI

Oltre 700 abstract e quasi 1000 iscrizioni per il 46° Congresso Nazionale della SItI in programma a Giardini Naxos-Taormina dal 17 al 20 ottobre 2013. L'organizzazione congressuale sta comunicando in questi giorni agli autori di abstract tutte le informazioni utili riguardanti le loro presentazioni. Il programma congressuale è pubblicato sul sito http://www.mcaevents.org/t/01/ivl-congresso-nazionale-siti/index.aspx.

 

On-line agli atti del Congresso Nazionale del 2012

Sono disponibili al download le relazioni e le comunicazioni e i poster del 45° Congresso Nazionale SItI, pubblicate come supplementi al numero 3 di maggio-giugno 2013 del volume XXV di "Annali di Igiene, Medicina Preventiva e di Comunità", rivista accreditata dalla SItI e pubblicata dalla Società Editrice Universo di Roma. Il 45° Congresso Nazionale si è svolto a Forte Village (CA) lo scorso ottobre (nella foto il Presidente della SItI-Sardegna Rossella Coppola).

 

La SItI guarda avanti: Riccione nel 2014 e Milano nel 2015

La Giunta Esecutiva della SItI ha scelto la sede del prossimo Congresso Nazionale SItI che si svolgerà a Riccione dal 1 al 4 ottobre 2014. Questo Congresso vedrà diverse novità organizzative e scientifiche: anzitutto saranno due le Sezioni coinvolte (Emilia-Romagna e Marche) e ben sette le sedi accademiche che collaboreranno alla redazione del Programma scientifico, assieme alla Giunta Nazionale e al Comitato scientifico della SItI. La scelta di Riccione nasce per facilitare le esigenze logistiche dei partecipanti e per garantire una maggiore sostenibilità dei costi dell'organizzazione, degli sponsor e dei partecipanti. Già decisa da tempo anche la sede del Congresso Nazionale 2015 che si svolgerà dal 14 al 17 ottobre a Milano in concominatnza con la VIII Public Health Conference dell'EUPHA e soprattutto durante l'apertura di EXPO 2015.

 

Nuovo testo su vaccini e politiche vaccinali

E' stato recentemente pubblicato un testo scientifico sulle vaccinazioni curato da un gruppo di autorevoli colleghi tra cui componenti del Gruppo vaccini della SItI ed in particolare da Roberto Gasparini (editor), Antonino Nastasi, Paolo Bonanni, Antonio Ferro, Walter Ricciardi, Carlo Signorelli e Rossella Coppola. Il volume "Le Vaccinazioni: dalle acquisizioni scientifiche al miglioramento delle strategie" - che sarà disponibile al Congresso SItI di Giardini Naxos - prende in considerazioni le più rilevanti problematiche delle politiche vaccinali (tipi di vaccini, sicurezza, HTA, calendari, accreditamento dei servizi) ed esamina accuratamente tutte le malattie prevenibili con vaccini efficaci.



Soci SItI a 2203. Come rinnovare la quota

Prosegue bene la campagna di iscrizioni alla SItI per l'anno 2013. Al 20 settembre i soci che avevano rinnovato la quota erano 2203. Sta contribuendo in modo importante alla buona riuscita della campagna di iscrizioni il programma sperimentale FAD (www.mveducational.it) che consente ai soci in regola con la quota di aderire gratuitamente al primo programma che prevede tre corsi. L'invio del notiziario IGIENISTI ON-LINE è riservato ai soci in regola con la quota associativa dell'anno in corso.
Il rinnovo delle quote per il 2013 potrà avvenire in tutte le banche e uffici postali utilizzando il MAV che è già stato inviato per posta a tutti i nostri soci. I nuovi iscritti (o quelli che non hanno ricevuto il MAV) possono invece compilare il form di iscrizione che permetterà la generazione di un avviso di pagamento MAV che potrà essere pagato on-line tramite carta di credito o, se previsto, tramite il servizio offerto dal proprio istituto di Internet Banking. Il MAV può essere inoltre stampato e pagato presso tutti gli sportelli di banche ed istituti di credito oppure presso tabaccherie e ricevitorie Lottomatica abilitate su tutto il territorio nazionale.
Si ricorda che le quote di iscrizione sono di euro 60 (ordinaria) con riduzione a euro 40 per i soci nati nel 1977 e successivi e per Assistenti sanitari, Infermieri e Tecnici della prevenzione. Utilizzando il modulo d'iscrizione on-line è possibile pagare, contestualmente all'iscrizione SItI, anche la quota EUPHA (European Public Health Association) di € 8,00, che permetterà agli iscritti, tra l’altro, di ricevere sulla propria posta elettronica la versione on-line di European Journal of Public Health. Si ricorda a tutti i Soci che l'iscrizione o il rinnovo della quota di iscrizione per il 2013 può essere anche eseguito contattando la Presidenza o la Segreteria delle singole Sezioni Regionali.

 

Numerosi appuntamenti nei prossimi due mesi

Ecco l’elenco dei principali appuntamenti scientifici di interesse igienistico dei prossimi mesi. Sono ben 14 eventi segnalati tra ottobre e novembre. Si pregano gli organizzatori di segnalare alla redazione altre manifestazioni organizzate nelle Sezioni o di interesse igienistico.