Home


Numero 46 del 5 dicembre 2016 Stampa

Editoriale

I casi di meningite di Milano, uno spot per i vaccini

logoCon molto dispiacere dobbiamo constatare che l'ultimo dramma della ragazza morta di meningite all'Università Statale di Milano ha posto alla ribalta, in chiave positiva, l'efficacia della profilassi vaccinale per evitare gravi e talvolta mortali malattie infettive. Sembra che solo i casi clamorosi come quelli delle due studentesse uccise a Milano, a distanza di poche settimane, dallo stesso sierogruppo di meningococco (il C) consentano di riequilibrare nell'opinione pubblica l'opinione sull'utilità dei vaccini. E anche se la campagna vaccinale non è un rimedio ex post (come lo si sta "vendendo" in questi giorni) l'efficacia delle vaccinazioni nel prevenire malattie gravi trova unanimi consensi. Ce ne rallegriamo cogliendo l'occasione per sottolineare come anche i ritardi nell'introduzione dei nuovi vaccini nei calendari possano causare morti evitabili. Un monito a tutte le Regioni che stanno ritardando, per varie ragioni, l'introduzione dei nuovi vaccini previsti dal nuovo Piano di Prevenzione Vaccinale.

Carlo Signorelli

Parlamento

Nuovi LEA, Piano Vaccini e DDL Gelli in grave ritardo

logoL'illusione di vedere approvati tre importanti provvedimenti importanti prima della scadenza elettorale referendaria è rimasta tale. La pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dei nuovi LEA (che includono le vaccinazioni previste dal Piano 2017-19) sono stati posticipati al nuovo anno mentre il Disegno di Legge Gelli sul rischio sanitario e la responsabilità professionale ha subito ritardi inaspettati al Senato ed attende la calendarizzazione alla Camera. Questi provvedimenti rischiano quindi di slittare mentre una recente sentenza della Corte Costituzionale ha cancellato una parte della Legge Madia sulla riforma della pubblica amministrazione incluse la norme dell'articolo 11 riguardanti la centralizzazione delle procedure per la formazione degli albi dei manager sanitari.

Organi collegiali

Carlo Signorelli ringrazia i soci al termine del biennio

logoCarissimi soci,
a conclusione del mio mandato di Presidenza SItI sento di rivolgere a tutti Voi un sentito ringraziamento per il supporto ricevuto e per il Vostro quotidiano impegno che, insieme, hanno permesso alla comunità igienisticalogo italiana di crescere e di aumentare significativamente la propria autorevolezza nell’ultimo biennio...
Leggi tutta la lettera ai soci

Organi collegiali

Vitale succede a Coppola al coordinamento del Comitato scientifico

logologoDurante il Congresso Nazionale SItI di Napoli si è svolta l'elezione per il nuovo Coordinatore del Comitato scientifico della SItI che ha visto Francesco Vitale (Ordinario di Igiene e Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Palermo, nella foto di sinistra) prevalere su Massimo Valsecchi (già Direttore del Dipartimento di Prevenzione di Verona) per 13 voti a 12. Gli altri membri del Comitato scientifico verranno eletti nella prossima riunione del Consiglio delle Sezioni Regionali. Pubblichiamo la relazione di fine mandato del Comitato scientifico uscente presieduto per 4 anni da Rossella Coppola (nella foto a destra) a cui vanno i più sentiti ringraziamenti per il prezioso lavoro svolto.

Organi collegiali

Ecco il nuovo direttivo dei medici igienisti in formazione

logoIn occasione del 49° Congresso Nazionale SItI si è tenuta la prima riunione della nuova Consulta degli Specializzandi in carica dal 2016 al 2018. Il passaggio di consegne tra i rappresentanti uscenti e i nuovi arrivati ha dato vita a un incontro molto partecipato, ribadendo il ruolo degli specializzandi nella SItI. In questa sede si è tenuto il rinnovo delle cariche che ha visto l'elezione di Gianluca Voglino dell'Università degli Studi di Torino in qualità di Coordinatore, di Giuseppe Spataro (Siena) come Vice-coordinatore e di Stefano Guicciardi (Bologna) come Segretario. Nella foto i tre nuovi eletti assieme al coordinatore uscente Francesco Soncini.

Conferenza Stato-Regioni

Approvate le linee guida sulle criticità in ambito nutrizionale

logoGiovedì 24 novembre è stato siglato l’accordo tra il Governo e la Conferenza Stato Regioni sul documento “Valutazione delle criticità nazionali in ambito nutrizionale e strategie di intervento 2016-2019”. Il documento, redatto da una commissione tecnica presso il Ministero della Salute, a cui ha  partecipato per SItI Elena Alonzo (nella foto), coordinatore del gruppo alimenti e Nutrizione 2014-16, ha avuto un rapido iter di approvazione (dopo la presentazione in occasione della riunione tecnica del 26 ottobre u.s.) che testimonia una condivisione di intenti sia nelle proposte di pianificazione dell'intervento pubblico sia nel settore della nutrizione preventiva e clinica che vede protagonisti i Servizi di Igiene Alimenti e Nutrizione insieme a quelli di Nutrizione Clinica. In particolare il documento prevede la realizzazione di una rete nutrizionale territorio-ospedale per la prevenzione e la cura nutrizionale con Percorsi Preventivo Diagnostico Terapeutici.

