Home
IGIENISTI ON-LINE Supplemento a SItI - Notizie
Numero 18 del 3 giugno 2016 Stampa

Editoriale

Quando anche una sentenza positiva può creare allarmismo

logoLa recente perizia tecnica della Procura di Trani che esclude il nesso tra autismo e vaccino MPR era scientificamente scontata. Ma un probabile refuso ha portato per qualche ora sulle prime pagine delle principali testate nazionali la raccomandazione di sottoporsi a non meglio precisati test prima delle vaccinazioni. La smentita dell'ISS non tarda ad arrivare ma il danno mediatico è già in corso e si diffonde nella popolazione un'altra notizia che rinforza i dubbi sulla presunta pericolosità dei vaccini. Ciò ci sprona a continuare sulla strada tracciata dalla nostra Società Scientifica di diffondere a tutti i livelli la più corretta informazione scientifica.

Carlo Signorelli

La perizia di Trani

I commenti di Lorenzin, Rezza, Conversano e Bonanni

logoSi ipotizzava il reato di lesioni personali gravissime a carico di ignoti. "Sono felice che finalmente la procura di Trani abbia preso atto di ciò che la comunità scientifica internazionale ripete da anni" ha commentato il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin mentre Gianni Rezza, logodirigente dell'ISS e consulente tecnico a Trani ha tenuto a precisare che "Non esiste un test del sangue in grado di valutare il rischio di effetti collaterali legati alle vaccinazioni. Temo che si tratti di un refuso del rapporto, perché io avevo chiesto di togliere qualsiasi riferimento ai test semplicemente perché non esistono". "Apprezziamo la conclusione sulla esclusione di rapporto vaccini-autismo - sottolinea il Past-logoPresident della SItI Michele Conversano - e condividiamo che ci debba essere la massima partecipazione ed informazione per i genitori; su questi "Pseudo test" pre-vaccinali si è sviluppato un fiorente commercio speculativo e non è vero che i test non si fanno perché costerebbero logoassai ma perché mancano totalmente prove scientifiche della loro utilità". Paolo Bonanni, Coordinatore del Gruppo Vaccini della SItI commenta che "purtroppo nel momento in cui sembra che abbia vinto la scienza (MPR e autismo non sono correlati, l'ennesima conferma di quanto diciamo da sempre) fanno sorgere una assurda controversia sui test pre-vaccinali; in realtà ha vinto ancora una parte ben conosciuta e, purtroppo, non c’è smentita che tenga".

Incarichi iternazionali

Paola Borella primo Presidente italiano della FESTEM

logoSi è svolta dal 26 al 28 maggio 2016 nella splendida cornice del Monastero dei Benedettini a Catania, una delle sedi del locale Ateneo, il 6th International Symposium FESTEM (Federation of European Societies on Trace Elements and Minerals) dal titolo "NEW HORIZONS ON TRACE ELEMENTS AND MINERALS ROLE IN HUMAN AND ANIMAL HEALTH”. L’evento, patrocinato dalla SItI, è stato promosso ed organizzato dai colleghi dell’Università di Modena e Reggio Emilia Paola Borella e Marco Vinceti (neopresidente della Società Italiana sullo studio degli Elementi in Traccia - AISETOV), in collaborazione con Margherita Ferrante dell’Università di Catania. L’iniziativa, che ha visto la partecipazione di oltre 150 ricercatori provenienti da ben 27 paesi del mondo e la presentazione di altrettanti contributi scientifici di elevata qualità, si è conclusa con la nomina di Paola Borella, Ordinaria di Igiene all'Università di Modena e Reggio Emilia, a Presidente della FESTEM per il quadriennio 2016-2019. A Paola Borella, primo Presidente italiano eletto a capo di questa Federazione di Società Europee, vanno i più vivi complimenti della SItI che è lieta di festeggiare con tutta la comunità scientifica degli igienisti italiani un altro importante riconoscimento internazionale.

Sezione Triveneto

Ecco il comunicato finale sul problema PFAS in Veneto

logoIl potenziale rischio ambientale e sanitario legato agli inquinamenti da sostanze perfluoro alchiliche (PFAS) che ha portato al convegno svoltosi il 30 maggio a Mestre è stato oggetto di un comunicato con raccomandazioni redatto dalla Sezione Triveneto della SItI (nella foto il Presidente della Sezione Antonio Ferro). Alcune aree del Veneto sono infatti risultate da una recente rilevazione come tra le più inquinate d'Italia per quanto attiene queste sostanze. Le relazioni presentate il 30 maggio sono state proposte dai dirigenti regionali e nazionali maggiormente impegnati sulla complessa materia. In particolare, Francesca Russo, responsabile della Sanità Pubblica nel Veneto, ha illustrato le principali azioni di mitigazione del rischio sanitario a favore della popolazione interessata dal fenomeno.

