Home
IGIENISTI ON-LINE Supplemento a SItI - Notizie
Numero 11 del 20 marzo 2017 Stampa

Editoriale

La sfida del nuovo Piano vaccini parte con una Circolare ministeriale

logoTanto tuonò che piovve. Il Ministero della Salute ha emanato l'attesa Circolare sugli aspetti operativi per la piena e uniforme implementazione del nuovo Piano di Prevenzione Vaccinale 2017-2019 e del relativo Calendario Vaccinale. Il documento ha tenuto conto dell'impatto sui servizi del nuovo Piano, dopo l'accorata richiesta dalle Regioni che hanno ottenuto una tempistica differenziata per l’attivazione delle nuove offerte operanti tra il 2017 e il 2018. La Circolare ribadisce che il coordinamento delle attività vaccinali a livello locale è attribuito ai Dipartimenti di Prevenzione ma sottolinea anche, a chiare note, la crescente importanza della medicina di famiglia e della pediatria di libera scelta nella promozione delle vaccinazioni, in attesa della definizione di un impegno più attivo. Alcuni obiettivi di copertura previsti risultano difficilmente raggiungibili nei tempi previsti, ma l'importante in questa fase è crederci ed impegnarsi tutti.

Carlo Signorelli

Politiche vaccinali

In aumento i casi di morbillo. Francia: "basta pregiudizi antiscientifici"

logoNelle prime settimane del 2017 sono stati registrati in Italia quasi gli stessi casi di morbillo di tutto l'anno 2016. A fronte degli 884 segnalati lo scorso anno, da gennaio a oggi ne sono stati notificati più di 700 con un preoccupante aumento di oltre il 230%, che il Ministero della Salute attribuisce in gran parte al numero crescente di genitori che rifiutano la vaccinazione. La SItI, con l'intervento del Presidente Fausto Francia, ha espresso viva preoccupazione in merito ai dati diffusi di recrudescenza di morbillo in Italia. "Siamo stati purtroppo facili profeti - ha affermato Francia - quando abbiamo previsto la possibilità di un aumento dei casi di morbillo nel nostro Paese a fronte del calo delle vaccinazioni raccomandate. In varie aree del paese si è ben al di sotto del 90% di copertura e questo fenomeno non assicura più la protezione di gregge della popolazione. Il morbillo è una malattia non banale che può dare alcune temibili complicazioni, ma la nostra ulteriore preoccupazione è orientata al calo, sotto il 95%, dell'adesione alle vaccinazioni obbligatorie. Dobbiamo scongiurare il fatto che, sulla base di pregiudizi antiscientifici, possano riaffiorare malattie temibili come la poliomielite o la difterite assenti da decenni nel nostro Paese." In allegato la rassegna stampa e un ulteriore intervento di Francia e dell’Assessore Regionale alla Sanità dell’Emilia Romagna Sergio Venturi sulla vaccinazione del personale sanitario.

Regione Toscana

SItI favorevole ai nuovi obblighi estesi a tutti i vaccini. "Ma non basta"

logoIl 16 marzo si sono svolte in Regione Toscana le consultazioni per la proposta di Legge n. 164 sull’obbligatorietà delle vaccinazioni incluse nel PNPV per l’iscrizione agli Asili Nido e alle Scuole Materne. La SItI regionale ha partecipato al dibattito predisponendo un documento che ribadisce come la situazione attuale, con il preoccupante trend negativo delle coperture e l’epidemia di morbillo in corso, renda giustificata l’adozione di questo provvedimento, per tutti i vaccini inclusi nel Piano, a differenza di quanto fatto da altre Regioni. D’altra parte, la SItI ha sottolineato che a questa iniziativa dovranno essere affiancati altri interventi, quali la predisposizione di una completa strategia formativa, informativa e comunicativa  per combattere la disinformazione e le preoccupazioni del pubblico sui vaccini, il rafforzamento dei Dipartimenti di Prevenzione e delle reti territoriali per l’erogazione dei servizi vaccinali e la responsabilizzazione di tutto il personale sanitario nei confronti della profilassi vaccinale. Su questo tema ricordiamo che a Pisa si terrà, il 27 e 28 marzo, il convegno “Medice cura te ipsum: le vaccinazioni negli operatori sanitari” organizzato da SIMPIOS in collaborazione con SItI, SIMLI, altre società scientifiche e associazioni di categoria. (a cura di A.L. Carducci)

50° Congresso Nazionale SItI

Un sondaggio per scegliere i temi congressuali. Vota anche tu !

logoIl 50° Congresso Nazionale SItI entra nel vivo. Dopo la scelta delle sei sessioni plenarie da parte della Giunta vi presentiamo le ulteriori 14 proposte pervenute da Collegi, Consulte e Gruppi di lavoro chiedendo a tutti nostri soci e lettori di esprimere un gradimento di interesse attraverso un nuovo sondaggio di Igienisti on-line. Le sei sessioni plenarie del Congresso saranno dedicate rispettivamente a Healthy Ageing, salute delle migrazioni, dimensione urbana, vaccinazioni, igiene nell'organizzazione dei servizi ed emergenze in sanità pubblica. La Giunta effettuerà le scelte finali nella prossima riunione del 30 marzo a Senigallia. Il video di presentazione è disponibile on-line in formato webm, wmv o mp4.