Horizon 2020

Quattro igienisti nella maxiricerca europea sui biomonitoraggi

logoAl via il nuovo programma European Human Biomonitoring Initiative (HBM4EU) promosso dalla Commissione Europea con una significativa rappresentanza di igienisti italiani. L'8 e 9 dicembre si terrà a Bruxelles il meeting di lancio del ‘maxi programma di coordinamento e realizzazione del biomonitoraggio nella popolazione europea cofinanziato da Horizon 2020 ‘Societal Challenge and Health’ con un budget di 50 milioni di euro, e che sarà condotto da un consorzio formato dalla Commissione Europea e da enti di ricerca appartenenti a 26 Paesi. Gli obiettivi principali del programma consistono nell’armonizzazione delle procedure di biomonitoraggio degli agenti tossici, nella valutazione dell’attendibilità degli indicatori biologici ‘precoci’ di esposizione, nell’identificazione degli agenti tossici di maggiore rilevanza e degli effetti sanitari di tali sostanze e nella consulenza tecnica per la definizione di nuove politiche per la riduzione dei livelli espositivi nella popolazione. Partecipano al programma 38 agenzie ed istituzioni nazionali di 26 Paesi (per l’Italia l'ISS e il Ministero della Salute, con coordinamento generale da parte di Alessandro Alimonti ed Elena De Felip) e 77 unità di ricerca. Cinque sono le Unità italiane due delle quali coordinate da igienisti soci della SITI: Fabio Barbone dell’Università di Udine e Marco Vinceti, Paola Borella e Annalisa Bargellini dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Le altre tre Unità italiane saranno dirette dai medici del lavoro dell’Università di Napoli Federico II, dall'Istituto Universitario di Pavia e dagli epidemiologi del Dipartimento di Epidemiologia della Regione Lazio.

Vaccinazioni

Ciak: le emozioni dei giovani registi per promuovere i vaccini

logoLa SItI ha scelto la forza del linguaggio del cinema per raccontare il valore della vaccinazione, pilastro della vita sociale: il benessere in tutte le fasi della vita, la salute collettiva, quella di chi ha maggior bisogno di cure, bambini e anziani, la famiglia, il futuro, la responsabilità verso la nostra comunità.
Mercoledì 23 novembre alle ore 10.30 a Roma sono stati presentati #graziemammaepapà di Michele Marchi e Francesco De Giorgi e La famiglia di Zeni Febo, i due spot realizzati nell’ambito di “Un Ciak per la Vita”, un progetto di sensibilizzazione 2.0 che la SItI ha promosso in collaborazione con la Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia.
I video suggellano l’alleanza tra scienza e cinema per contrastare la marea montante della cattiva informazione e promuovere il valore delle vaccinazioni, uno dei più grandi traguardi della medicina, in grado di salvare in tutto il mondo, secondo quanto ricorda l'Organizzazione Mondiale della Sanità, 2,5 milioni di vite l’anno, 7.000 al giorno, ma vittime del loro stesso successo, che ha cancellato la percezione del rischio delle malattie debellate a vantaggio di falsi miti e notizie sensazionalistiche.

Iscrizioni SItI 2016

Siamo a 3090 soci ! Da ora Igienisti on-line solo agli iscritti 2016

logoDopo il Congresso di Napoli la quota di iscritti alla SItI per l'anno 2016 è ancora salita a 3093 soci. La Sezione Abruzzo-Molise è sempre in testa alla graduatoria con 576 soci seguita dalla sezione Apulo-Lucana (424) e dalla Calabria (239).
Attenzione. Dal mese di dicembre il periodico informativo IGIENISTI ON-LINE verrà inviato solo ai soci in regola con la quota associativa dell'anno 2016. Per i soci che non avessero ancora rinnovato la quota sarà possibile farlo online e successivo bonifico bancario collegandosi alla pagina iscrizioni del sito istituzionale. Le quote associative sono rimaste invariate: 60 euro quella ordinaria; 40 euro per i Soci juniores (nati dopo il 1° gennaio 1980), Specializzandi e per tutte le Professioni Sanitarie.

Lettere al Direttore

Lettera aperta della SItI-Campania sulla questione meridionale

logoLeggendo dai media la relazione tenuta dal professor Walter Ricciardi all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università Campus Biomedico di Roma, è stata notata l’attenzione riservata alle regioni meridionali nell’evidenziare che l’aspettativa di vita è ivi regredita...
Leggi tutta la lettera

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 10