World No-Tobacco Day

Celebrata la Giornata mondiale senza Tabacco

logoIl 31 maggio è stata celebrata la Giornata Mondiale senza Tabacco e, come di consueto, l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) ha reso noto durante un convegno gli ultimi dati italiani: fuma il 22% circa della popolazione (11,5 milioni) e riprende, su scala nazionale il consumo delle e-cig (4% circa di utilizzatori). Si osserva, rispetto al 2014, un lieve incremento (+1,2%) della prevalenza di fumatori in entrambi i sessi: gli uomini passano dal 25,1% al 27,3%, le donne dal 16,9% al 17,2%. Il consumo medio di sigarette si conferma intorno alle 13/die e oltre il 70% dei fumatori inizia tra i 15 ed i 17 anni, fascia molto critica per l’iniziazione al fumo (il motivo principale per cui si accende la prima sigaretta è l’influenza dei pari). “Sebbene non ci siano ancora riscontri scientifici sufficienti sulla sicurezza e l’efficacia della sigaretta elettronica nella disassuefazione alle abitudini al fumo - spiega il Presidente dell’ISS Walter Ricciardi - la ripresa del consumo di questi articoli sottolinea la necessità di un attento e ulteriore monitoraggio del fenomeno e di rigorosi studi”. Roberta Pacifici, Direttore dell’Osservatorio Fumo, Alcol e Droga dell’ISS riferisce che “si conferma anche quest’anno un trend che si osserva ormai da 8 anni, cioè la prevalenza di fumatori in Italia rimane pressoché invariata, al di là di piccole oscillazioni non significative: in particolare, si registra una lieve crescita nella prevalenza dei fumatori di entrambi i sessi, con un aumento più marcato negli uomini. Ciò che sta cambiando sono le modalità di consumo con l'80% degli utilizzatori di sigarette elettroniche che usa anche sigarette tradizionali, un dato questo, che merita una riflessione alla luce del fatto che la maggior parte di queste contengono nicotina”. La Commissione “Prevenzione Tabagismo” della SItI invierà a tutti i Dipartimenti di prevenzione il poster “Pronti per il confezionamento anonimo” (Get ready for plain packaging) ed altro materiale, con richiesta di affigerlo nelle varie sedi, per una sensibilizzazione della popolazione sul tabacco: uno dei più importanti determinanti, rimuovibili, di malattia. (a cura di M.S. Cattaruzza)

49° Congresso Nazionale SItI

Scadenza per gli abstract il 9 settembre 2016

logoIl 49° Congresso Nazionale SItI si svolgerà dal 16 al 19 Novembre 2016 presso la sede della Stazione Marittima di Napoli. Nell'ambito del Congresso - intitolato La Sanità pubblica guarda al futuro: gli assetti istituzionali e la ricerca al servizio della salute- sono già stati decisi i temi delle sessioni plenarie con i relativi coordinatori. La scadenza per l’invio degli abstract è prevista per il 9 settembre 2016. La Giunta e il Consiglio delle Sezioni Regionali completeranno il quadro dell'offerta formativa congressuale nelle riunioni di questa settimana. Tutte le informazioni e le iscrizioni sono disponibili sul sito internet dedicato www.siti2016.eu.

Iscrizioni SItI 2016

Già 1467 iscritti nel 2016. Abruzzo-Molise record (546). Ora arrivano i MAV per posta

logoLa campagna iscrizioni alla SItI per l'anno 2016 è in corso ed ha raggiunto la rilevante quota di 1467 soci, distribuiti ancora in modo eterogeneo con la Sezione Abruzzo-Molise sempre in testa alla graduatoria con 546 soci seguita da Apulo-Lucana (127) e Campania (124).
Per tutti gli altri soci che non hanno ancora rinnovato la quota è previsto l'invio nelle prossime settimane di un MAV cartaceo che potrà essere pagato presso gli sportelli bancari o tramite internet banking abilitati.
Le quote associative sono rimaste invariate: 60,00 euro quella ordinaria; 40,00 euro per i Soci juniores (nati dopo il 1° gennaio 1980), Specializzandi e per tutte le Professioni Sanitarie. Diversi sono gli eventi congressuali regionali e nazionali in programma, oltre ai corsi a distanza (FAD), ai quali i Soci potranno accedere gratuitamente o con agevolazioni. L'anno 2016 sarà caratterizzato dal 49° Congresso Nazionale della SItI che si svolgerà a Napoli dal 16 al 19 novembre.
Resterà attiva la possibilità di rinnovare la quota online tramite bonifico bancario collegandosi alla pagina iscrizioni del sito istituzionale.