PNP e PRP

Piani di Prevenzione: al Ministero il punto della situazione

logoIl 7 e 8 marzo si è svolto a Roma l’incontro tematico sullo "Stato dell’arte e sviluppo futuro dei piani regionali di prevenzione", organizzato dalla Direzione Generale della Prevenzione de Ministero della Salute nell’ambito del percorso di valutazione, monitoraggio e certificazione del PNP che prevede, oltre alla rendicontazione, anche l’organizzazione di incontri tematici per il necessario confronto ed approfondimento su quanto si sta realizzando a livello territoriale e centrale nell’ambito dei Piani. All’incontro hanno partecipato i coordinatori regionali e i referenti regionali delle linee di attività inerenti i primi sei macro obiettivi del PNP, i componenti del Tavolo di Valutazione, rappresentanti della SItI (era presente Enrico di Rosa, nella foto) e dei MMG e dei Pediatri. I rappresentanti delle regioni... Leggi tutto.

Prossimi appuntamenti

Il 31 marzo a Senigallia la V Convention dei Direttori di DP

logoIl 31 marzo 2017, a Senigallia, si svolgeranno i lavori della quinta Convention dei Direttori dei Dipartimenti di Prevenzione. Dopo le edizioni di Bologna, Bari, Verona e Lamezia Terme la Convention approda nelle Marche. Nuove sfide attendono i Dipartimenti di Prevenzione: all’implementazione del PNP 2014-2018 e del PNPV 2017-2019 si aggiunge l'applicazione dei nuovi LEA che rappresenterà un impegno gestionale molto rilevante. I Direttori dovranno necessariamente rivedere ed adeguare la propria organizzazione, adattandola alle nuove priorità. Ma non sarà sufficiente. Occorrerà fare proposte per individuare standard ottimali di personale ed investire nell'acquisizione di professionisti. Rifletteremo insieme, nella gradevole cornice della Rotonda a mare di Senigallia, per produrre linee operative condivise da sostenere ai tavoli regionali ed aziendali. Nel programma allegato le modalità di iscrizione. (a cura di D. Fiacchini).

Specializzandi

A maggio il corso su Diseguaglianze sociali in salute

logoDal 10 marzo sono aperte le iscrizioni al corso sulle diseguaglianze sociali in salute ( Disuguaglianze in salute: riconoscerle, valutarle e contrastarle) che si svolgerà a Roma dal 18 al 20 maggio prossimo. Scopo del corso è introdurre allo studio e alla progettazione di iniziative di contrasto delle diseguaglianze di salute evitabili, con particolare riguardo agli obiettivi del Piano Nazionale di Prevenzione 2014-2018. Si tratterà di un’esperienza residenziale volta ad aumentare le capacità dei partecipanti nel misurare le disuguaglianze, nella salute e nell’assistenza sanitaria, ed a identificare, con metodi e strumenti di Health Equity Audit, i meccanismi di generazione delle disuguaglianze di salute e gli interventi e le politiche più efficaci volte a prevenirle e/o a contrastarle.
Il corso teorico-pratico, organizzato da un gruppo di Specialisti in Formazione in Igiene e Medicina Preventiva in collaborazione con la Consulta SItI ed il Servizio Sovrazonale di Epidemiologia ASL TO3 - Università di Torino, è rivolto ai colleghi Specialisti in Formazione di tutta Italia. Tale prima edizione è dimensionata per un numero massimo di 50 partecipanti.
Per le iscrizioni compilare il form on line, per ulteriori informazioni contattare Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. . (a cura di G. Voglino)

Quote di iscrizione SItI

Già 900 iscrizioni nel 2017: ecco come rinnovare le quote

logoLa campagna iscrizioni alla SItI per l’anno 2017 è iniziata da poche settimane con già 909 iscritti per l'anno in corso. Le quote associative sono rimaste invariate: 60,00 euro quella ordinaria; 40,00 euro per i Soci juniores (nati dopo il 1° gennaio 1981), Specializzandi e per tutte le Professioni Sanitarie. Diversi sono gli eventi congressuali regionali e nazionali in programma, oltre ai corsi a distanza (FAD), ai quali i Soci potranno accedere gratuitamente o con agevolazioni. L'anno 2017 sarà caratterizzato dal 50° Congresso Nazionale della SItI che si svolgerà a Torino dal 22 al 25 novembre (guarda il video di presentazione disponibile on-line in formato webm, wmv o mp4).
Per rinnovare l’adesione alla SItI i Soci hanno ricevuto nei giorni scorsi una email con il link d'accesso alla scheda on-line, dove poter aggiornare le informazioni di contatto e ricevere le coordinate per effettuare il bonifico tramite il proprio internet banking. Il Socio potrà contestualmente iscriversi alla Società Europea di Sanità Pubblica (EUPHA) con un contributo aggiuntivo di 8,00 euro.
Per i nuovi Soci o per i Soci che non hanno ricevuto la mail per il rinnovo (probabilmente per una email di contatto errata o non più attiva nell'archivio della segreteria), è on-line la pagina iscrizioni sul sito istituzionale.